Disturbi del sonno: tipi, cause e trattamento

Dormire bene la notte è necessario affinché il nostro corpo si riprenda dall'usura quotidiana. Durante questo processo fisiologico, il metabolismo diminuisce il suo ritmo riducendo la frequenza respiratoria e cardiaca, avendo anche un effetto importante sul sistema nervoso centrale in cui consente il consolidamento dei ricordi e contribuisce al trattamento delle informazioni. Tuttavia, è molto probabile che tutti, specialmente nella fase dell'infanzia o dell'adolescenza, abbiano sofferto di disturbi del sonno. Ecco perché in questo articolo di ONsalus spiegheremo tutti i dettagli sui disturbi del sonno, i tipi, le cause e il trattamento in modo da capire a cosa sono dovuti e cosa fare quando si soffre di loro.

Dyssomnias

All'interno di questo termine, è raggruppata una serie di disturbi del sonno, che consiste nell'alterazione del ciclo di veglia e sonno:

insonnia

Consiste nella difficoltà di dormire ed è uno dei disturbi del sonno più comuni. Può essere correlato a una difficoltà ad addormentarsi, a mantenerlo o al risveglio prematuro, causando in ogni caso una quantità insufficiente di sonno e riposo e che di conseguenza provoca sonnolenza, affaticamento, difficoltà di concentrazione e irritabilità durante giorno.

Nel seguente articolo puoi vedere di più sulle cause e sul trattamento dell'insonnia.

ipersonnia

A differenza dell'insonnia, l'ipersonnia è caratterizzata da un sonno eccessivo, che non migliora con le notti di sonno completo e si verifica in situazioni in cui è inappropriato, come al lavoro. Questo tipo di disturbo del sonno è generalmente correlato all'apnea notturna.

narcolessia

È il tipo più grave di ipersonnia, sebbene sia molto raro e la sua causa non sia nota. È una condizione in cui la persona affetta soffre di irresistibili attacchi di sonno, che può essere accompagnata da un'altra condizione chiamata cataplessia, in cui la persona perde improvvisamente il tono muscolare, il che la fa addormentare improvvisamente in qualsiasi momento per qualche secondo.

Scopri maggiori dettagli su questa condizione nell'articolo sulla narcolessia: cause, sintomi e trattamento.

parasomnias

È un altro gruppo più ampio di tipi di disturbi del sonno, in cui vi è un'alterazione del comportamento durante il sonno, che produce o non si sveglia e senza avere un impatto importante sul ciclo del sonno.

Frullato di cavallo

È un movimento improvviso e involontario che si verifica all'inizio del sonno, senza grandi alterazioni e che a volte può svegliare le persone. È il disturbo del sonno più comune di tutti e può essere associato a affaticamento, stress, esercizio fisico, caffeina e nicotina.

somniloquy

È il termine con cui si conosce l' azione del parlare addormentato. Questi tipi di parasonnie sono anche comuni disturbi del sonno nei bambini. È legato alle esperienze della giornata e allo stress emotivo.

sonnambulismo

Consiste in un disturbo del sonno caratterizzato dall'apparente risveglio della persona, perché lui o lei si alza dal suo letto con gli occhi aperti e compie azioni semplici o complesse in seguito, di solito torna al suo letto. Le persone che soffrono di episodi di sonnambulismo di solito non ricordano le azioni eseguite durante il sonno. Questo è un disturbo del sonno che può creare situazioni pericolose per la persona interessata o chiunque si trovi nelle vicinanze, a seconda del comportamento del sonnambulo.

Puoi vedere maggiori dettagli su questo disturbo del sonno nell'articolo sul sonnambulismo: cause, sintomi e trattamento.

