Antidepressivi triciclici: a cosa servono, nomi ed effetti collaterali

Gli antidepressivi fanno parte dei farmaci più comuni prescritti nel nostro paese. Gli antidepressivi triciclici (ADT) sono chiamati per la loro struttura chimica, che include due anelli collegati da un altro centrale, dando una struttura tridimensionale. Fanno parte di antidepressivi ciclici, formati da antidepressivi triciclici (tre anelli) e antidepressivi tetraciclici (quattro anelli). Gli ADT sono, insieme agli inibitori delle monoamino ossidasi (MAOI), i più vecchi antidepressivi e continuano a svolgere un ruolo rilevante nella pratica clinica attuale, tuttavia sono stati molto limitati.

Se sei interessato a conoscere l'ADT, in questo articolo, spiegheremo gli antidepressivi triciclici: a cosa servono, i nomi e gli effetti collaterali .

A cosa servono gli antidepressivi triciclici?

Gli antidepressivi triciclici fanno parte del gruppo di farmaci antidepressivi e la loro efficacia è stata dimostrata in ricerche ripetute. È stato dimostrato che l'effetto terapeutico dell'ADT produce un miglioramento o una remissione dei sintomi depressivi in ​​oltre il 65% dei casi. È importante evidenziare che la psicofarmacoterapia non produce una remissione totale del disturbo, tuttavia, ci sono prove evidenti che la combinazione della farmacoterapia con alcuni tipi di psicoterapia aumenta notevolmente il recupero. Cioè, l'opzione migliore è combinare gli antidepressivi con il trattamento psicologico per la depressione. Inoltre, va notato che l'effetto degli antidepressivi triciclici migliora solo l'umore in coloro che hanno precedentemente avuto una sintomatologia depressiva, in modo che non elevino l'umore di una persona che è nella normalità.

Allo stato attuale, si discute se l'indicazione principale di ADT siano le forme più gravi di depressione, la depressione maggiore. Anche così, ci sono diversi disturbi che sono trattati con antidepressivi triciclici con un'indicazione specifica del loro uso. I disturbi psicologici trattati con antidepressivi triciclici sono:

  • Depressione maggiore
  • Disturbo ossessivo compulsivo (DOC)
  • Crisi dell'angoscia con o senza agorafobia
  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • fobie
  • Disturbi somatomorfi e dolore cronico, come nel caso del trattamento con fibromialgia
  • Enuresi primaria

Scelta della droga

Come possiamo scegliere il giusto antidepressivo? Tuttavia, e tenendo presente le indicazioni specifiche di alcuni disturbi trattati con farmaci antidepressivi, in particolare con ADT, è difficile selezionare quello più appropriato, a causa dell'elevato numero di antidepressivi disponibili sul mercato. Tuttavia, gli effetti collaterali che i farmaci producono tendono ad essere generalmente il principale fattore nella scelta del farmaco. Inoltre, è necessario che le variabili di ciascun farmaco siano conformi alle variabili di ciascun profilo del paziente. Le variabili che devono essere prese in considerazione per la corrispondenza tra il farmaco e il paziente sono le seguenti:

Per quanto riguarda il paziente, si terrà conto di quanto segue:

  • Sottotipo di depressione
  • età
  • genere
  • Stato di salute

Per quanto riguarda il farmaco, si terrà conto di quanto segue:

  • Effetti collaterali
  • sicurezza
  • prezzo

Antidepressivi triciclici: nomi commerciali

Gli ADT sono chiamati in base al loro principio attivo, tuttavia hanno tutti un nome commerciale. Successivamente, per ogni farmaco verranno presentati il ​​principio attivo, il nome commerciale, la dose terapeutica e le diverse forme di somministrazione di ciascun farmaco.

Principio attivo: amitriptilina

  • Nome commerciale: Elavil
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Modo di somministrazione: compresse: 10, 25, 50, 75, 100 e 150 mg. o iniettabile: 10 mg / ml.

Principio attivo: clomipramina

  • Nome commerciale: Anafranil
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 100-250
  • Modo di somministrazione: capsule: 25, 50 e 75 mg.

Principio attivo: desipramina

  • Nome commerciale: Norpramin
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Modo di somministrazione: compresse: 10, 25, 50, 75, 100 e 150 mg.

Principio attivo: doxepina

  • Nome commerciale: Sinequan
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Modo di somministrazione: capsule: 25, 50, 75, 100 e 150 mg. o soluzione orale: 10mg / ml.

