Come aiutare un bambino con dislessia

La dislessia è un disturbo dello sviluppo neurologico che si trova all'interno delle difficoltà di apprendimento specifiche ed è caratterizzato dalla presenza di alterazioni e difficoltà nell'alfabetizzazione. Ma cosa possiamo fare se i nostri bambini o studenti soffrono di dislessia? Come possiamo aiutarti? Puoi trovare le risposte a queste domande in questo articolo su: come aiutare un bambino con dislessia .

Come aiutare un bambino con dislessia in classe

Le esigenze dei bambini con dislessia all'interno della classe sono molto variabili, sempre a seconda delle difficoltà che ogni bambino presenta nel suo caso particolare. Ma tutti hanno in comune un bisogno ed è che richiedono metodi di insegnamento diversi rispetto a quelli tradizionali, quindi in molti casi dovrebbero avere più tempo per poter fare un buon apprendimento significativo, dare loro supporto emotivo e un metodo di insegnamento multisensoriale che fornisce loro diversi mezzi di stimolazione che possono rafforzare e integrare le loro abilità di base. Quindi, proponiamo una serie di raccomandazioni su come aiutare un bambino con dislessia in classe:

  • Sii positivo e costruttivo.
  • Non giudicare le capacità dello studente.
  • Utilizzare le risorse tecnologiche per migliorare le competenze di alfabetizzazione.
  • Dare premesse e ordini, poiché i bambini che soffrono di dislessia tendono a rispondere meglio quando il loro ambiente è strutturato, ordinato e prevedibile.
  • Trasmettere spiegazioni e istruzioni in modo chiaro e, se necessario, più lentamente e ripetutamente.
  • Congratula con le tue capacità, i tuoi punti di forza, i tuoi sforzi e i tuoi progressi per sfruttare questa base e continuare ad avanzare nel tuo apprendimento. Al contrario, non è affatto consigliabile minacciare o punire lo studente per migliorare, poiché ciò non darà risultati, ma avrà effetti negativi sulla propria autostima, sulle prestazioni e sulla fiducia stabilite con l'insegnante.
  • Offrire adattamenti curriculari con l'aiuto dell'opinione e della considerazione del professionista della psicopedagogia della scuola.
  • Resta in contatto con la famiglia del bambino per trasferire informazioni sulla situazione.
  • Eseguire un lavoro congiunto con la famiglia e il professionista fuori dalla scuola.

Suggerimenti per i genitori di bambini con dislessia

Se sospetti che tuo figlio possa soffrire di dislessia o sia stato recentemente diagnosticato, ti consigliamo di informarti il ​​più possibile o di considerare la dislessia necessaria, sempre basata su fonti affidabili, come articoli di ricerca, libri, professionisti della consulenza, tra gli altri In questo articolo spieghiamo come sapere se il bambino ha dislessia. È importante conoscere bene la situazione dei tuoi figli, poiché ciò ti consente di aiutarti con maggiori conoscenze e sicurezza. Ecco alcuni suggerimenti per i genitori di bambini con dislessia:

  • Scopri esercizi o attività che migliorano o favoriscono lo sviluppo di abilità di alfabetizzazione e che puoi fare con i tuoi figli, che siano giocosi o meno.
  • Informare la scuola È importante che gli insegnanti sappiano che hanno a che fare con bambini che soffrono di dislessia, quindi è importante comunicare la diagnosi del bambino agli insegnanti, in modo che dalla scuola lavorino con risorse adattate per questi bambini. È anche importante parlare con gli insegnanti dei supporti e dei servizi che il bambino può ricevere all'interno della scuola.
  • Spiega a tuo figlio cosa gli sta succedendo, in quali aspetti avrà difficoltà e quali benefici potrà trarre da tutto ciò. Non parlare a tuo figlio della dislessia come se fosse una brutta cosa, cerca di vedere il lato positivo entro i loro limiti e, allo stesso tempo, sii consapevole delle loro difficoltà di alfabetizzazione. Se non spieghi al bambino che soffre di dislessia o che cos'è questo disturbo dell'apprendimento, probabilmente avrà un'intolleranza alla frustrazione, dal momento che non saprà da dove provengono le sue difficoltà durante la lettura e la scrittura. D'altra parte, se il bambino viene informato, capirà che probabilmente scrive e legge peggio dei suoi compagni di classe e non si sentirà inferiore al riguardo. Inoltre, è anche importante dimostrare al bambino che il fatto di soffrire di dislessia non implica un fallimento nella vita, che non è diverso dagli altri bambini e che se viene proposto un obiettivo, lo raggiungeranno.

