Dismorfia corporea: che cos'è, cause, sintomi e trattamento

I media, i social network e la cultura in generale, promuovono la pressione estetica e la preoccupazione per l'aspetto fisico. Tuttavia, un'eccessiva attenzione e preoccupazione per l'immagine di sé costituisce un disturbo mentale: disturbo dismorfico del corpo. Le persone con questa patologia sviluppano una percezione distorta di diversi aspetti del loro fisico e svolgono una serie di comportamenti ripetitivi. Se vuoi saperne di più su questo disturbo, continua a leggere il nostro articolo su: Dismorfia corporea: che cos'è, cause, sintomi e trattamento .

Dismorfia del corpo: di cosa si tratta

Cos'è la dismorfia corporea? La dismorfia corporea, la dismorfofobia o il disturbo dismorfico corporeo sono un disturbo psicologico correlato all'immagine fisica e corporea.

Dismorfia: significato

Le persone che soffrono di questa patologia hanno sia la percezione distorta di un difetto, reale o immaginario, sia l'eccessiva preoccupazione al riguardo. Cioè, hanno un'ossessione per l'aspetto fisico, una parte particolare del corpo. Il difetto su cui si concentrano le persone con disturbo dismorfico corporeo può essere inesistente o reale. Nel caso in cui sia reale, la percezione al riguardo è eccessiva ed esagerata.

Questa patologia di solito ha il suo inizio nell'età dell'adolescenza, poiché è uno stadio di cambiamenti fisici e sviluppo dell'identità e dell'immagine di sé, tuttavia, può apparire in qualsiasi fascia di età. Tra le preoccupazioni più diffuse ci sono i trattamenti per il viso (pelle, capelli e naso), sebbene il focus della preoccupazione possa essere qualsiasi area del corpo o l'asimmetria di una qualsiasi delle parti del corpo.

La dismorfia corporea o il disturbo dismorfico corporeo colpiscono sia uomini che donne, sebbene questi tendano a preoccuparsi dei loro genitali o di una struttura corporea piccola o meno muscolare, mentre si è su viso, capelli e petto. Quando si concentra sulla massa muscolare, si chiama dismorfia muscolare o vigorexia, mentre quando si concentra su c'è anche dismorfia dentale, quando la preoccupazione cade sui denti.

La dismorfia corporea è attualmente classificata nel gruppo "Disturbo ossessivo compulsivo e altri disturbi correlati", mentre in precedenza era raggruppata in "Disturbi somatomorfi". Questa variazione è dovuta al fatto che la paura e l'ansia prevalgono in questo disturbo e non i sintomi fisici o fisici. Quindi questa classificazione attuale corrisponde più della precedente con le caratteristiche della dismorfia corporea

.

Dismorfia corporea: cause

Quali sono le cause della dismorfia corporea o della dismorfofobia? Attualmente, le cause specifiche di questa patologia mentale sono sconosciute, ma sono stati identificati numerosi fattori di rischio che potrebbero portare e spiegare l'aspetto del disturbo dismorfico corporeo:

