Le aritmie sono pericolose?

Le aritmie sono qualsiasi alterazione del ritmo cardiaco o del battito cardiaco, che può suggerire che il battito cardiaco sia più veloce del normale, più lento o che i battiti abbiano un ritmo irregolare. Esistono diversi tipi di aritmie che possono presentare sintomi diversi, ma il più comune è la fibrillazione atriale, che combina battiti più veloci e battito cardiaco irregolare.

Ci sono molti fattori che possono influenzare la salute di una persona e scatenare un'aritmia cardiaca, attacchi di cuore, fumo, stress e alcuni difetti congeniti sono i più comuni. Quando una persona ha l'aritmia, può anche avere vertigini, mancanza di respiro, dolore toracico o sudorazione eccessiva. Ma le aritmie sono pericolose? In questo articolo di ONsalus puoi trovare la risposta.

Le aritmie sono pericolose?

Rispondere a questa domanda è molto difficile, perché il livello di complessità suggerito dalle aritmie dipende dal tipo di aritmia che la persona soffre . Poiché esistono diversi modi in cui il ritmo cardiaco può essere influenzato e ognuno è associato a cause e condizioni fisiche diverse, la gravità delle aritmie dipende esclusivamente dalla loro origine . Pertanto, se ci chiedi se le aritmie sono pericolose, possiamo dire di sì, no e non così tanto. Ciò che dovrebbe essere chiarito è che la più pericolosa delle aritmie è che sono un disturbo silenzioso che deve essere diagnosticato in tempo per evitare gravi complicazioni.

La buona notizia è che in ONsalus vogliamo aiutarti a capire questa condizione cardiaca in modo da poterne determinare la gravità in ciascun caso, quindi inizieremo diffondendo informazioni generali sulle aritmie e quindi spiegando i diversi tipi e la prognosi. Cominciamo!

Cosa sono le aritmie?

Le aritmie sono un disturbo che influenza il ritmo cardiaco del cuore, causando battiti molto lenti (bradicardia) o molto veloci (tachicardia). Possono anche innescare un pattern irregolare nei battiti. Le aritmie possono essere ventricolari o sopraventricolari.

  • Aritmie ventricolari Sono quelli che si verificano nella cavità inferiore del cuore, cioè nei ventricoli.
  • Aritmie sopraventricolari A differenza dei precedenti, questi si verificano nella parte superiore del muscolo, sopra i ventricoli, e hanno origine principalmente negli atri.

Inoltre, l'alterazione dei battiti può determinare se l'aritmia è accompagnata da:

  • Bradicardia. Battiti più lenti a causa di una frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti al minuto. In genere, la bradicardia colpisce gli anziani e può essere causata da un malfunzionamento del sistema nervoso che non informa il cuore che dovrebbe pompare più sangue. I farmaci per l'ipertensione possono anche causare bradicardia.
  • Tachicardia. Battiti più rapidi perché la frequenza cardiaca supera i 100 battiti al minuto. La tachicardia può anche essere ventricolare o sopraventricolare, a seconda che abbia origine nei ventricoli o negli atri del cuore. Se vuoi saperne di più sulla tachicardia consulta questo articolo in cui spieghiamo le sue cause, i sintomi e il trattamento.

Aritmie ventricolari

Tachicardia ventricolare

Si verifica quando un'insufficienza di un nodulo cardiaco non è in grado di controllare il ritmo cardiaco nei ventricoli e la funzione naturale del pacemaker viene esercitata da altre parti del muscolo, causando il battito cardiaco normale. Questa aritmia è accompagnata da vertigini, mancanza di respiro e può causare svenimenti . Con il trattamento medicinale è possibile recuperare il normale ritmo dei battiti.

Contrazione ventricolare prematura

È un tipo di aritmia meno pericoloso che si verifica perché i ventricoli si contraggono presto e non mantengono la frequenza cardiaca, il che accelera la frequenza cardiaca. Queste aritmie non sono di solito pericolose, anche se la maggior parte dei casi non necessita di alcun trattamento, tuttavia, se la persona che soffre di questo disturbo ha anche tachicardia ventricolare o malattie cardiache, questo tipo di aritmia può diventare un problema serio. La contrazione ventricolare prematura può apparire improvvisamente e può anche essere una conseguenza temporanea dell'assunzione di caffeina, del consumo di cioccolato o dello sciroppo per la tosse.

