Adattamento allo spagnolo della scala HIV / AIDS-65

La scala HIV / AIDS-65 (Paniagua et al., 1994) è uno strumento che può consentire la valutazione di alcuni fattori: conoscenza, conoscenza errata, autoefficacia, suscettibilità e atteggiamenti positivi e negativi nella popolazione generale o in alcuni settori della popolazione.

L' adattamento della suddetta scala allo spagnolo viene effettuato attraverso la traduzione, la revisione di esperti e il trasferimento a un gruppo di studenti di Granada. Con questi contributi vengono apportate alcune modifiche e viene costruita una scala che riteniamo possa fornire informazioni preziose per progettare, modificare o valutare l'effetto dei programmi di prevenzione dell'AIDS. Sono necessari studi con questa scala per confermare la sua utilità in campioni spagnoli e la sua efficacia per il miglioramento dei programmi di prevenzione dell'AIDS.

In questo articolo di psicologia online, parleremo dell'adattamento allo spagnolo della scala HIV / AIDS-65 (Paniagua et al., 1994).

Definizione di HIV / AIDS

L'infezione da virus dell'immunodeficienza umana è una malattia virale che distrugge progressivamente i globuli bianchi e causa la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS). Il virus dell'immunodeficienza umana (HIV) alla fine provoca il progressivo deterioramento del sistema immunitario, consentendo lo sviluppo di infezioni opportunistiche (inusuali) e, soprattutto negli adulti, di alcuni tumori. L'AIDS è la fase avanzata dell'infezione da HIV. Sarebbe caratterizzato dal soddisfacimento di uno dei seguenti criteri: a) linfociti T4 inferiori a 200 / mm3 di sangue o diagnosi di una qualsiasi delle cosiddette malattie opportunistiche (ad es. Polmonite, sarcoma di Kaposi ...)

La diffusione dell'HIV richiede il contatto con gli umori del corpo che contengono cellule infette o particelle virali; tali stati d'animo includono sangue, sperma, secrezioni vaginali, liquido cerebrale, midollo spinale e latte materno. L'HIV è presente anche nelle lacrime, nelle urine e nella saliva, ma in concentrazioni minime. I due modi più diretti per contrarre l'infezione da HIV sono: 1) fare sesso (attraverso l'ano, la vagina o la bocca) con una persona infetta non protetta (preservativo in lattice) e, 2) condividere aghi e siringhe con Una persona infetta Inoltre, una donna infetta da HIV può trasmettere il virus al suo bambino durante la gravidanza, il parto o attraverso il latte materno. Questo modo di trasmettere l'HIV e il contatto causato da abusi sessuali sono i modi in cui i bambini sono generalmente infetti. Alcune persone sono state infettate ricevendo trasfusioni di sangue infetto, sebbene questa possibilità sia stata notevolmente ridotta dal 1985, quando hanno iniziato a esaminare tutto il sangue donato.

I due virus che causano l'AIDS sono l' HIV-1 e l'HIV-2 . L'HIV-1 è più frequente nell'emisfero occidentale, in Europa, Asia e Africa centrale, meridionale e orientale. L'HIV-2 è il principale virus che causa l'AIDS nell'Africa occidentale, sebbene ci siano molte persone infette dalla specie HIV-1.

AIDS come epidemia

L'AIDS ha raggiunto proporzioni epidemiche, con oltre 500.000 casi e 300.000 decessi registrati negli Stati Uniti e 146.000 casi e 67.000 decessi in America Latina, fino all'ottobre 1995. In Spagna, fino al 1998, sono stati registrati 60.000 casi e 33.000 decessi Stima che più di un milione di persone siano infette negli Stati Uniti. L'Africa è il continente più colpito.

All'inizio dell'epidemia di AIDS, molte persone colpite hanno subito un rapido declino della loro qualità di vita dopo il loro primo ricovero e trascorrevano molto del loro tempo in ospedale. Con lo sviluppo di nuovi farmaci antivirali e metodi migliori per il trattamento e la prevenzione delle infezioni opportunistiche, molti infetti mantengono le loro attitudini fisiche e mentali per anni dopo aver confermato la diagnosi di AIDS. Di conseguenza, è diventata una malattia curabile, sebbene non ancora curabile.

