12 differenze tra anoressia e bulimia

I disturbi alimentari hanno una prevalenza approssimativa tra il 4, 1% e il 6, 4%, in particolare per le giovani donne. All'interno di questo gruppo di disturbi, le malattie più conosciute sono l'anoressia e la bulimia. Presentando una serie di caratteristiche comuni, come un'alterazione delle abitudini alimentari e un obiettivo di perdita di peso, entrambe le malattie sono spesso confuse. Tuttavia, hanno una serie di caratteristiche distintive e distintive. Se vuoi conoscere le differenze e le somiglianze tra anoressia e bulimia, continua a leggere questo articolo di: 12 differenze tra anoressia e bulimia .

Disturbi alimentari

I disturbi alimentari (disturbi alimentari) sono un gruppo di disturbi mentali che includono sia l'anoressia che la bulimia. Questi sono caratterizzati da comportamenti patologici prima dell'assunzione di cibo e / o dall'alterazione dei comportamenti correlati al controllo del peso. Queste malattie hanno conseguenze fisiche e mentali negative nelle persone che ne soffrono, influenzando anche il funzionamento sociale.

Gli ACT hanno un alto tasso di mortalità, costituendo un problema di salute pubblica, nonché una tendenza alla cronificazione. Sono disturbi di origine multifattoriale, vale a dire che molteplici fattori influenzano il loro aspetto e il loro mantenimento. Tuttavia, negli ultimi cinquant'anni circa c'è stato un aumento dell'incidenza e della prevalenza dei disturbi alimentari, probabilmente a causa di fattori socioculturali della pressione sociale per l'immagine e dei prevalenti canoni di bellezza. Per questo motivo, i problemi di comportamento alimentare sono molto più diffusi nelle adolescenti e nelle giovani donne rispetto al resto della popolazione, poiché, sebbene non esclusivamente, molti di questi messaggi della società si concentrano su questo settore demografico.

Anoressia e bulimia: definizione

L'anoressia e la bulimia, classificate nella sezione relativa ai disturbi alimentari e all'assunzione di cibo del DSM-5, sono descritte come segue:

Anoressia nervosa

Secondo il DSM-5, l'anoressia nervosa è un disturbo psicologico caratterizzato da una limitazione dell'assunzione che porta a un peso corporeo significativamente inferiore al normale. Nell'anoressia c'è una distorsione della percezione del proprio corpo e del peso a cui, agli altri, viene data un'importanza esagerata. L'anoressia nervosa ha anche una paura sproporzionata di ingrassare e comportamenti per evitarlo.

Bulimia nervosa

La bulimia nervosa appare nel DSM-5 come un disturbo psicologico caratterizzato da episodi di abbuffata, in cui viene ingerita una quantità di cibo più alta del normale, insieme ad azioni per compensare l' alimentazione incontrollata. L'autovalutazione è anche influenzata dalla percezione e dal peso del corpo.

12 differenze tra anoressia e bulimia

Tra le somiglianze tra bulimia e anoressia troviamo che fanno parte dello stesso gruppo di disturbi, quelli del comportamento alimentare, e che hanno alterazioni sia nei modelli alimentari che nelle preoccupazioni sull'immagine corporea. Tuttavia, entrambe le malattie hanno una serie di caratteristiche che le differenziano. Le 12 differenze tra anoressia e bulimia sono:

