Cos'è il bovarismo in psicologia: significato ed esempi

Madame Bovary è il titolo di uno dei romanzi più famosi nella storia della letteratura. La protagonista di questo romanzo dà il nome alla sindrome di Madame Bovary. Il bovarismo è caratterizzato da una insoddisfazione permanente a causa della realtà, che si scontra con le alte aspettative e desideri delle persone che non si realizzano. Se vuoi conoscere l'origine di questo termine, nonché le caratteristiche, il trattamento e gli esempi di questa sindrome, scopri nel nostro articolo: Cos'è il bovarismo in psicologia: significato ed esempi .

Bovarismo: significato

Il bovarismo, chiamato anche sindrome di Madame Bovary, deve il suo nome a Emma Bovary. È di grande importanza conoscere la storia di questa sindrome per comprendere appieno il bovarismo in psicologia.

Il concetto di bovarismo prende il nome da Madame Bovary, il personaggio del romanzo di Gustave Flaubert, un classico della letteratura universale. In questo romanzo del 1857, l'autore ha creato un personaggio che si distingue per la sua grande profondità psicologica, Emma Bovary. Il romanzo racconta la storia di Emma, ​​che è sposata con il dottor Charles Bovary e, sebbene provi un grande amore per lei, Emma non appartiene.

L'origine dell'insoddisfazione coniugale di Emma risiede nei romanzi romantici che ha divorato sin da giovane, quindi sviluppa un concetto immaginario e idealizzato di amore e relazioni affettive. Suo marito Charles non risponde alle aspettative di Emma e ama le fantasie, non assomiglia agli eroici protagonisti dei romanzi per adolescenti. La mancanza di una relazione di coppia appassionata e ossessiva aggiunge Emma in uno stato di enorme insoddisfazione emotiva .

Man mano che aumentano i sentimenti di monotonia, mediocrità e insoddisfazione per la vita reale, Emma si rifugia maggiormente nei romanzi d'amore che ha letto quando era giovane. Quindi, inizia a fantasticare sulla vita amorosa che aveva sempre sognato, al punto di allontanarsi sempre più dalla realtà e di non essere in grado di distinguere la fantasia dalla realtà.

In seguito a questo romanzo, il filosofo francese Jules de Gaultier coniò questo termine nel 1892 nel suo studio del romanzo e personaggio di Emma, Le Bovarysme, la psicologia nell'uvre di Flaubert . Dieci anni dopo, questo stesso filosofo scrisse Le Bovarysme, una tesi sulla psicologia dei personaggi nel romanzo di Flaubert. Ecco perché il bovarismo o la sindrome di Madame Bovary si riferisce a uno stato di insoddisfazione cronica, con la quale la realtà viene negata o respinta.

Cos'è il bovarismo in psicologia

Il bovarismo in psicologia fu coniato nel ventesimo secolo, poiché alla fine degli anni '40 questa sindrome iniziò a essere studiata in psicoanalisi. Dalla psicologia è un termine che è ancora usato per riferirsi a una sindrome che è caratterizzata da insoddisfazione permanente e frustrazione a causa della discrepanza tra aspettative e aspirazioni, di solito sproporzionate e ossessive, e la realtà, al contrasto o alla distanza che Esiste tra entrambi.

I sintomi del bovarismo sono legati alla psicologia del protagonista del romanzo e sono stati identificati i seguenti:

  • Aspettative irreali : le persone con questa sindrome sviluppano aspettative e obiettivi fantasiosi, irreali e sproporzionati, il che porta a una prospettiva sbagliata sulla realtà. Sembra anche frustrazione per l'incapacità della realtà di rispondere alle aspettative sollevate dalla persona.
  • Obiettivi impossibili: l'istituzione di obiettivi e scopi irrealizzabili prevale anche a causa delle difficoltà della persona nel sostenere e sopravvivere alla realtà, che genera intensa angoscia e disagio. C'è un desiderio di cose che sono al di fuori della portata della persona; le aspirazioni non sono tracciate in base alla coscienza della persona e alle sue condizioni reali, si basano su idealizzazioni soggettive.
  • Bias di conferma: questo bias si riferisce all'accettazione delle informazioni in modo selettivo e in base al suo adattamento con le aspettative e le idee distorte che la persona sostiene, in modo che finiscano per nutrirsi. D'altra parte, quell'informazione che contraddice la realtà immaginaria viene respinta. Pertanto, vi è un'interpretazione della realtà distorta e una perdita del senso di obiettività e giudizio critico.
  • Negazione della realtà: la negazione è usata come strategia di difesa e difesa. La persona con questa sindrome sfugge ed elude la realtà, che non può sopportare, per continuare a vivere nella fantasia che ha creato. Questa negazione porta ad una mancanza di responsabilità per i propri atti e comportamenti.
  • Assenza di conoscenza di sé: incapacità di percepirsi realisticamente, l'auto-percezione è idealizzata. Non sono in grado di riconoscere i propri limiti e punti deboli. Inoltre, la reazione è drammatica ed eccessiva di fronte a qualsiasi piccolo conflitto, così come l'atteggiamento paranoico verso le altre persone.

Sebbene la sindrome di Madame Bovary non sia diagnosticata come un disturbo e non compaia nel manuale diagnostico della psicologia, è un termine usato per definire una serie di caratteristiche e sintomi che si traducono in un'influenza sul comportamento e sulla personalità.