Allo stato attuale, ha anche investito nella prevenzione . I programmi per prevenire la diffusione dell'HIV si sono concentrati principalmente sull'educazione del pubblico sulla trasmissione del virus, nel tentativo di modificare il comportamento delle persone più esposte. I programmi educativi e motivazionali hanno avuto un relativo successo perché molti hanno difficoltà a cambiare le proprie abitudini di dipendenza o sessuali.

Freddy A. Paniagua e altri sottolineano che la mancanza di conoscenza e la conoscenza sbagliata sono aree molto importanti nell'acquisizione dell'AIDS. Altri fattori di grande importanza sono gli atteggiamenti, la suscettibilità e l'autoefficacia (Bandura, 1990; Catania, Kegeles, Coates, 1990; Coates, Stall, Catania, Kegeles, 1988; Conners et al., 1990). Alcuni di questi questionari sull'AIDS sono stati sviluppati per bambini e adolescenti.

In uno studio condotto da Paniagua e altri (1997), vengono confrontati adolescenti normali e adolescenti ricoverati in un ospedale psichiatrico. Questi autori ritengono che gli adolescenti ospedalizzati possano avere un rischio maggiore di contrarre un'infezione da HIV rispetto agli adolescenti normali per due motivi:

  • Molti adolescenti hanno ammesso che nei pazienti psichiatrici le strutture per la condivisione dei comportamenti a rischio sono maggiori, anche nel caso di adolescenti sani, sfuggiti o delinquenti e,
  • I disturbi psichiatrici influenzano drammaticamente i comportamenti a rischio legati all'AIDS. Gli adolescenti ricoverati hanno ricevuto poca attenzione, complicando le loro conoscenze, attitudini, autoefficacia e suscettibilità nel contesto dell'HIV-AIDS.

Un rischio importante per l'infezione è la mancanza di conoscenza sull'acquisizione e la trasmissione del virus dell'AIDS. Precedenti studi hanno dimostrato che sebbene gli adolescenti mostrino una serie di conoscenze sull'AIDS, le loro idee sbagliate sono relativamente alte. Ad esempio, in uno studio di DiClemente, Brown, Beausoleil e Lodico (1993), il 98, 3% degli adolescenti nel campione rurale e il 92, 9% del gruppo di San Francisco hanno correttamente indicato che una persona potrebbe avere l'AIDS condividendo le siringhe. Tuttavia, solo il 47, 3% e il 41, 8% del gruppo rurale e quello di San Francisco, rispettivamente, hanno indicato che non è vero che l'AIDS può essere contratto da un morso di un insetto. Paniagua e altri hanno trovato risultati simili in una revisione della letteratura di 18 studi per un totale di 156.549 adolescenti.

Fattori di rischio

Esistono tre ulteriori fattori di rischio psicologico per la malattia da HIV. Questi sono un basso senso di autoefficacia (ad esempio, la sensazione che si sta riducendo al minimo l'importanza dei mezzi per prevenire il virus dell'AIDS), un basso senso di suscettibilità (ad esempio, la convinzione che non si può acquisire il virus da AIDS) e atteggiamenti negativi verso le conseguenze dell'HIV-AIDS (Bandura, 1990).

Paniagua e altri hanno scoperto che una percentuale sostanziale di adolescenti aveva atteggiamenti positivi nei confronti degli esiti dell'HIV-AIDS. Una percentuale si è vista suscettibile di contrarre il virus dell'AIDS. Ma questi risultati sono stati raccolti tra adolescenti sani, solo tre studi hanno sottolineato la valutazione delle conoscenze tra adolescenti psichiatricamente ospedalizzati e non hanno valutato atteggiamenti, autoefficacia o suscettibilità a contrarre l'AIDS.

Nello studio di Paniagua et al. (1997), è stato osservato che il campione di adolescenti ospedalizzati aveva meno conoscenze e conoscenze più errate sull'HIV rispetto al campione nazionale. Avevano anche atteggiamenti più positivi e meno negativi sulle conseguenze dell'AIDS. I punteggi di autoefficacia erano simili in entrambi i campioni. Questi risultati sottolineano l'importanza di attuare programmi preventivi negli adolescenti con disturbi emotivi.

