Flusso marrone in gravidanza è normale?

La gestazione scatena un processo di cambiamenti nel corpo femminile che vanno da aspetti ovvi, come la crescita dell'addome o del seno, a modifiche meno visibili che si presentano e che possono generare preoccupazione. A questo proposito, non vi è dubbio che il sanguinamento in gravidanza è sempre motivo di preoccupazione per la futura madre, tuttavia per determinare se si tratta di un episodio normale o se è motivo di allarme, è importante considerare fattori come frequenza di sanguinamento o presenza di altri sintomi. In questo articolo di ONsalus ti spieghiamo in quali casi il flusso marrone è normale in gravidanza e quando è necessario consultare il tuo ginecologo.

Sanguinamento durante l'impianto

Uno dei primi sintomi della gravidanza che appare e che molte volte non viene rilevato dalla donna, è il sanguinamento durante l'impianto dell'ovulo nell'utero, che è caratterizzato dalla secrezione di piccole gocce di flusso bruno in piccole quantità che si ferma Alcune persone potrebbero essere confuse con la regola.

Ciò accade perché nel momento in cui l'ovulo fecondato si impianta nell'utero, possono essere causate piccole lesioni nel rivestimento dell'utero, che provoca una perdita o sanguinamento di una natura unica che non si ripete. Questo particolare sanguinamento può essere spesso interpretato come una lesione casuale e potrebbe non essere nemmeno notato dalla futura madre. Data questa condizione, non c'è motivo di preoccuparsi finché non si ripresenta.

Flusso marrone durante il primo trimestre di gravidanza

Il flusso marrone durante il primo trimestre di gravidanza si verifica in circa il 30% delle donne in gravidanza. Se si manifesta quando sai già di essere incinta, è molto chiaro che non si verifica a causa dell'impianto dell'ovulo, quindi potrebbe essere una scarica isolata e completamente benigna o un segnale di allarme.

Se il flusso marrone o rossastro si verifica in quantità abbondanti o su base frequente, la probabile causa abituale di questa condizione è che i livelli di progesterone non sono adeguati, il che può causare la separazione dei frammenti di mucosa dell'utero da esso. causando sanguinamento Questa immagine potrebbe portare a un distacco dell'ovulo e, quindi, a un aborto spontaneo. Per questo motivo è importante consultare immediatamente il proprio ginecologo se si rilevano uno o più punti di flusso marrone o rossastro, soprattutto se hanno iniziato a verificarsi frequentemente. Mentre vai dal tuo medico, il riposo è consigliato.

Nel caso di presentare bassi livelli di progesterone, il medico potrebbe prescrivere l'assunzione di alcuni ormoni che svolgono la stessa funzione di questo, essendo in grado di dare continuità alla gravidanza.

Flusso marrone nel primo trimestre accompagnato da dolore

Se hai iniziato a presentare frequentemente un flusso marrone in gravidanza e sei nelle prime settimane di gestazione, è importante determinare al più presto se ci sono altri segni che possono avvisarti di una condizione come la gravidanza extrauterina. Questa condizione si verifica quando l'ovulo, quando viene fecondato nelle tube di Falloppio, invece di ritornare nell'utero, rimane bloccato lì o aderisce alla cervice o all'addome.

I sintomi della gravidanza ectopica sono:

  • Sanguinamento frequente
  • Dolore addominale
  • Nausea e vomito
  • Pressione nel retto
  • malessere
  • Lombaggine e debolezza

La gravidanza extrauterina non può continuare fino al termine poiché non si sviluppa nell'utero, pertanto di solito si verifica un aborto spontaneo o può essere richiesto l'intervento di uno specialista per interrompere la gestazione. È importante consultare immediatamente il ginecologo se si sospetta questa condizione, poiché la salute delle tube di Falloppio può essere a rischio.

Flusso marrone nel secondo o terzo trimestre di gravidanza

Quando il flusso marrone in gravidanza appare nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, è importante consultare il ginecologo il prima possibile. Questa condizione è generalmente un sintomo di un distacco di placenta, una patologia che mette a rischio il bambino e quindi richiede un riposo assoluto per un corretto recupero.

Quando la placenta si muove, il feto può smettere di ricevere i nutrienti necessari e, quindi, smettere di crescere e svilupparsi correttamente. In questi casi, l'intervento di un medico e il riposo è importante per prevenire l'interruzione della gravidanza.

L'importanza di andare dal tuo ginecologo

Non importa in quale fase della gravidanza ti trovi, qualsiasi tipo di cambiamento nelle perdite vaginali durante la gravidanza merita una visita ginecologica . Durante il primo trimestre questo potrebbe essere un segno di aborto o una gestazione ectopica, mentre nel secondo o terzo trimestre potrebbe indicare uno spostamento della placenta che merita attenzione immediata.

Se si manifestano questi cambiamenti nel flusso, da ONsalus ti consigliamo di chiamare il tuo medico e programmare una visita urgente.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili al flusso Brown in gravidanza, è normale? Ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Definizione di schindilosi
2019
Comportamento suicidario e sua prevenzione: metodi per il suicidio
2019
Progesterone basso: sintomi e trattamento
2019