Questa sindrome ha conseguenze psicologiche nelle persone che la sviluppano ed è correlata ad altri disturbi psicologici, ma a cosa è associata la sindrome del bovarismo? Le caratteristiche che definiscono la sindrome di Madame Bovary sono presenti in alcuni dei disturbi della personalità, in particolare nel disturbo borderline della personalità, nel disturbo narcisistico della personalità e nel disturbo istrionico della personalità.

Nel bovarismo, come nel narcisismo, esiste un'immagine idealizzata della persona o di alcuni suoi aspetti, così come l'esistenza di sentimenti di grandezza e egocentrismo . Anche la tendenza al dramma, l'esagerazione delle emozioni e la teatralità presenti nel bovarismo è una caratteristica della personalità istrionica. Inoltre, la sensazione cronica di vuoto che caratterizza la sindrome di Madame Bovary è caratteristica del disturbo borderline di personalità. L'insoddisfazione e il malcontento cronico di solito portano allo sviluppo di sintomi depressivi e ansiosi. C'è un'intensa tendenza alla malinconia e alla distimia o alla forma cronica di depressione. Puoi anche identificare la rabbia e la rabbia, a causa della frustrazione per la realtà, a volte con comportamenti aggressivi e / o autodistruttivi. Generalmente, è a causa di questa sintomatologia che la persona di solito va in terapia.

Come trattare il bovarismo

In questa sezione dell'articolo discuteremo come trattare il bovarismo. Gli obiettivi del trattamento del bovarismo sono orientati a un'interpretazione più realistica della realtà, nonché a incoraggiare l'accettazione e l'adattamento della persona ad essa.

Normalmente, le persone che vanno in terapia non lo fanno a causa della stessa sindrome di Bovary, poiché non sono consapevoli della loro alterazione della realtà. Il motivo per cui di solito cercano un aiuto professionale, come menzionato sopra, è la sintomatologia ansiosa depressiva della persona, cioè il disagio emotivo. Pertanto, il primo obiettivo è la consapevolezza del problema da parte della persona. Il professionista deve comprendere e spiegare il meccanismo del diniego come strategia di difesa e di difesa, nonché illustrarlo con esempi della propria vita per promuovere la consapevolezza.

Una volta che la persona è a conoscenza, le strategie su come curare la sindrome di Madame Bovary si concentrano sulla modifica dei pregiudizi e dei modelli sia affettivi che cognitivi che sono alla base del bovarismo. Ecco perché, nel trattamento del bovarismo , si genera una riflessione e un'analisi sul modo di pensare e sentire, sia in relazione alla persona stessa e ai suoi dintorni, sia alle conseguenze o agli effetti che sta avendo sulla sua vita.

D'altra parte, è necessario lavorare sul concetto di della persona, in modo che sia realistico, oltre a promuovere l'autostima in alcuni aspetti della personalità della persona. Infine, viene messa in pratica la radicale accettazione della realtà, poiché non è possibile cambiare la realtà senza previa accettazione di essa. È necessario che la persona capisca che accettare la realtà non è rassegnarsi passivamente ad essa, ma un passo necessario e vitale per cambiarla. La conoscenza della realtà porta all'identificazione di ciò che vuoi cambiare.

Attraverso l'autoconoscenza e l'accettazione della realtà, vengono stabiliti obiettivi raggiungibili e le priorità vitali della persona vengono ripensate in base alle risorse personali e ambientali. Il professionista deve favorire le strategie per il raggiungimento degli obiettivi e per far fronte al trattamento del bovarismo.

Esempi di bovarismo

Per comprendere meglio il bovarismo, il romanzo di Madame Bovary è stato adattato più volte al cinema. Per ottenere un esempio illustrato di questa sindrome, puoi guardare uno di questi film. Troviamo esempi di bovarismo in:

  • Madame Bovary di Jean Renoir (1934)
  • Madame Bovary di Carlos Schlieper (1947)
  • Madame Bovary di Vincente Minnelli (1949)
  • La figlia di Ryan di David Lean (1970)
  • Madame Bovary di Claude Chabrol (1991)
  • Le ragioni del cuore di Arturo Ripstein (2011)
  • Primavera in Normandia di Anne Fontaine (2014)
  • Madame Bovary di Sophie Bartes (2014)

Altri esempi di bovarismo si trovano nella rappresentazione dell'archetipo di Emma Bovary come donna disperata e casalinga. Le donne casalinghe e la classe media americana dopo la seconda guerra mondiale sono un esempio della sindrome di Madame de Bovary, poiché insoddisfatte dello stile di vita che sono state relegate a causa delle convenzioni sociali, questo stile non ha soddisfatto I tuoi bisogni e desideri individuali. Questo problema o insoddisfazione fu descritto da Betty Friedan nel 1963 nel suo libro "Il misticismo della felicità" . Questo archetipo di casalinga insoddisfatto è stato interpretato attraverso il personaggio di Séverine Serizy nel film "Bella by day" di Luis Buñuel, nonché attraverso il personaggio di Carmela Soprano nella serie di "Los Soprano" . Un esempio attuale di bovarismo, di questa insoddisfazione cronica, può essere trovato nel sentimento di vuoto collettivo derivato dall'attuale sistema capitalista. L'evasione di questa realtà è personificata nel consumismo, che viene utilizzato per alleviare questa insoddisfazione per un momento e in modo effimero, anche se la sensazione di vuoto e insoddisfazione non richiede molto tempo per riapparire.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Che cos'è il bovarismo in psicologia: significato ed esempi, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Cos'è il femminismo radicale: esempi e frasi
2019
Noduli sotto l'orecchio: cause
2019
Ansia sociale: cause, sintomi e trattamento
2019