  • Contesto sociale: sia nei social network che nei media esiste una cultura dell'immagine che influenza la percezione e l'importanza che le persone danno al proprio fisico. I canoni dei messaggi di bellezza e dei media generano pressioni sulle persone per ottenere un'immagine basata su standard promossi dalla società.
  • Bullismo: le esperienze traumatiche nell'infanzia e / o nell'adolescenza legate a molestie, umiliazioni, battute e critiche sull'immagine e l'aspetto fisico dei compagni di classe sono un fattore di rischio per la genesi di questa patologia. Nel seguente articolo troverai cosa fare in caso di bullismo a scuola.
  • Abuso psicologico da parte della coppia: si riferisce alla pressione e alle richieste di soddisfare gli standard di bellezza imposti da una coppia affettiva. Umiliazione, critica e ricatto emotivo si verificano anche in questo abuso. È importante sapere come rilevare gli abusi psicologici nella coppia.
  • Stili genitoriali: anche le famiglie che esercitano un'eccessiva pressione sull'aspetto estetico, oltre a fare uso delle critiche e dell'umiliazione dei loro figli o figlie, possono essere un fattore scatenante per questo disturbo.
  • Tratti della personalità: ci sono un certo numero di tratti della personalità associati alla dismorfia corporea, come bassa autostima, perfezionismo, nevroticismo o insicurezza.
  • Storia di problemi fisici nell'adolescenza: l'esperienza di complessi fisici o stimmi nel periodo dell'adolescenza, come l'acne, può favorire lo sviluppo di insicurezze e un'eccessiva attenzione e vigilanza per la propria immagine in futuro.
  • Esperienze negative o traumatiche come l'abbandono, sia fisico che emotivo, promuovono l'insicurezza, la paura patologica del rifiuto e la necessità di approvazione sociale attraverso l'apparenza fisica.
  • Elaborazione visiva: le persone con questo disturbo hanno una tendenza all'elaborazione visiva focalizzata sui dettagli e non olistica o globale. Questa sensibilità ai dettagli non si limita solo all'apparenza esterna, ma anche alla percezione di altri aspetti visivi della realtà.

Dismorfia corporea: sintomi

Come faccio a sapere se ho dismorfia corporea? Di seguito troverai un elenco dei sintomi più frequenti del disturbo dismorfico corporeo che viene utilizzato per la valutazione del disturbo dismorfico corporeo o della dismorfofobia, nonché degli effetti della dismorfia corporea:

  • Eccessiva preoccupazione per uno o più difetti, reali o immaginari. Il resto delle persone non le osserva e non dà loro quasi alcuna importanza, rispetto alla persona che le percepisce.
  • Percezione distorta o esagerata di imperfezioni e difetti in cui il soggetto si concentra.
  • Mantenere questa convinzione come oggettiva e immobile, sebbene il suo ambiente non la condivida. Potrebbero arrivare a credere che il loro ambiente non dice loro la verità sul loro aspetto fisico e li inganni per non farli soffrire.
  • Le preoccupazioni su questi difetti sono costanti, si verificano ruminazioni o pensieri ossessivi su di essi.
  • Autoverbalizzazioni negative sul proprio corpo o viso, causando disprezzo per il proprio fisico .
  • Comportamenti ripetitivi, come guardarsi allo specchio, pulizia eccessiva, applicare costantemente il trucco ecc.
  • Rituali mentali ripetitivi, come confrontarsi mentalmente con altre persone o personaggi famosi continuamente.
  • Inoltre in alcuni casi si evita il riflesso stesso, gli specchi e le immagini o i video in cui la persona appare.
  • Tenta di nascondere o nascondere i difetti percepiti attraverso l'abbigliamento, il trucco o l'acconciatura.
  • Evitare situazioni sociali dovute a paura o vergogna, essere in grado di raggiungere l'isolamento sociale.
  • Utilizzo di un'ampia varietà di prodotti estetici, così come possono rivolgersi a professionisti dell'estetica o provare diverse procedure estetiche. Tutto questo senza raggiungere la soddisfazione del risultato.
  • Uso di tecniche di deviazione dell'immagine dell'imperfezione percepita, come l'uso di abiti o accessori stravaganti e appariscenti.
  • Cerca informazioni in diverse fonti sull'area fisica che ti riguarda.
  • Sentimenti di paura e ansia nelle situazioni sociali, poiché temono che le altre persone possano vedere quei difetti che percepiscono e li prendono in giro.
  • Sentimenti di insicurezza e inferiorità sull'immagine stessa.
  • Emozioni come ansia, angoscia e tristezza a causa delle preoccupazioni.
  • Le preoccupazioni e i comportamenti compiuti dalla persona generano alterazioni in diverse aree vitali della persona.

Dismorfia corporea: trattamento

Le persone con disturbo dismorfico corporeo possono essere riluttanti all'intervento psicologico, poiché non percepiscono il loro problema come soggettivo, ma come fisico e oggettivo. Pertanto, vanno da specialisti estetici, perché queste persone sono motivate da un cambiamento fisico ed esterno, ma non psicologico. Ciononostante, esiste un trattamento psicologico per la dismorfia corporea, i cui obiettivi sono la modifica di autoverbalizzazioni negative e credenze irrazionali sull'immagine fisica, la riduzione e la scomparsa di comportamenti ossessivi e la tolleranza dell'immagine stessa.