Terrore notturno

È un disturbo del sonno che appare nel primo terzo del sogno, che è caratterizzato dall'improvviso sollevamento della persona con un grido di panico di forte intensità, accompagnato da un'espressione di terrore e movimenti rapidi e bruschi, oltre a sudorazione e pallore . Questo episodio di solito dura poco tempo, non più di dieci minuti, durante i quali la persona può o meno rispondere ai tentativi degli altri di rassicurarlo. Di solito, la persona interessata non ha ricordi dell'episodio o di ciò che l'ha causato, ma di solito è correlata a incubi o stress emotivo.

Movimento periodico degli arti o SPI

È caratterizzato dalla produzione di movimenti di braccia e gambe durante il sonno a causa di diversi stimoli che possono causare un risveglio e un'interruzione del sonno e, quindi, sonnolenza e stanchezza. Il movimento periodico degli arti si verifica involontariamente all'inizio della notte, con una frequenza di 20 o 40 secondi, mentre la sindrome delle gambe senza riposo è caratterizzata da sensazioni spiacevoli agli arti inferiori che sono alleviate quando si eseguono movimenti o si cammina .

Paralisi del sonno

È caratterizzato da una situazione durante il sonno in cui la persona interessata non è in grado di eseguire alcun movimento per un periodo di circa tre minuti, pur essendo consapevole e facendo uno sforzo per svegliarsi. È una situazione che non produce alcun tipo di pericolo, ma la persona interessata di solito prova molta angoscia durante l'episodio.

Se vuoi maggiori informazioni, vedi l'articolo paralisi del sonno: cause, sintomi e trattamento.

bruxismo

È un'abitudine parafunzionale che si caratterizza perché la persona colpita stringe e digrigna i denti durante il sonno, di solito causata da stress emotivo. A seconda dell'intensità e della frequenza, la persona interessata può produrre usura sulla superficie dei denti e una sensazione di dolore o stanchezza nelle guance al mattino.

Trattamenti per i disturbi del sonno

I disturbi del sonno di solito hanno una componente emotiva e compaiono soprattutto in situazioni di stress, ansia, preoccupazione o qualsiasi altro tipo di problema emotivo. Il primo passo nel trattamento dei disturbi del sonno è identificare quella componente emotiva e risolverla; Individua ciò che ti impedisce di dormire e abbi cura di risolverlo in modo da poter dormire meglio.

Quando la situazione non migliora e i disturbi del sonno diventano cronici e iniziano a influenzare lo sviluppo della nostra vita normale, alcuni farmaci vengono generalmente utilizzati per migliorare il sonno, mentre la causa del disturbo viene risolta. Quasi tutti i farmaci indicati per i disturbi del sonno sono caratterizzati dall'effetto sul sistema nervoso, come anticonvulsivanti, sedativi, ansiolitici e in caso di ipersonnia o narcolessia, psicostimolanti.

I farmaci più comunemente indicati per quasi tutti i disturbi del sonno sono benzodiazepine, come triazolam, alprazolam, midazolam e antidepressivi come mianserina e mirtazapina. Questi farmaci sono indicati soprattutto nei casi in cui il disturbo del sonno è accompagnato da ansia o depressione. Questi farmaci condividono un effetto sedativo e di solito migliorano questi disturbi, poiché consentono un consolidamento del sonno più profondo.

L'ipersonnia e la narcolessia sono generalmente curate con metilfenidato o carbonato di litio. Questi farmaci, come i precedenti, devono sempre essere curati alle dosi più basse possibili e gli effetti collaterali che si verificano durante il trattamento devono essere valutati e valutati rispetto ai benefici.

Ogni volta che una persona soffre di un disturbo del sonno che gli impedisce di condurre una vita normale, producendo affaticamento eccessivo durante le ore produttive, si raccomanda una valutazione medica per considerare l'indicazione di un farmaco per migliorare il sonno.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili ai disturbi del sonno: tipi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di disturbi mentali.

Raccomandato

Come sapere se quella persona è per me
2019
Posso assumere contemporaneamente omeprazolo e probiotici?
2019
Come aiutare un tossicodipendente se non vuole
2019