Ipospermia: definizione, cause e trattamento

Hai sentito parlare di ipospermia? Molti uomini si chiedono cosa sia e quali possano essere le sue cause. È spesso confuso con un'altra condizione medica simile chiamata oligospermia, tuttavia differiscono perché l'ipospermia da sola non è una causa di infertilità, a meno che non sia associata a bassa concentrazione di spermatozoi.

Se sei preoccupato perché hai notato che il tuo volume di eiaculazione è insufficiente, su ONsalus ti invitiamo a leggere il seguente articolo sull'ipospermia: definizione, cause e trattamento, dove troverai tutte le informazioni che devi sapere.

Cos'è l'ipospermia?

L'ipospermia si riferisce a una condizione medica dell'uomo che è caratterizzata da una bassa quantità di sperma durante l'eiaculazione . L'Organizzazione mondiale della sanità, nel 2010, ha stabilito che il normale volume seminale dovrebbe essere superiore a 1, 5 millilitri e i valori seguenti sono considerati anormali [1].

Il seme è formato da sperma e secrezioni da varie ghiandole del sistema riproduttivo maschile. Nel processo di eiaculazione la maggior quantità di liquido seminale proviene dalle vescicole seminali, dal 30% della prostata e dal resto dei testicoli, dall'epididimo e dalle ghiandole bulbouretrali.

Avere questo disturbo non è sinonimo di infertilità, se hai una buona concentrazione di spermatozoi e solo il volume è il problema, ci sono alcuni modi per risolverlo.

Cause di ipospermia

Al momento ci sono diverse cause che i ricercatori sostengono che possono causare alterazioni del volume dello sperma e della capacità riproduttiva dell'uomo.

La prima cosa che è legata a un basso volume nella produzione di sperma sono i problemi alla prostata e le alterazioni delle vescicole seminali . Che si trovano dietro la ghiandola prostatica ed è da dove proviene la maggior parte dello sperma. Esistono diverse cause e fattori che possono ridurre il volume del seme . Ecco alcune cause di ipospermia:

  • Eiaculazione retrograda : questa alterazione può essere causata da una deformità nell'uretra, un aumento del volume della prostata o dopo un intervento chirurgico alla prostata. Parte dello sperma passa nella vescica urinaria dopo l'eiaculazione, cioè si muove nella direzione opposta.
  • Rapporti molto stretti : se si esegue un'analisi del seme dopo un breve periodo di sospensione (circa 1 giorno), ciò potrebbe alterare i risultati, poiché causerebbe un volume basso nella quantità di seme. Eseguire nuovamente il test con un periodo di sospensione più lungo può risolvere l'errore di volume nella raccolta dello sperma.
  • Problemi anatomici : l'assenza unilaterale di vescicole seminali e vas deferens, dovuta a malattie genetiche e quando la bilaterale provoca sterilità nell'uomo.
  • Dotti ostruiti : infezioni o malattie infiammatorie come gonorrea, prostatite, epididimite, orchite, tra gli altri, possono ostruire i dotti, impedendo il corretto passaggio del seme.
  • Deficit ormonale : la carenza di testosterone, un ormone maschile che ha un ruolo importante nella produzione di appetito e spermatozoi, può causare ipospermia.
  • Lesioni nervose : qualsiasi danno ai nervi del pene può causare la perdita di impulsi nervosi, portando a un basso volume di sperma.
  • Postoperatorio : i pazienti che hanno problemi a urinare e hanno un intervento chirurgico al collo della vescica possono presentare ipospermia.

Fattori di rischio per ipospermia

Allo stato attuale, sono stati associati diversi fattori di rischio che possono anche causare ipospermia come:

  • Età superiore a 30 o 40 anni.
  • Fumo.
  • L'obesità.
  • Fattori ambientali come esposizione a piombo o radiazioni.
  • Stili di vita malsani
  • Trauma testicolare
  • Abuso di droghe e alcol.
  • Stress e problemi psicologici.

Trattamento ipospermia

Il medico ti valuterà e indicherà diversi test per verificare che tu soffra davvero di ipospermia. Gli esami includono un'analisi del seme (spermogramma).

Questo test di laboratorio è semplice e determinerà il colore, la consistenza, la densità, la composizione chimica e la quantità di sperma nello sperma. Il risultato della valutazione medica e degli esami guiderà il medico a scegliere il trattamento migliore. Tra i metodi di trattamento dell'ipospermia abbiamo:

  • Se l'ipospermia è lieve e non vi sono altre cause associate, si raccomanda di applicare la stimolazione rettale della prostata durante il rapporto sessuale.
  • Quando è causato da un processo infettivo o infiammatorio, sono indicati farmaci che migliorano la condizione e aumentano le prestazioni sessuali maschili.
  • In caso di eiaculazione retrograda, ostruzione dei dotti o problemi al collo vescicale, è indicato un trattamento chirurgico.
  • In alcuni casi può essere necessario che l' ipospermia sia avanzata e che l'infertilità ricorra a tecniche di riproduzione assistita come l'inseminazione intrauterina programmata, la fecondazione in vitro o l'iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi.

Come prevenire l'ipospermia

Non esiste un modo specifico per evitare l'ipospermia, tuttavia esistono alcune misure che possono aiutare a prevenire l'intasamento del dotto eiaculatorio o l'eiaculazione retrograda.

  • Ricevere un trattamento tempestivo in caso di infezioni del tratto riproduttivo maschile.
  • Mantenere uno stile di vita sano.
  • Limitare l'uso di alcol e droghe.
  • Diminuisci l'abitudine al fumo.
  • Ridurre i livelli di stress.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'ipospermia: definizione, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria del sistema riproduttivo maschile.

riferimenti
  1. Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Manuale di laboratorio dell'OMS per l'esame e l'elaborazione dello sperma umano . 5a ed. CHI STAMPA. 2010; 271p. Disponibile a: //apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/44261/9789241547789_eng.pdf;jsessionid=7E6235B216478406F9CC06C1D7059D29?sequence=1
  2. Armando Juárez-Bengoa et al. Prevalenza dell'eiaculazione retrograda nella sterilità associata a ipospermia. Ginecol Obstet Mex 2011; 79 (2): 61-66. Disponibile su: //www.medigraphic.com/pdfs/ginobsmex/gom-2011/gom112a.pdf

Raccomandato

A cosa servono le infiltrazioni?
2019
Suggerimenti per prevenire l'indigestione
2019
Definizione del gradiente di concentrazione
2019