Come superare la dismorfia corporea? Le diverse parti del trattamento della dismorfofobia o del disordine dismorfico corporeo sono spiegate di seguito:

  • Psicoeducazione: Nella prima fase del trattamento della dismorfofobia viene fatta una spiegazione alla persona sul disturbo, i suoi sintomi, nonché i concetti di aspetto fisico e immagine corporea. Cerca di raggiungere la motivazione e l'impegno della persona.
  • Tecnica di esposizione: tecnica di coping per situazioni che causano ansia e preoccupazione. La mostra si svolge gradualmente e previa formazione da parte del professionista. Inoltre, si raccomanda di allenarsi in tecniche di rilassamento e respirazione per facilitare l'esposizione.
  • Tecnica di prevenzione della risposta: tecnica complementare all'esposizione. Con l'allenamento all'interno, ha lo scopo di evitare comportamenti ossessivi, quindi puoi impostare un limite di tempo per vestire e truccarti, uscire senza guardarti allo specchio prima, ecc.
  • Tecnica di esposizione speculare: attraverso questa tecnica vengono eseguiti diversi esercizi: in uno di essi viene chiesto alla persona con questo disturbo di descrivere il proprio corpo in modo obiettivo, attraverso la guida e le istruzioni del professionista. È anche richiesto che tu esprima i sentimenti che provengono dallo guardarti allo specchio, oltre a sottolineare alcune parti del corpo che ti piacciono o che non ti piacciono meno degli altri e fai una valutazione positiva.
  • Ristrutturazione cognitiva: in relazione a cognizioni e credenze distorte, viene utilizzata la tecnica di ristrutturazione cognitiva. L'influenza dei pensieri sulle emozioni e sui comportamenti è spiegata alla persona. D'altra parte, vengono fatte registrazioni e identificazione di pensieri disadattivi, che vengono messi alla prova o in dubbio e, infine, viene promossa la sostituzione di questi con altre cognizioni più funzionali.
  • Completamento della terapia: può essere integrato con il lavoro di autostima e / o abilità sociali a seconda delle esigenze della persona e del trattamento.

Dismorfia corporea: prevenzione

Tuttavia, meglio di sempre provare è prevenire. Per la prevenzione del disturbo dismorfico corporeo, vengono offerti i seguenti tasti:

  • Sviluppa l'autostima dall'infanzia, sia nel campo della scuola che della famiglia. L'accettazione e la stima del corpo stesso dovrebbero essere incoraggiate, così come la valutazione di altre capacità o capacità oltre l'immagine. Per questo può essere utile conoscere queste attività per rafforzare l'autostima nei bambini.
  • Fornire informazioni sui cambiamenti fisici e fisici che si verificano durante l'adolescenza. È importante che i giovani conoscano il funzionamento del proprio corpo, le variazioni che si verificano e perché. Attraverso l'informazione e la comunicazione, al funzionamento fisico viene impedito di essere un argomento tabù e un oggetto di vergogna.
  • Promuovere un atteggiamento critico nei confronti dei canoni della bellezza imposti dalla società e della pressione estetica a cui le persone sono sottoposte. Sapere che la bellezza è soggettiva, è legata ai mandati e alle imposizioni della società ed è una fonte di reddito economico per le grandi aziende, può facilitare il potenziamento delle persone a loro immagine.
  • Infine, è necessario richiedere mezzi responsabili di comunicazione, che mostrino una varietà di caratteristiche e corpi fisici, promuovano l'accettazione e l'autostima, nonché focalizzare la loro attenzione su altri aspetti delle persone diverse dall'estetica.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla dismorfia corporea: che cos'è, cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Emozioni neutre: la sorpresa
2019
Definizione di farmaci gastrocinetici
2019
Vantaggi del miglio
2019