Ginecomastia negli uomini: cos'è, cause, trattamento e operazione

Con ginecomastia intendiamo uno sviluppo anomalo del seno negli uomini, cioè un aumento incontrollato delle dimensioni delle ghiandole mammarie. Ci sono alcune fasi della vita, ad esempio durante la pubertà, in cui questa situazione è abituale e transitoria, tuttavia ci sono altre condizioni in cui non è normale. Tra i problemi derivati ​​dalla ginecomastia, oltre alle possibili complicazioni fisiche, troviamo che questa condizione è qualcosa che può causare preoccupazione e influenzare psicologicamente gli uomini che ne soffrono.

In questo articolo di ONsalus, spiegheremo tutto ciò che devi sapere sulla ginecomastia negli uomini: di cosa si tratta, le cause, il trattamento e l'operazione, così come spiegheremo alcune condizioni mediche che possono causarlo.

Cos'è la ginecomastia - definizione

La ginecomastia maschile si riferisce all'allargamento benigno sperimentato dal tessuto mammario maschile, un'alterazione causata da uno squilibrio tra gli ormoni estrogeno e testosterone. Tutti gli uomini hanno alcuni estrogeni, ma un eccesso di esso può causare questo ingrossamento del seno. La crescita può verificarsi in uno o entrambi i seni e può essere irregolare.

La ginecomastia è più comune nei neonati, durante la pubertà e negli uomini adulti mentre invecchiano a causa dei normali cambiamenti nei loro livelli ormonali. Tuttavia, quando la ginecomastia è patologica, è associata a malattie e condizioni mediche che dovrebbero essere diagnosticate e trattate in anticipo. Nella prossima sezione vedremo quali sono le cause della ginecomastia patologica.

Ginecomastia negli uomini: cause

Durante le prime fasi dello sviluppo embrionale, i feti non hanno un sesso distinto ma, tuttavia, iniziano a sviluppare strutture corporee come, ad esempio, le ghiandole mammarie, ma nei maschi lo sviluppo di questi organi si interrompe. In tre fasi della vita, la crescita può essere ripresa brevemente con la caratteristica di essere autolimitante nota come ginecomastia fisiologica :

  • Ginecomastia neonata: si verifica nel neonato a causa dell'esposizione agli ormoni della placenta. Si risolvono dopo pochi mesi.
  • Ginecomastia puberale: fino al 70% dei ragazzi nell'adolescenza può avere questa condizione. Di solito si verifica circa 14 anni e di solito non dura più di 14 mesi.
  • Ginecomastia senile: si osserva in circa il 60% degli uomini oltre 45 anni a causa della diminuzione del testosterone e dell'aumento degli estrogeni.

Al di fuori di questi tre stadi, qualsiasi situazione che altera l'equilibrio tra androgeni ed estrogeni (ormoni maschili e femminili) può produrre ginecomastia, nota come ginecomastia patologica . Tra le principali cause di ginecomastia patologica negli uomini, ci sono:

  • Sviluppo di tumori nei testicoli, nelle ghiandole surrenali o nell'ipofisi.
  • Ipotiroidismo o ipertiroidismo.
  • Insufficienza epatica o renale.
  • Sindrome di Klinefelter
  • Cattiva funzione testicolare (ipogonadismo).
  • Malnutrizione: si verifica uno squilibrio ormonale perché i livelli di testosterone diminuiscono ma gli estrogeni rimangono stabili.
  • Farmaci come: steroidi anabolizzanti, chemioterapici, antidepressivi triciclici, ansiolitici, antibiotici, farmaci per il cuore, farmaci per l'ulcera, ecc.
  • Droghe come alcol, marijuana, metadone, eroina o anfetamine.

È importante distinguere la ginecomastia da una pseudoginecomastia, che è l'aumento del tessuto adiposo della regione pettorale a seguito, di solito, di un aumento di peso.

Sintomi di ginecomastia

Fondamentalmente, l'unica cosa che preoccupa è la crescita di una massa solida o elastica nella regione pettorale dietro e intorno all'aura, e nella maggior parte dei casi è bilaterale ma può verificarsi solo da un lato. Altri sintomi della ginecomastia maschile possono essere:

  • Dolore locale quando si tocca l'area interessata.
  • Aumento della sensibilità al petto.

La ginecomastia può essere classificata in base alle sue dimensioni:

  • Grado I: la crescita è lieve ed è concentrata nell'area dell'alone.
  • Grado II: c'è una crescita moderata, che è diffusa e di solito è accompagnata da grasso. Può allungare o meno la pelle.
  • Grado III: la crescita è grande e produce un surplus di pelle.

Il problema principale della ginecomastia è l' impatto psicologico causato negli uomini dalla femminilizzazione del loro petto, portando alla vergogna e al comportamento di occultamento.

È importante consultare urgentemente un medico se sintomi come:

  • infiammazione
  • Dolore grave o persistente
  • Dolore quando si tocca il seno
  • Scarico dal capezzolo
  • Retrazione del capezzolo

Diagnosi di ginecomastia

La valutazione clinica della persona interessata insieme all'anamnesi in cui si riflettono età, tempo di evoluzione, sintomi e storia è di solito sufficiente per specificare la diagnosi di ginecomastia.

È importante valutare la funzione dei reni, della tiroide e del fegato, poiché questi possono essere correlati allo sviluppo della ginecomastia. Allo stesso modo, informarsi sull'uso di droghe e farmaci.

La palpazione consente di determinare il contenuto della massa in crescita e quindi di differenziare una pseudoginecomastia da una vera ginecomastia. Quando questa massa ha una consistenza solida, di solito è tessuto ghiandolare e se è morbida è tessuto adiposo. Una mammografia può essere molto utile, ma non è del tutto necessaria. Dovresti anche valutare la dimensione della massa e la crescita della pelle dell'area.

Allo stesso modo, la palpazione testicolare dovrebbe essere eseguita per valutare le dimensioni e la simmetria, nonché la presenza di noduli o tumori. La valutazione di altre caratteristiche sessuali secondarie, come la quantità di peli sul petto o la massa muscolare, di solito aiuta a identificare le alterazioni nella produzione di ormoni sessuali.

Trattamento e operazione di ginecomastia

Prima di tutto, va detto che non esiste un trattamento indicato per le ginecomastie fisiologiche a meno che non presentino problemi come, ad esempio, crescita eccessiva, coinvolgimento psicologico o durata prolungata della condizione. In questi casi, il paziente viene trattato con farmaci ormonali (androgeni o antiestrogeni).

Il trattamento della ginecomastia patologica è davvero finalizzato a controllare la condizione che ha scatenato i cambiamenti ormonali. Tuttavia, a volte, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto mammario.

L'operazione di ginecomastia può essere di maggiore o minore complessità a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche della crescita del seno:

  • Adenectomia semplice: comporta la rimozione del tessuto ghiandolare quando la crescita non comporta tessuto adiposo o aumento della pelle.
  • Liposuzione: quando la crescita è del tessuto adiposo, cioè è una pseudoginecomastia.
  • Adenectomia con liposuzione: nei casi in cui vi è crescita dei due tipi di tessuto.
  • Resezione cutanea: è necessario completare l'intervento chirurgico con una rimozione della pelle in eccesso quando la crescita ne provoca un allungamento.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla ginecomastia negli uomini: di cosa si tratta, cause, trattamento e operazione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Sistema endocrino.

Raccomandato

Neuropatia periferica: sintomi, tipi e trattamento
2019
Che cos'è la dislessia: sintomi, tipi, cause e trattamento
2019
Resistenza all'insulina: cause, sintomi e trattamento
2019