In un altro studio degli stessi autori, sono stati confrontati adolescenti ricoverati in psichiatria per sesso (Paniagua, O'Boyle e Wagner, 1997), è stato osservato che le donne hanno dimostrato maggiori conoscenze sull'AIDS, hanno avuto atteggiamenti più positivi e hanno percepito di più Auto-efficace rispetto agli uomini.

Paniagua, FA e collaboratori (1994) conducono uno studio in cui analizzano 352 articoli relativi all'AIDS e da 18 studi condotti con bambini e adolescenti tra 10 e 21 anni. Eseguendo l'analisi del contenuto, selezionare quelli che hanno una percentuale di accordo superiore all'85%, utilizzando questo criterio identificare 164 articoli relativi all'AIDS. Questi elementi sono integrati in cinque gruppi che si escludono a vicenda e definiti sulla base di criteri teorici: a) conoscenza, b) conoscenza errata, c) atteggiamenti (positivi e negativi), d) percezione della suscettibilità, e) percezione dell'auto-efficacia. Gli autori ritengono che selezionando gli elementi in questo modo e integrandoli nei gruppi sopra citati si sviluppi un questionario completo e uniforme. Questo questionario potrebbe essere utilizzato in futuro da ricercatori e clinici.

La scala HIV / AIDS-65 (Paniagua et al., 1994, 1997a, 1997b) è una versione ridotta della scala HIV / AIDS 164 (Paniagua et al., 1994) che viene proposta come una scala che potrebbe essere adattata a le esigenze degli psicologi clinici più che dei ricercatori.

Riteniamo che i costrutti teorici inclusi nella scala siano molto importanti per la progettazione di programmi di prevenzione mirati specificamente alle aree deficitarie di quel gruppo (conoscenza, attitudini, autoefficacia ... ecc.)

Un'altra possibile utilità della scala sarebbe il suo uso per valutare l'efficacia di un programma di intervento o prevenzione usando la bilancia come test-test, in questo modo si potrebbe valutare l'efficacia del programma e, inoltre, in quali aree specifiche è stato prodotto il cambiamento (atteggiamenti, suscettibilità ...).

Per questi motivi riteniamo che possa essere rilevante per i clinici e i ricercatori spagnoli avere un adattamento allo spagnolo della scala sopra menzionata.

metodo

soggetto

La scala è stata passata a un gruppo di 68 soggetti studenti universitari di psicologia, scienze dell'educazione e infermieristica, di età compresa tra 19 e 27 anni, in media 23, 7 anni. Il 77% erano donne e il 33% uomini.

processo

La procedura di adattamento ha avuto le seguenti fasi:

1- Effettuare l'adattamento allo spagnolo e correggerlo dal Dr. D. Freddy Paniagua nel 1998.

2- Nel 1999 il Dr. D. José Luis Bimbela ha apportato una correzione all'adattamento della scala.

3- Durante l'anno accademico 99-2.000 la scala viene passata al campione precedentemente descritto chiedendo loro di indicare suggerimenti riguardanti gli elementi che ritengono incomprensibili, dubbiosi ... ecc.

conclusioni

A nostro avviso, la scala HIV / AIDS-65 di Paniagua, F., et al. Il 1997 può avere le seguenti applicazioni nel nostro contesto:

  • Valutazione delle conoscenze e delle attitudini negli agenti sociali: insegnanti, assistenti sociali, medici, psicologi, genitori, ecc. Questi gruppi di persone sono spesso responsabili dell'educazione sull'AIDS. Pertanto, un programma di prevenzione in cui vengono utilizzati questi gruppi di persone dovrebbe sapere prima quali conoscenze e atteggiamenti hanno.
  • Il questionario potrebbe essere utilizzato per ottenere dati da diversi gruppi che potrebbero ricevere un programma di prevenzione. Il questionario potrebbe essere passato a gruppi di adolescenti, lavoratori, genitori, detenuti, persone con maggiore frequenza di coinvolgimento nelle pratiche di rischio, ecc. In questo modo, le esigenze esistenti in questi gruppi di persone verrebbero analizzate al fine di progettare un programma di prevenzione che agisca direttamente su tali esigenze (ad esempio, aumentare la conoscenza, cambiare gli atteggiamenti, aumentare l'autoefficacia, ecc.)
  • Il questionario può anche essere utilizzato per valutare l'efficacia dell'applicazione di un programma specifico per l'AIDS. Puoi anche conoscere quali fattori questo programma di prevenzione è stato efficace.
  • Infine, riteniamo che il questionario potrebbe essere utilizzato per studiare la relazione tra i diversi fattori. È possibile rispondere alle seguenti domande: la crescente conoscenza dell'AIDS migliora i comportamenti di autoefficacia? La crescente conoscenza dell'AIDS aumenta gli atteggiamenti positivi e diminuisce quelli negativi?

