Embolia gassosa: sintomi e trattamento

L'embolismo gassoso è il blocco del sangue negli organi causato dalla presenza di bolle all'interno di un'arteria. L'embolia gassosa può essere causata da una lesione ai polmoni o da qualche malattia da decompressione, e queste bolle a loro volta possono viaggiare verso qualsiasi organo del corpo e ostruire i vasi sanguigni del cervello, del cuore o dei reni, tra gli altri, producendo una serie di problemi a seconda dell'organo interessato, come perdita di coscienza o persino morte.

Nel seguente articolo di ONsalus parleremo di embolia gassosa: sintomi e trattamento, spiegheremo anche come può essere diagnosticato per differenziarli da altre malattie, poiché i loro sintomi possono essere simili a quelli di un ictus e facilmente confusi.

Cos'è l'embolismo gassoso?

L'embolia gassosa si riferisce alla presenza di una bolla d'aria all'interno del flusso sanguigno, che si muove lungo l'arteria per tappare l'afflusso di sangue di un'area specifica.

L'embolismo gassoso è la causa di morte più comune nei subacquei e si verifica in pochi minuti dall'innalzamento in superficie. Ciò accade poiché una persona richiede ossigeno e azoto, il corpo utilizzerà ossigeno e l'azoto si dissolverà all'interno del sangue, se quando sale in superficie diventa troppo veloce l'azoto si separerà dal sangue formando bolle, il che vengono ingranditi durante l'aumento a causa di una diminuzione della pressione.

Può anche essere causato da un cranio fratturato, in cui possono essere colpite le vene nel cervello che hanno una pressione atmosferica più bassa, che può portare all'entrata dell'aria e quindi causare un'embolia.

Quali sono i sintomi dell'embolia gassosa?

I tuoi sintomi possono essere semplicemente confusi con un ictus. Tra i suoi sintomi più frequenti ci sono:

  • Paralisi parziale (emiparesi)
  • Confusione mentale
  • Improvvisa perdita di coscienza
  • Difetti motori o sensoriali

Altre persone riferiscono di aver sofferto di convulsioni, mancanza di respiro e altri hanno uno stato di shock.

Inoltre, la persona riferisce di presentare un disturbo uditivo che è un sibilo prodotto dall'interazione di sangue e aria, c'è una condizione polmonare, cambiamenti oftalmologici e pressione toracica .

Diagnosi di embolia gassosa cerebrale

L'embolia gassosa per essere diagnosticata e differenziata richiede molta attenzione. Nel caso dei subacquei può essere più facile supporre, poiché c'è un'improvvisa perdita di coscienza pochi minuti dopo la salita e se i compagni vengono istruiti saranno in grado di rilevare facilmente i sintomi dell'embolismo gassoso, sintomi che abbiamo spiegato in precedenza .

In altre occasioni, saranno necessari diversi metodi per trovare una diagnosi accurata. Può essere diagnosticato attraverso un esame clinico, valutando i sintomi e le attività frequenti della persona. In alcuni casi, verrà utilizzato il metodo di imaging anche se non è affidabile perché l'aria può essere riassorbita, tuttavia studi come l' ecocardiografia, la tomografia computerizzata del cranio o del torace e la scintigrafia della perfusione della ventilazione possono aiutare nella diagnosi.

Embolia gassosa: trattamento

Il trattamento per l'embolismo gassoso prevede diverse procedure, in primo luogo quando si determina che la persona soffre di embolia gassosa è necessario sollevarlo in superficie, posizionarlo a terra e somministrare ossigeno . Al momento di essere collocati in un ambiente ad alta pressione, le bolle d'aria si dissolvono nel sangue, cioè la dimensione delle bolle diminuisce in base all'aumento della pressione atmosferica.

In altri casi il medico o il centro medico ha camere iperbariche in cui sono responsabili della fornitura di ossigeno per la respirazione del paziente, questo farà sì che l'ossigeno raggiunga le bolle e rimuova l'azoto al suo interno, risponde molto bene come trattamento

Nel caso in cui si verifichi un'embolia gassosa durante un intervento chirurgico, il medico deve sigillare i vasi sanguigni aperti per impedire l'ingresso di più aria.

Prevenzione dell'embolismo gassoso

Un'embolia gassosa può essere prevenuta per coloro che praticano l'immersione, si consiglia a coloro che svolgono questa attività che al momento dell'immersione dovrebbero arrampicarsi lentamente e con attenzione, oltre a non durare a lungo immersi.

Non dovresti volare nelle prossime 24 ore, nemmeno a bassa quota perché ciò causerà solo l'espansione delle bolle, né dovresti bere alcolici prima di immergerti.

Va tenuto presente che coloro che soffrono di un difetto cardiaco non devono svolgere questa attività, né le persone che soffrono di diabete di tipo 1, coloro che necessitano di somministrazione di insulina.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Embolia gassosa: sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Sangue, cuore e circolazione.

Raccomandato

Brividi senza febbre: cause e trattamento
2019
Dr. José Gonzálbez Morgaez
2019
Perché ricevo porcili così spesso
2019