Avere quante più conoscenze possibili sulla dislessia consente ai genitori di sapere come dovrebbero trattare i loro figli con dislessia e di gestire la situazione insieme a uno specialista e alla scuola.

Come aiutare un bambino con dislessia a casa

Come aiutare un bambino con dislessia a casa? Esistono diverse attività che possono aiutare i bambini con dislessia a migliorare il loro livello di capacità di alfabetizzazione. Queste sono attività attraverso il gioco che possono essere svolte a casa, con l'aiuto e il supporto dei genitori. Ecco alcuni esempi:

  • Effettua ricerche di parole .
  • Gioca per fare rime .
  • Leggere un libro insieme : ad esempio, il bambino inizia a leggere la prima pagina, la seconda viene letta dall'adulto che accompagna, nella terza pagina è il bambino che legge, e così via. Qui spieghiamo come aiutare il bambino a leggere.
  • Esercizi laterali: impartisci ordini al bambino, ad esempio "tocca l'orecchio sinistro con la mano destra".
  • Esercizi per lavorare le sillabe : questi esercizi sono utili per promuovere la consapevolezza delle sillabe. Ad esempio, gioca a concatenamento di parole, che consiste nel cominciare con una parola e continuare a dire parole che iniziano con l'ultima sillaba della precedente (esempio: puer-ta, ta-pa, pa-dre, ...). Un altro esempio è quello di separare le parole in sillabe, il bambino può aiutare schiaffeggiando ogni sillaba che separa (esempio: separare le sillabe dalla scala delle parole, quante ne hai? Es-ca-le-ra: 4). Gioca per omettere, aggiungere e / o sostituire sillabe (esempio di omissione: cosa rimarrebbe se la terza scala venisse rimossa dalla terza sillaba? Es-ca-ra). Gioca a see-see con sillabe (esempio: see-see una piccola cosa che inizia con la sillaba "is"), tra gli altri.
  • Esercizi per lavorare i fonemi (suoni): puoi usare gli stessi giochi come nel caso delle sillabe ma adattarli ai suoni, ad esempio, pronunciare una parola "loop" e chiedere al bambino se quella parola ha il suono "z", gioca a see-see con i suoni (vedi-see una piccola cosa che inizia con il suono "s"). Questi sono giochi che incoraggiano il bambino a praticare i diversi suoni delle lettere in modo divertente.
  • Esercizi per lavorare i campi semantici : nominare una parola e giocare per nominare altre parole derivate dal suo stesso campo semantico (esempio: torta, pasticcere, pasticceria).
  • Esercizi per lavorare sulla composizione delle frasi : conta mentalmente le parole contenute in una frase. Scrivi una frase senza spazi e chiedi al bambino di separare le parole con delle strisce (esempio: oggi / fa caldo). Proponi una frase al bambino e gioca per sostituire alcune parole con altre o gioca per eliminare una parola dalla frase per vedere il risultato finale della frase.
  • Esercizi per lavorare sulla discriminazione visiva : comporta lo svolgimento di attività che favoriscono la capacità del bambino di differenziare le lettere in base al loro orientamento simile (esempio: fare una zuppa di lettere con le lettere "b", "p" e "d", il bambino devi contrassegnare tutte le lettere "b" di un colore e così via con ogni lettera).

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come aiutare un bambino con dislessia, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Disturbi dell'apprendimento.

Raccomandato

Come aiutare una persona che è sola
2019
Perché ho sempre sonno?
2019
Proprietà della fabbrica
2019