Antidolorifici ammessi in gravidanza

Mentre la gravidanza rappresenta una delle fasi più importanti della vita di una donna, implica anche la comparsa di una vasta gamma di sensazioni e sintomi. Questo è il caso di qualsiasi dolore che in altre circostanze potrebbe essere considerato meno importante, ma che dovendo valutare il danno che un determinato farmaco può causare al feto, può indurre la donna a chiedersi quale sia la scelta migliore.

In questo articolo di ONsalus, spiegheremo gli effetti degli antidolorifici più comunemente utilizzati e quali sono gli antidolorifici consentiti durante la gravidanza. Presta attenzione!

Effetti dei farmaci sul feto

Durante la gravidanza, si verificano una serie di alterazioni delle normali funzioni dell'organismo per compensare il fatto di dover mantenere un'altra vita, pur svolgendo le normali funzioni. Ciò implica che potrebbe esserci un aumento della funzione dei reni, la quantità di liquido nel corpo, una diminuzione dei movimenti intestinali o la presenza di determinate proteine ​​nel sangue, che modifica il trasporto e l'eliminazione dei farmaci. .

Di tutti i cambiamenti, il più importante in questo numero è il passaggio del sangue materno attraverso il feto, mentre i farmaci viaggiano attraverso il sangue verso i loro siti di azione. Poiché è la fase più delicata nello sviluppo della vita, è importante conoscere i possibili effetti che un medicinale può avere sul feto, e in particolare quelli di uso più comune, come gli analgesici. Ed è che il consumo di farmaci inappropriati potrebbe portare a ritardi nello sviluppo del feto o nella comparsa di diverse sindromi.

In base agli effetti dei farmaci che hanno sul feto (effetti teratogeni), la ricerca scientifica ha classificato i farmaci in base al loro livello di sicurezza come segue: in gruppi che vanno da A (più sicuro) a D ( più pericoloso) e segna con una X quelli che non dovrebbero mai essere usati durante la gravidanza. Per classificare un farmaco, è necessario tenere conto almeno della fase di sviluppo del feto, della natura e dell'azione del farmaco.

Quali sono gli antidolorifici non sicuri durante la gravidanza

Farmaci antinfiammatori non steroidei

Questo è il gruppo di analgesici più comunemente usato e include ad esempio ibuprofene, ketoprofene, ketorolac, naprossene, tra molti altri. È controindicato soprattutto durante il terzo trimestre di gravidanza, in quanto può portare alla chiusura prematura di una struttura nota come dotto arterioso, che comunica la circolazione del cuore con quella dei polmoni per alleviare quest'ultimo di eccesso di sangue durante il suo sviluppo. La chiusura prematura di questa struttura può causare un'alterazione nello sviluppo dei polmoni del bambino.

È stato fatto un tentativo di collegare l'uso di questi analgesici con un aumentato rischio di aborto durante i primi due trimestri di sviluppo. Altri effetti che possono causare includono: sanguinamento eccessivo durante il parto, predisposizione del bambino al sanguinamento e parto ritardato.

Analgesici oppioidi

Includono codeina, fentanil, morfina e tramadolo, tra gli altri. Sebbene non producano importanti alterazioni nello sviluppo del feto, possono produrre una dipendenza fisica da esso. Ciò significa che il neonato ha una sindrome da astinenza neonatale, che si manifesta con pianto eccessivo, febbre, irritabilità, suzione eccessiva, sudorazione, tra gli altri sintomi.

Inoltre, possono causare depressione respiratoria se somministrati durante l'ultimo trimestre e malformazioni respiratorie se somministrati per periodi prolungati. Se la madre prende analgesici oppioidi e li sospende bruscamente, può causare irritabilità uterina, aborto o parto prematuro.

segale cornuta

Sono farmaci che forniscono sollievo ai pazienti che soffrono di emicrania. Tuttavia, è stato dimostrato un potenziale molto elevato di danno al feto, che causa la costrizione dei vasi sanguigni e pertanto non deve mai essere somministrato in donne in gravidanza.

triptani

Come i precedenti, sono usati per alleviare l'emicrania. Evitare l'uso nel terzo trimestre, poiché possono causare atonia uterina e sanguinamento. Alcuni esempi sono sumatriptan e zolmitriptan.

Quali antidolorifici possono essere assunti in gravidanza

Successivamente, ti mostriamo quali sono i farmaci analgesici ammessi in gravidanza:

paracetamolo

È l'analgesico di scelta per le donne in gravidanza che soffrono di dolore lieve e moderato. Tuttavia, il suo uso è raccomandato per brevi periodi di tempo, poiché esiste la possibilità che produca un'alterazione della funzione renale del feto.

Analgesici oppioidi

Possono essere usati per controllare i dolori più forti. Il problema è la dipendenza e la dipendenza da parte della madre e del bambino, quindi è necessario controllare le dosi, indicare per brevi periodi e interrompere il trattamento il prima possibile. L'uso di cerotti al fentanil è altamente raccomandato.

Farmaci antinfiammatori non steroidei

A condizione che il suo utilizzo sia per periodi molto brevi e sotto la supervisione del medico. Il suo consumo dovrebbe essere sempre evitato dopo la 28a settimana di gestazione. I farmaci di scelta sono ibuprofene, ketoprofene, diclofenac e naprossene.

In caso di emicrania

Dovresti sempre fare un primo tentativo con il paracetamolo. Quando questo non allevia il paziente, dovresti optare per alcuni farmaci della famiglia dei triptani. Non dovresti mai ricorrere a ergotamine. Nel seguente articolo mostriamo alcuni rimedi casalinghi per il mal di testa in gravidanza.

Come non sapevi, il sesso e il rilascio di endorfine che comporta è uno dei migliori analgesici naturali di cui disponiamo. Nel seguente articolo imparerai quali sono tutti i benefici delle relazioni durante la gravidanza.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili agli antidolorifici ammessi in gravidanza, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Miocardite acuta: sintomi e trattamento
2019
Palline grasse nel corpo: perché escono e come eliminarle
2019
Aleris Center
2019