Cos'è la disfasia: definizione, tipi, cause e trattamento

Le persone con disfasia tendono a mostrare difficoltà nella comprensione e nell'espressione del linguaggio. Inoltre, non solo acquisiscono la lingua in ritardo, ma lo fanno in modo errato in termini di fonetica, struttura o contenuto. Vuoi saperne di più sulla disfasia? Quindi non esitare a continuare a leggere questo articolo: Cos'è la disfasia: definizione, tipi, cause e trattamento .

Definizione di disfasia

La disfasia o anche definita disturbo del linguaggio specifico è definita come un'alterazione nello sviluppo del linguaggio che si verifica senza essere influenzata dagli altri fattori evolutivi. È un'alterazione della lingua che si manifesta dall'inizio dello sviluppo linguistico, che appare in ritardo e colpisce la persona in modo duraturo, con gravità minore o maggiore. Pertanto, è considerata un'innata difficoltà della persona. Inoltre, la disfasia è considerata una specifica compromissione del linguaggio poiché non è giustificata da alcun deficit sensoriale, motorio, intellettuale o socio-emotivo, ma è un disordine unico ed esclusivo dell'elaborazione del linguaggio. È necessario differenziarlo dalla dislessia e dalla disatria.

Sebbene la disfasia sia una specifica compromissione della lingua, può anche coesistere con altri disturbi, come disabilità intellettiva, disturbo dello spettro autistico, tra gli altri. Quindi è importante differenziare l'origine delle variabili che influenzano la persona, ovvero differenziare aspetti e difficoltà strettamente linguistici dalle altre variabili che sono dovute a un altro disturbo diverso dalla disfasia.

Le persone che soffrono di disfasia, come conseguenza delle affezioni del disturbo, non solo presentano difficoltà nel linguaggio, ma mostrano anche la loro capacità di interagire, attenzione e comportamento . Pertanto, le persone con disfasia presenteranno caratteristiche come le seguenti:

  • Difficoltà a interagire con i colleghi.
  • Isolamento. La stessa persona decide di isolare se stessa o i suoi compagni di isolarlo.
  • Diminuzione dell'attenzione al lavoro.
  • Un'altra caratteristica delle persone con disfasia è che tendono ad essere ripetitive nelle loro abitudini.
  • Difficoltà ad acquisire conoscenza.
  • Difficoltà nella comprensione dello spazio e del tempo.
  • Un'altra caratteristica delle persone che soffrono di disfasia è che hanno maggiori complicazioni cognitive rispetto alle persone che non soffrono di disfasia.

Tipi di disfasia

Si possono distinguere tre tipi di disfasia:

  • Disfasia motoria o espressiva : le persone che soffrono di questo tipo di disfasia mostrano un buon livello di comprensione ma, allo stesso tempo, hanno una straordinaria difficoltà nel poter imitare i suoni di fonemi e parole e hanno un linguaggio spontaneo scarso e scarso.
  • Disfasia sensoriale o ricettiva : questo tipo di disfasia è caratterizzata dalla presenza di difficoltà nelle associazioni verbali, nell'interpretazione del linguaggio ambientale (ad esempio, difficoltà nell'interpretazione delle sensazioni che i colori chiari ci danno in una stanza) e nell'evocazione Verbo degli oggetti (difficoltà nel ricordare il nome degli oggetti, ad esempio, quando si dice "l'ho avuto sulla punta della lingua" intendiamo che abbiamo trovato difficile ricordare il nome di un oggetto particolare).
  • Disfasia mista : questa disfasia si riferisce all'insieme dei sintomi motori e sensoriali che sono interessati, ovvero include le difficoltà dei due tipi di dispasie precedenti.

Cause di disfasia

La disfasia ha origini diverse. Le cause della disfasia che possiamo trovare sono:

  • Trauma o colpi in alcune aree del cervello.
  • Tumore al cervello
  • Cause di disfasia causata al momento del parto (ad esempio, mancanza di ossigeno alla nascita, trauma cerebrale durante il parto, tra gli altri).
  • Malattie infettive che colpiscono il cervello.
  • Fattori genetici ed ereditari.
  • Un'altra causa di disfasia è l'alterazione degli organi coinvolti nell'emissione del linguaggio.
  • Cause ambientali: si riferiscono all'influenza negativa sullo sviluppo emotivo ed emotivo da parte dell'ambiente familiare, sociale, culturale e naturale della persona.

Trattamento della disfasia

Non esiste un modello di trattamento unico per la disfasia o il disturbo del linguaggio specifico poiché ogni persona è diversa e, pertanto, presenta difficoltà e bisogni diversi. Per questo motivo, è consigliabile adattare il trattamento all'età e alle caratteristiche individuali del paziente. Ma esiste un modello usuale composto da tre livelli, che devono essere adattati alla persona e, pertanto, non ci saranno due uguali. I tre livelli di trattamento della disfasia sono descritti di seguito:

  1. Il primo livello è la cosiddetta "stimolazione rinforzata", che consiste nel presentare al paziente stimoli comunicativi e verbali naturali in contesti reali e di facilitazione, in cui il paziente può attuare le strategie coinvolte nell'uso del linguaggio. In questo modo, è destinato ad aumentare la stabilità degli stimoli e delle strategie e, inoltre, ad aumentare l'intensità delle interazioni che il paziente stabilisce con altre persone.
  2. Il secondo livello si riferisce alla cosiddetta "ristrutturazione del linguaggio", in cui intende modificare tutti gli aspetti della comunicazione e del linguaggio al fine di facilitarne lo sviluppo. A questo livello, si propone di introdurre metodi che possono aumentare la facilità di comunicazione, come l'aggiunta di informazioni visive, tattili o motorie, oltre alla componente acustica del parlato.
  3. Infine, il terzo livello del trattamento della disfasia è caratterizzato dall'introduzione di un sistema di comunicazione alternativo, nei casi in cui la comunicazione verbale non è possibile o è molto limitata. In alcuni casi, questa sarebbe la soluzione definitiva, sebbene nella maggior parte dei casi questo sistema alternativo finisca per diventare un sistema che aumenta lo sviluppo della capacità comunicativa.

Va notato che questi tre livelli sono complementari e flessibili. Semplicemente, è una piccola guida pratica che alcuni professionisti raccomandano di trattare la disfasia.

Se vuoi saperne di più, qui puoi vedere la differenza tra disfasia e dislalasia infantile.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cos'è la disfasia: definizione, tipi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Disturbi dell'apprendimento.

Raccomandato

Suggerimenti per accelerare il metabolismo
2019
Cause di globuli bianchi bassi
2019
Enfisema polmonare: sintomi, cause e trattamento
2019