Come smettere di procrastinare

Tutte le persone hanno rinviato più di una volta compiti che non volevamo fare e sostituiti da un'altra attività non importante. Nonostante ciò, procrastinare o posticipare le azioni inizia a essere oggetto di studio della psicologia, dimostrando che si tratta di un concetto complesso con molteplici cause e manifestazioni. Se vuoi saperne di più su questa tendenza e su come prevenirla e affrontarla, continua a leggere questo articolo su: Come smettere di procrastinare . Qui troverai ciò che è procrastinato e cosa possiamo fare per evitarlo.

Qual è la procrastinazione in psicologia

Che cos'è la procrastinazione? Al fine di comprendere appieno il termine, si procede a svelarne il significato, nonché i motivi per cui ciò accade e le conseguenze della procrastinazione. Distingueremo anche i tipi esistenti.

Che cosa è procrastinato

L'origine etimologica della parola procrastinazione è in latino; Pro è avanti e crastinus si riferisce al futuro. Procrastinare è, quindi, l'atto di posticipare o posticipare attività e situazioni per gli altri che sono più piacevoli, anche se irrilevanti. Attraverso questo atto c'è un'evasione di responsabilità o azione usando altri compiti che servono da riparo e scusa.

Nella procrastinazione si possono distinguere due diversi livelli : eventuale e cronico.

  • Eventuale: si riferisce a persone che non pospongono regolarmente, ma in modo tempestivo.
  • Cronico: il secondo a chi lo fa costantemente e in molte situazioni diverse.

Perché viene procrastinato?

Tra le cause o i fattori esplicativi della procrastinazione, sono stati identificati i seguenti:

  • Difficoltà di autoregolazione e adeguata gestione del tempo: l' incapacità di ritardare la gratificazione immediata e la bassa tolleranza alla frustrazione, nonché le difficoltà nell'organizzazione temporanea possono essere alla base della tendenza a posticipare.
  • Paura del fallimento e del perfezionismo: prima di un'azione che non ha garanzia di successo e c'è una possibilità di fallimento, le persone possono inconsciamente cercare di evitare quel momento come un modo per proteggere la propria autostima.
  • Immagine di sé bassa e concetto di sé: credenze irrazionali secondo le quali le persone si percepiscono come non competenti e quindi hanno la tendenza ad evitare determinate attività o azioni.
  • Ansia: la saturazione e l'accumulo di lavoro possono aumentare la sensazione di vulnerabilità e lo sviluppo di pensieri catastrofici, quindi è possibile che le persone presentino difficoltà nel processo decisionale, nell'insicurezza e nell'immobilizzazione.
  • Percezione dell'azione: se viene percepito un atto travolgente, difficile, noioso o stressante, le possibilità di procrastinare aumentano.
  • Dilatazione: è un comportamento evasivo che viene utilizzato come meccanismo per evitare di affrontare un compito che ci provoca ansia o paura, quindi viene compiuto un altro atto che produce un sollievo temporaneo per sfuggire allo stress.
  • Temporalità: il tempo è uno dei fattori che influenzano la procrastinazione, quindi più l'obiettivo è, c'è una maggiore tendenza alla procrastinazione, in molti casi a causa della perdita di motivazione.
  • Impulsività: l' impulsività e l'impazienza si traducono in una mancanza di autocontrollo, che può spiegare l'atto di procrastinare.

Tipi di procrastinazione

Dalle varie cause di questo rinvio, viene fatta una distinzione tra diversi tipi di procrastinazione:

  • Procrastinazione per evasione: la procrastinazione è un comportamento evitante per paura di fallire o sentimenti di vulnerabilità a un compito.
  • Procrastinazione per attivazione: si riferisce al ritardo fino alla fine o al limite, fino a quando non vi è altra scelta che eseguire l'attività.
  • Procrastinazione per indecisione: la persona dedica un eccesso di tempo a pensare a come svolgere il compito o alza troppe opzioni, ruminando mentalmente neuroticamente.

Conseguenze della procrastinazione

In casi estremi, l'atteggiamento evasivo può portare allo sviluppo della dipendenza da queste altre attività o elementi esterni che svolgono la funzione di evasione, come la televisione o il cellulare, a volte generando dipendenza. Questa tendenza è presente in tutti i gruppi di popolazione, e non solo tra i giovani, come è stato normalmente creduto a causa dell'esistenza della cosiddetta sindrome da studente, che si riferisce ai fenomeni con cui nella sfera accademica le persone pospongono il compiti fino alla scadenza per la consegna. Tuttavia, questo atteggiamento non è limitato all'area degli studi, ma è presente in molte altre aree della vita.

Come smettere di procrastinare

Se ti chiedi come smettere di procrastinare, dovresti sapere che la procrastinazione è concepita come un problema volontario, cioè legato alla volontà. È anche legato alla mancanza di autoregolazione e di autocontrollo, nonché a difficoltà nella pianificazione e nella gestione del tempo. Pertanto, l'approccio a questa tendenza di rinvio è normalmente orientato al lavoro e alla formazione di queste competenze, aumentando le capacità organizzative, la responsabilità e l'autostima della persona.