Se l'utilità del questionario per analizzare le questioni sollevate nelle righe precedenti è confermata, lo strumento sarebbe molto utile per studiare la maggior parte delle variabili legate alla prevenzione dell'AIDS. Riteniamo che gli studi dovrebbero essere condotti utilizzando questa scala per confermare la sua utilità e migliorare l'efficacia dei programmi di prevenzione dell'AIDS.

discussione

Molti programmi di prevenzione si limitano ad aumentare le conoscenze sull'AIDS richiedendo un cambiamento nel comportamento della materia. Tuttavia, la conoscenza non è l'unico fattore o anche il più importante per la modifica del comportamento.

Nella modifica di un comportamento altre variabili sono molto importanti come: conoscenza, conoscenza errata, atteggiamenti positivi, atteggiamenti negativi, autoefficacia, suscettibilità, ecc. L'uso di questo questionario può aiutare a progettare programmi di prevenzione dell'AIDS e migliorarli in modo da aumentare l'effetto di tali programmi sul comportamento.

la scala

Adattamento agli spagnoli della scala (Maldonado, AL e Castillo, L., 2001)

10 Parte: Conoscenza

istruzioni:

Alcuni dei seguenti elementi sono veri e altri falsi. Leggi ogni elemento e cerchia la lettera a sinistra della risposta che ritieni corretta.

3. Le prostitute sono a rischio di contrarre il virus dell'AIDS

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

4. Puoi scoprire se una persona ha l'AIDS semplicemente osservandola.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

5. È possibile ottenere l'AIDS condividendo le siringhe con un tossicodipendente che ha la malattia.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

8. Puoi essere infettato dall'AIDS attraverso il seme.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

9. Le persone possono ridurre la probabilità di contrarre l'AIDS cessando di avere contatti sessuali.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

13. Puoi ottenere l'AIDS condividendo coltelli, forchette e bicchieri.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

17. Gli uomini che hanno l'AIDS possono infettare le donne.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

20. L'AIDS è una malattia che può causare la morte.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

22. Se una persona riceve una trasfusione di sangue infettata da AIDS, può contrarre la malattia.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

24. Le donne che hanno l'AIDS possono infettare gli uomini.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

25. Una persona può ridurre la probabilità di contrarre l'AIDS attraverso l'astinenza sessuale.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

26. Tutti gli omosessuali hanno l'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

30. Uno può ottenere l'AIDS toccando o essendo vicino a una persona con AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

34. Il virus dell'AIDS può essere trasmesso attraverso un rapporto sessuale tra un uomo e una donna.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

35. Tutte le persone che hanno l'AIDS sono gay.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

36. L'AIDS non è qualcosa di così grave, è come avere un'influenza.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

38. Lo stress può causare l'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

39. Posso evitare l'AIDS esercitandomi regolarmente.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

41. È possibile per una persona contrarre il virus dell'AIDS contattando un telefono pubblico.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

43. È possibile acquisire il virus dell'AIDS contattando il bordo del water.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

46. ​​Puoi ottenere l'AIDS stando in una stanza con una persona con AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

48. Esiste un medicinale che ti impedisce di contrarre l'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

50. Puoi contrarre l'AIDS se condividi i tuoi vestiti con una persona infetta.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

52. Le persone con AIDS possono acquisire un'altra malattia a causa dell'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

54. I bambini non in allattamento di madri con AIDS sono a rischio di contrarre la malattia.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