  1. Comportamento prima del cibo: la differenza fondamentale tra anoressia e bulimia è che nell'anoressia c'è una limitazione controllata dell'assunzione che è in grado di digiunare, mentre in bulimia la persona colpita cerca di limitare la quantità di cibo o di smettere di mangiare, ma Non è in grado di resistere al desiderio di cibo e finisce per abbuffarsi. Questi abbuffati sono normalmente compensati da comportamenti purgativi come il vomito e meno frequentemente da un eccessivo esercizio fisico o dall'assunzione di lassativi. Pertanto, l'anoressia è caratterizzata da restrizione e bulimia dovute all'alimentazione incontrollata in termini di sintomi comportamentali.
  2. Controllo sul comportamento alimentare: nel caso dell'anoressia esiste un controllo rigoroso e metodico della restrizione alimentare e nella bulimia si verifica una perdita di cibo durante la dieta, c'è una componente più emotiva e impulsiva.
  3. Peso: un'altra differenza tra anoressia e bulimia è l'indice di massa corporea (BMI), che è un metodo utilizzato per stimare la quantità di grasso nel corpo di una persona dividendo il peso in chili per altezza in metri al quadrato. L'IMC è una misura indicativa il cui intervallo normale è considerato tra 18, 5 e 25. Per quanto riguarda le persone con anoressia, sono sottopeso, di solito un IMC inferiore a 17, che diventano meno di 15 in caso di gravità estrema. D'altra parte, le persone che soffrono di bulimia di solito hanno un peso all'interno dell'intervallo normale. Inoltre, la bulimia è caratterizzata da ampie fluttuazioni di peso, quindi nelle stagioni di abbuffata il peso tenderà ad aumentare e in periodi di restrizione calorica a diminuire.
  4. Profilo psicologico: i tratti associati a ciascuno dei disturbi variano l'uno dall'altro, poiché l'anoressia è caratterizzata da controllo e ordine e la bulimia da emotività e compulsività. Pertanto, in termini generali, il profilo delle persone con anoressia è di solito caratterizzato da perfezionismo, rigidità, introversione e richiesta di sé, mentre coloro che hanno bulimia a causa di impulsività, ansia, instabilità emotiva e tendenza a dipendenze. Per quanto riguarda i disturbi mentali associati a ciascuna di queste malattie, l'anoressia è associata a disturbi della personalità ossessivo-compulsivo ed evitante e bulimia con disturbi di personalità istrionici e personalità borderline.
  5. Obiettivo della malattia: sebbene in entrambi i disturbi l'obiettivo sia raggiungere la magrezza, gli obiettivi che spingono le persone con anoressia e bulimia sono diversi; Le persone con bulimia vogliono raggiungere la magrezza per raggiungere la felicità, mentre le persone con anoressia come forma di autorealizzazione e identificazione con il proprio corpo.
  6. Consapevolezza della malattia: un'altra differenza tra anoressia e bulimia è che le persone con anoressia tendono ad avere poca o nessuna consapevolezza della malattia e la negazione del cambiamento, e le persone con bulimia tendono ad avere una maggiore consapevolezza della malattia o dell'intuizione, anche se non Di solito considerano la necessità di un trattamento per questo.
  7. Livello di distorsione: in entrambi i disturbi c'è insoddisfazione del corpo e ricerca di magrezza, anche se l'alterazione percettiva e la distorsione dell'immagine sono maggiori nell'anoressia che nella bulimia.
  8. Conseguenze della malattia: c'è un impatto negativo sulla salute sia nella bulimia che nell'anoressia, sebbene le conseguenze siano più gravi in ​​quest'ultima. Un'altra delle differenze tra l'anoressia e la bulimia sono le conseguenze di ciascuna di esse: nell'anoressia si verifica l'amenorrea, cioè perdita di mestruazioni, bradicardia o frequenza cardiaca inferiore, pelle secca, perdita di capelli e massa ossea, bassa tensione e temperatura corporea e aspetto del lanugo, un pelo molto fine che appare in assenza di grasso per proteggere il corpo. D'altra parte, nella bulimia c'è una riduzione dei livelli di potassio che può causare aritmie cardiache, disidratazione, perdita di smalto dei denti e calli sulle mani a causa della provocazione del vomito e dell'aumento delle ghiandole salivari.
  9. Livelli di mortalità: un'altra differenza tra anoressia e bulimia è il tasso di mortalità lordo, che è più elevato nell'anoressia. Corrispondente al 5% per decennio, la bulimia è del 2%. La morte può essere dovuta a complicanze associate alla malattia o al suicidio in entrambi.
  10. Età di insorgenza: sebbene entrambe le malattie compaiano di solito in tenera età, l'anoressia si sviluppa di solito nelle persone più giovani della bulimia, durante l'adolescenza, di età compresa tra 14 e 18 anni, e più tardi, nella fase giovanile, tra 18 e 25 anni.
  11. Prevalenza: un'altra differenza tra anoressia e bulimia è che la prevalenza della bulimia è superiore a quella dell'anoressia, si stima che il primo sia compreso tra l'1 e l'1, 5% e il secondo lo 0, 4%.
  12. Obiettivo del trattamento: infine, l'approccio terapeutico è anche una delle differenze tra anoressia e bulimia. L'obiettivo principale e iniziale del trattamento per l'anoressia nervosa è il recupero del peso fino al raggiungimento di uno sano, mentre quello della bulimia è la riduzione del binge-eating e dei successivi comportamenti compensativi. L'intervento nell'anoressia in molti casi richiede il ricovero, mentre nella bulimia a livelli significativamente più bassi.

Differenze tra anoressia e bulimia: tabella di confronto

Una tabella comparativa delle differenze nell'anoressia e nella bulimia spiegate sopra è mostrata sotto come una sintesi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a 12 differenze tra anoressia e bulimia, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Perché il mio ex ha una ragazza così in fretta
2019
Anorgasmia: cause e trattamento
2019
Sciroppo di Ambroxol: a cosa serve e come viene assunto
2019