Come smettere di procrastinare: 15 passaggi

La procrastinazione comporta una serie di conseguenze negative come senso di colpa, stress, peggioramento delle prestazioni, mancanza di autostima, ansia, ecc. Pertanto, è importante integrare quotidianamente una serie di abitudini che impediscono o riducono la tendenza a posticipare. Ecco una serie di chiavi e strategie per evitare la procrastinazione :

  1. Inizia l'attività: il primo passo per imparare a smettere di procrastinare è forzarti ad iniziare l'attività. Per facilitare questa spinta puoi aggiungere elementi piacevoli che ti aiutano a superare quella resistenza e a motivarti, come suonare la musica. Il più difficile è il primo passo, una volta fatto è molto più facile continuare.
  2. Eliminare le distrazioni: per facilitare la concentrazione su un'attività, eseguire un controllo dello stimolo, per cui quelli che sono allettanti o difficili da svolgere non vengono tenuti in vista o vicini. Prova anche a ridurre al minimo le possibili interruzioni che puoi prevedere.
  3. Analizza il tuo ambiente di lavoro: come smettere di procrastinare? Continua a valutare il tuo attuale ambiente di lavoro e gli elementi che lo compongono e cerca di identificare se uno di essi (disturbo, luce, ecc.) Sta ostacolando la nostra attività. È anche positivo cambiare il posto di lavoro di volta in volta.
  4. Fissare obiettivi: può aiutare a evitare la procrastinazione impostando obiettivi seguendo la tecnica SMART. Il suo acronimo in inglese afferma che quando si definiscono gli obiettivi sono specifici, misurabili, raggiungibili, raggiungibili e tempo limitato per promuovere il loro raggiungimento.
  5. Semplificare: uno degli elementi che può generare questo atteggiamento di rinvio è la percezione del compito da svolgere come travolgente, difficile e / o pesante, rendendolo più grande di quello che è realmente. Per superare questa percezione e aumentare la forza di volontà, è consigliabile dividere gli obiettivi per renderli più piccoli, compresi i passi da compiere in ciascun sotto-obiettivo. In questo modo puoi vedere più chiaramente e concretamente le azioni e le procedure necessarie per raggiungere l'obiettivo, oltre a superare la percezione iniziale del compito.
  6. Piano: per evitare la procrastinazione, utilizzare calendari, elenchi, tempistiche e ordini del giorno che in modo visivo sono utili per programmare le attività da svolgere in base agli obiettivi e all'organizzazione del tempo. Come smettere di procrastinare? Monitorare e rivedere la conformità con il piano su base regolare.
  7. Pianifica pause: fai delle pause ogni volta x, ad esempio 45 minuti, mentre esegui un'attività, oltre a impostare il tempo per questi respiri. In questo modo, la tua prospettiva dell'attività non sarà così negativa, poiché saprai in anticipo che sarai in grado di mettere in pausa e quando saranno.
  8. Gestire l'energia: per evitare la procrastinazione, quando la pianificazione non lo fa solo sulla base di criteri temporanei, analizzare e identificare in quali momenti o momenti hai più energia o sei una persona più produttiva e tenerne conto durante la programmazione della tua giornata .
  9. Imposta limiti: imposta una limitazione temporanea per risolvere un obbligo e impostare una piccola ricompensa per aver terminato in tempo.
  10. Usa app: ci sono diverse applicazioni mobili che possono essere utili nel tuo obiettivo per smettere di procrastinare, alcune sono Todoist, Quality Time, Corkulous, Stay focus, Time Tune, ecc.
  11. Cerca azienda: come smettere di procrastinare? La ricerca di una compagnia dall'esecuzione di quei compiti che cerchiamo di evitare con un'altra persona può essere un incentivo per svolgerli, oltre a promuovere la supervisione di un'altra persona.
  12. Renderlo pubblico: se annunci alle persone della tua cerchia ristretta quei compiti che devi svolgere, è più probabile che ti senta responsabile di assolverlo di fronte ad altre persone e senti un po 'più di pressione per evitare di rimandare.
  13. Riflettere: dedicare qualche minuto a pensare e analizzare le conseguenze negative del rinvio di ciascuna attività, viene valutato il costo della mancata esecuzione dell'azione.
  14. Premiati: è importante includere la motivazione nel processo di smettere di procrastinare, quindi rinforzati con piccole ricompense che trovi gratificanti. Si consiglia di stabilire i premi in anticipo in modo che non si tratti di un premio eccessivo o di troppi.
  15. Sii flessibile: non trattarti con eccessiva durezza se non riesci a smettere di procrastinare in breve tempo, dal momento che è un processo e comporta l'instaurarsi di abitudini. Pertanto, presta attenzione ai piccoli progressi e progressi che stai avendo.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come smettere di procrastinare, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Crescita personale e auto-aiuto.

Raccomandato

Perché l'acqua esce dal naso quando si piega
2019
Milza gonfia: cause, sintomi e trattamento
2019
Posso prendere l'aspirina con il mio ciclo?
2019