Cos'è la psicopedagogia: definizione e funzioni

L'origine della psicopedagogia è strettamente correlata al processo di apprendimento e alle difficoltà presentate dalle persone che mostrano alterazioni nel loro sviluppo, ostacolando così il loro apprendimento per continuare a studiare allo stesso modo delle persone che non hanno alcun tipo di difficoltà o alterazione

La psicopedagogia come professione nacque (o emerse) negli anni cinquanta, che apparve insieme alla creazione delle prime cliniche psicopedagogiche volte a frequentare i bambini con difficoltà di sviluppo durante la fase scolastica che richiedevano adattamenti psicopedagogici e aiuti specializzati, al fine di migliorare l'apprendimento di questi bambini.

Se vuoi saperne di più sulla psicopedagogia, non esitare a continuare a leggere questo articolo di: cos'è la psicopedagogia: definizione e funzioni .

Definizione di psicopedagogia

Cos'è la psicopedagogia? La psicopedagogia è una disciplina caratterizzata dalla sua presenza nel campo dell'educazione . Questa disciplina è una branca della psicologia che è responsabile dell'applicazione delle conoscenze psicologiche e pedagogiche ai problemi del campo educativo, al fine di arrivare a una formulazione più appropriata di metodi pedagogici e di insegnamento.

Cosa studia la psicopedagogia? Come abbiamo accennato, la psicopedagogia studia e lavora su aspetti legati all'apprendimento e alle difficoltà che possono sorgere in relazione ad esso. Tenendo conto del fatto che l'apprendimento è un processo di cambiamento e modifica del comportamento della persona, in un tempo e uno spazio specifici, gradualmente e dovuto all'interazione dello studente con il suo ambiente. Pertanto, l'oggetto dello studio e dell'intervento della psicopedagogia è l'apprendimento e le difficoltà e i disturbi dell'apprendimento.

Cos'è la psicopedagogia come professione?

Cos'è la psicopedagogia come professione? È una disciplina che è responsabile del lavoro di quelle difficoltà di apprendimento mostrate da persone con un deficit o un'alterazione nel loro sviluppo, pertanto è possibile rilevare situazioni che possono essere trattate sia a scuola che da casa. Che tipo di casi tratta la psicopedagogia?

Da un lato, da scuola, sono gli insegnanti che possono rilevare una situazione in cui sospettano che un certo studente possa aver bisogno dell'aiuto o del supporto di un professionista della psicopedagogia. Ad esempio, se un insegnante indica ai suoi studenti che dovrebbero scrivere una copia, in questo caso potrebbe rilevare le difficoltà che i suoi studenti hanno riguardo alla scrittura in base alla loro età. Una volta rilevata la situazione, gli insegnanti dovrebbero contattare i genitori dello studente per spiegare la situazione e, congiuntamente, trovare una soluzione, andando in psicopedagogo scolastico o un professionista esterno. È importante parlare con genitori o tutori legali poiché in questo caso hanno a che fare con minori e la scuola non ha il potere di decidere su queste persone.

D'altra parte, da casa, sono i genitori, i tutori legali o i parenti che possono rilevare che la persona mostra difficoltà di apprendimento. Ad esempio, un padre dice a sua figlia di leggerlo una storia, quando si rende conto che sua figlia ha alcune difficoltà nella lettura . Una volta rilevata la situazione, i genitori devono decidere cosa fare per trovare una soluzione che aiuti la figlia a migliorare.

Funzioni di psicopedagogia

La psicopedagogia è una branca della psicologia, proprio come potrebbe essere la psicologia clinica. La psicopedagogia è una disciplina che ha parte della psicologia e parte dell'educazione, quindi comprende funzioni di entrambi. Finora abbiamo parlato del ruolo della psicopedagogia nell'apprendimento delle persone. Per questo motivo, è importante notare che non impariamo solo quando siamo bambini e siamo in un centro educativo, ma impariamo dal momento in cui nasciamo fino al momento in cui moriamo. Non smettiamo mai di imparare ed è per questo che le funzioni della psicopedagogia si occupano di tutte le fasi dello sviluppo, cioè di tutte le età. Di seguito, mostriamo un elenco delle funzioni della psicopedagogia, ovvero i compiti svolti da questi professionisti:

  • Fornire attenzione agli studenti con bisogni educativi speciali che impediscono loro di apprendere allo stesso ritmo dei loro compagni di classe che non hanno difficoltà. Questa funzione viene svolta insegnando in piccoli gruppi o individualmente, adattando materiali e attività alla capacità e al ritmo di ogni studente mantenendo la quantità e il contenuto ma modificando la qualità con cui vengono spiegati i concetti, tra gli altri.
  • Lavorare, con quegli studenti che ne hanno bisogno, aspetti legati alla psicologia e alla pedagogia, come la conoscenza della persona, l'interazione e l'inserimento nell'ambiente sociale, la transizione al mondo del lavoro, lo sviluppo delle capacità cognitive, tra gli altri.
  • Un'altra delle funzioni della psicopedagogia è quella di coordinare le attività del centro educativo che forniscono un'attenzione specifica agli studenti con bisogni educativi speciali, sia svolti dal professionista della psicopedagogia stessa che dagli insegnanti.
  • Coordinarsi con altri media e organi e lavorare, congiuntamente, nell'organizzazione di misure di attenzione alla diversità degli studenti che lo richiedono, tenendo sempre conto di tutto quanto precedentemente stabilito dalla scuola.
  • Collaborare, insieme agli altri professionisti del centro educativo, nei processi di valutazione e revisione, sia dei risultati degli studenti che dei progetti curricolari a livello statale. I progetti curriculari si riferiscono al curriculum che fissa gli obiettivi dell'educazione in una determinata popolazione (ad esempio, in Catalogna è il dipartimento di insegnamento della Generalitat che è responsabile della configurazione del progetto curricolare nella tua zona).
  • Fornire una guida psicopedagogica nei processi di apprendimento e nell'adattarsi alle diverse fasi evolutive, come, ad esempio, l'orientamento al lavoro o la guida per cosa studiare, tra gli altri.
  • Un'altra delle funzioni della psicopedagogia è quella di rilevare le caratteristiche individuali (a livello personale e sociale) che ostacolano il processo di insegnamento-apprendimento degli studenti, al fine di favorire il loro adattamento all'interno dell'ambiente scolastico, per quanto possibile.
  • Valutazione e valutazione delle difficoltà e della situazione degli studenti con bisogni educativi speciali, al fine di poter scrivere una relazione tecnica sulla situazione per la risoluzione della loro scolarizzazione e decidere se è necessario presentare una proposta di adattamento curriculare.
  • Un'altra delle funzioni della psicopedagogia è quella di tenere traccia di tutti quegli studenti con bisogni educativi speciali e, quindi, rilevare se ci sono miglioramenti nelle difficoltà che lo studente ha presentato.
  • Consigliare le famiglie degli studenti con difficoltà di apprendimento e formare i genitori è un'altra funzione della psicopedagogia.
  • Consulenza a centri educativi, gruppi di insegnamento e gruppi di gestione, in relazione alle attività e funzioni relative al supporto che gli studenti con bisogni educativi speciali dovrebbero ricevere.
  • Infine, un'altra delle funzioni della psicopedagogia è l' orientamento al lavoro per gli adulti e l'orientamento professionale.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cos'è la psicopedagogia: definizione e funzioni, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Disturbi dell'apprendimento.

Raccomandato

A cosa serve l'idrossido di magnesio?
2019
Spondilolistesi: sintomi, cause e trattamento
2019
Mi sento molto stanco della vista: cause e trattamenti
2019