Principio attivo: imipramina

  • Nome commerciale: Tofranil
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Metodo di somministrazione: compresse: 10, 25 e 50 mg.

Principio attivo: tripipramina maleata

  • Nome commerciale: Surmontil
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Modo di somministrazione: capsule: 25, 50 e 100 mg.

Principio attivo: Nortriptilina

  • Nome commerciale: Aventyl, Pamelor
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 50-150
  • Modo di somministrazione: capsule: 10, 25, 50 e 75 mg. o soluzione orale: 10 mg / 5 ml.

Principio attivo: imipramina pamoato

  • Nome commerciale: Tofranil-PM
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 150-300
  • Modo di somministrazione: capsule: 75, 100, 125 e 150 mg.

Principio attivo: protriptilina

  • Nome commerciale: Vivactil
  • Dose terapeutica (mg / giorno): 15-60
  • Modo di somministrazione: compresse: 5 e 10 mg.

Effetti collaterali degli antidepressivi triciclici

L'ADT, al giorno d'oggi, è considerato un farmaco di seconda o terza scelta a causa della difficoltà di apportare l'adeguamento dell'intervallo di tempo in cui viene somministrato il farmaco e la determinazione della dose da somministrare, nonché le sue implicazioni sulla tossicità. Inoltre, sebbene in genere gli antidepressivi triciclici abbiano un prezzo inferiore rispetto ad altri antidepressivi, il loro rapporto costi-benefici non è così buono, poiché tende ad essere necessario aumentare le consultazioni durante il trattamento con detto farmaco, più test di laboratorio del normale e si stima un avvelenamento maggiore da sovradosaggio e un maggiore indice di interruzione della sua somministrazione a causa degli effetti collaterali che genera.

La somministrazione di ADT può portare a vari effetti collaterali che possono essere raggruppati in quattro grandi categorie: anticolinergico, cardiovascolare, sistema nervoso centrale e altri. Gli effetti collaterali degli antidepressivi triciclici sono i seguenti:

1. Effetti collaterali anticolinergici

  • Secchezza delle fauci
  • costipazione
  • Insorgenza ritardata della minzione
  • Reflusso esofageo
  • confusione
  • Difficoltà per la sistemazione visiva

2. Effetti collaterali cardiovascolari

  • Ipotensione ortostatica
  • palpitazioni
  • ipertensione

3. Effetti collaterali sul sistema nervoso centrale

  • croma
  • sedazione
  • attivazione
  • Contrazioni miocloniche
  • convulsioni
  • Sintomi extrapiramidali

4. Altri effetti collaterali

  • sudorazione
  • Aumento di peso
  • Disfunzione sessuale, come impotenza e riduzione della libido
  • sonnolenza

Il più frequente è sonnolenza, secchezza delle fauci, costipazione e difficoltà ad accomodare la vista. Va notato che il consumo di alcol è controindicato a causa del forte potenziamento del farmaco in questione.

Al fine di prevenire gli effetti collaterali è molto importante somministrarlo lentamente e progressivamente. Inoltre, alcuni degli effetti indesiderati possono essere alleviati riducendo la dose somministrata.

Sovradosaggio di antidepressivi triciclici

In un sovradosaggio di ADT la persona può presentare confusione mentale, delusioni e perdita di coscienza . Inoltre, il sovradosaggio di questi farmaci può causare la morte, a causa della riduzione della frequenza cardiaca e delle aritmie che possono mettere in pericolo la vita della persona.

Interruzione del trattamento con antidepressivi triciclici

Per effettuare un corretto ritiro del farmaco o ridurne la dose con cautela, deve essere fatto in modo sfalsato, riducendo 25 o 50 mg ogni 2 o 3 giorni, per evitare i sintomi di rimbalzo degli effetti collaterali anticolinergici che possono verificarsi se viene sospeso bruscamente . I sintomi più comuni nella sospensione improvvisa degli antidepressivi triciclici sono i seguenti:

  • Nausea e vomito
  • Sintomi gastrointestinali e mal di stomaco
  • colica
  • sudorazione
  • mal di testa
  • Dolore al collo

Pertanto, è molto importante non commettere errori durante l'assunzione di antidepressivi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili agli antidepressivi triciclici: a cosa servono, nomi ed effetti collaterali, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di farmaci psicoattivi.

Raccomandato

Reumatismo psicogeno di origine psicologica
2019
Quando prendere il ferro in gravidanza?
2019
Anemia macrocitica: sintomi, cause e trattamento
2019