56. Al momento, l'AIDS non ha cura.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

57. Una persona può essere infettata dal virus dell'AIDS e non avere sintomi della malattia.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

60. Le persone possono avere il virus dell'AIDS nel loro corpo e non essere malate.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

61. Le persone possono ottenere l'AIDS stringendo la mano.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

65. L'AIDS si trova solo negli uomini.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

68. L'AIDS può essere diffuso condividendo oggetti personali come pettine o spazzola per capelli.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

69. L'AIDS indebolisce la capacità del corpo di combattere le infezioni.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

70. Puoi ottenere l'AIDS attraverso il rapporto anale.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

75. Puoi ottenere l'AIDS bevendo in una tazza o bicchiere che è stato utilizzato da una persona con AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

77. Il virus dell'AIDS può essere trasmesso abbracciando un'altra persona.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

78. Il virus dell'AIDS può essere trasmesso tra due uomini attraverso il contatto sessuale.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

80. Gli omosessuali sono a rischio di contrarre il virus dell'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

82. Starnuti e tosse possono trasmettere l'AIDS.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

87. Puoi ottenere l'AIDS in piscina.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

89. Puoi ottenere l'AIDS da un'altra persona infetta ma che non ha sintomi.

a) Vero

b) Falso

c) non lo so

20 Parte: opinioni personali

istruzione

Attraverso i seguenti articoli puoi esprimere la tua opinione sui diversi aspetti dell'HIV / AIDS. Leggi ogni articolo con attenzione ma senza spendere molto tempo. Si tu

sei d'accordo con il controllo articolo: ADe Se non sei d'accordo con il controllo articolo:

Non sono Se non puoi esprimere la tua opinione, controlla: Non lo so / Non posso

91. Puoi chiedere al tuo partner sessuale di usare il preservativo.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

94. Rifiuterei di sedermi accanto a una persona con AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

95. Non sono una persona con la possibilità di contrarre l'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

102. Non devo preoccuparmi di contrarre l'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

103. Mi sentirò male usando lo stesso gabinetto e l'armadietto che sono stati usati dalle persone con AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

106. Scegliere il tipo di preservativo che comprerò mi fa confondere.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

111. Posso comprare i preservativi.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

112. È importante che gli studenti conoscano l'AIDS attraverso l'educazione familiare e individuale.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

113. Credo che chiunque inietti droghe dovrebbe essere testato per l'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

114. Le persone con AIDS dovrebbero essere isolate per la sicurezza delle altre persone.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

115. Troppo tempo, denaro e altre risorse vengono spesi per l'AIDS rispetto ad altre malattie.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

116. Posso chiedere al mio partner sessuale se ha fatto sesso con prostitute.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

121. Penso di poter ottenere l'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

129. Posso chiedere al mio partner sessuale se ha avuto rapporti con un bisessuale.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

136. Posso indossare il preservativo nel caso in cui decida di fare sesso.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

139. Il rapporto sessuale non è così piacevole quando si usano i preservativi.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

140. Le persone con AIDS dovrebbero poter salire sull'autobus.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

141. Sono preoccupato per la possibilità di contrarre l'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

146. Dover interrompere temporaneamente i rapporti per indossare un preservativo interrompe il piacere sessuale.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

149. Le persone con AIDS dovrebbero essere autorizzate a vivere in appartamenti.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

151. Gli studenti con AIDS dovrebbero essere autorizzati a frequentare la scuola.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

153. Penso che sia molto importante usare il preservativo ogni volta che fai sesso.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

155. È difficile trovare posti dove comprare i preservativi.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

162. Le persone con AIDS devono essere separate dalla comunità (isolate).

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

164. Penso che siano solo gli omosessuali a preoccuparsi dell'AIDS.

a) Accetto

b) Non sono d'accordo

c) Non lo so / non posso rispondere

Modo di valutare ciascuno degli articoli:

10 Parte: Conoscenza

20 Parte: opinioni personali

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'adattamento spagnolo della scala HIV / AIDS-65, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Altre vite sane.

Raccomandato

Cos'è il femminismo radicale: esempi e frasi
2019
Noduli sotto l'orecchio: cause
2019
Ansia sociale: cause, sintomi e trattamento
2019