Fibrillazione ventricolare

Questo è il ritmo più grave dell'aritmia, quello che fa rispondere che le aritmie sono pericolose. È caratterizzato dal causare battiti irregolari e incontrollati e si verifica perché nel cuore, invece di eseguire una singola pulsazione al momento sbagliato nei ventricoli, si verificano diversi impulsi in diverse parti che stimolano allo stesso tempo il battito cardiaco. Pertanto, possiamo dire che sono diverse parti del muscolo a dirlo che può, il che fa sì che il cuore pompi meno sangue al cervello e all'organismo, causando la sincope.

La fibrillazione ventricolare può accelerare il lavoro del cuore a tal punto che la frequenza cardiaca può raggiungere più di 300 battiti al minuto. Se la persona sviene in questo episodio, è importante andare immediatamente alle emergenze perché potrebbero essere necessarie la rianimazione cardiopolmonare e altre cure necessarie per mantenere la salute del cuore. Ogni anno 220 mila persone muoiono a causa di questo disturbo che è più comune nelle persone con malattie cardiovascolari.

In questo articolo spieghiamo le possibili cause del perché senti un battito cardiaco molto forte.

Aritmie sopraventricolari

Questi tipi di aritmia sono meno gravi di quelli ventricolari e in molti casi non necessitano di trattamento. Questi disturbi sono i più comuni e, come la contrazione ventricolare prematura, possono anche essere innescati da caffeina, tabacco, teina, bevande alcoliche e alcuni farmaci come lo sciroppo per la tosse. Le malattie cardiache e ipertiroidismo possono anche essere la causa di questo tipo di aritmie. Le aritmie sopraventricolari sono:

Tachicardia sopraventricolare

Si verifica a causa di un'alta frequenza cardiaca che può raggiungere tra 150 e 250 battiti al minuto. Questo disturbo ha origine negli atri del cuore, che ricevono segnali elettrici anomali che causano un aumento della frequenza cardiaca dei battiti atriali. I bambini, le donne, l'ansia, il fumo o le persone molto stanche sono maggiormente a rischio di tachicardia sopraventricolare.

Fibrillazione atriale

È l'aritmia più comune . Si verifica quando le singole fibre muscolari del cuore subiscono movimenti convulsi che causano un ritmo cardiaco rapido e irregolare. Si ritiene che oltre 2 milioni di persone nel mondo soffrano di questa condizione, che è una delle principali cause di infarti, ictus negli anziani.

La fibrillazione atriale può facilitare l'accumulo di sangue nelle camere superiori del cuore e tale accumulo può portare alla formazione di un coagulo che può o meno viaggiare nel cervello e bloccare una delle arterie per provocare un ictus. Questo tipo di aritmia è controllata attraverso il consumo di farmaci antipiastrinici che prevengono la formazione di coaguli di sangue e aiutano a prevenire infarti e ictus.

Sindrome di Wolff-Parkinson-White

È un insieme di anomalie dovute a percorsi di conduzione aggiuntivi tra i ventricoli e gli atri, che fa sì che i ventricoli ricevano segnali elettrici che vengono successivamente restituiti agli atri. Questa è la causa di una frequenza cardiaca molto alta che può essere accompagnata da vertigini .

Flutter atriale e CAP

È un disturbo che si verifica quando gli atri battono così in fretta che fanno fare anche i ventricoli. Inoltre, quando gli atri si contraggono precocemente e causano battiti cardiaci irregolari, vengono discusse le contrazioni atriali premature (CAP).

Conclusione: le aritmie sono pericolose?

Una volta che sono stati spiegati i tipi di aritmie e le loro complicanze, possiamo garantire che l'aritmia possa essere più pericolosa se si verifica nei ventricoli, nelle camere inferiori del cuore, se non viene diagnosticata in tempo e se la frequenza cardiaca è così veloce da superare 200 battiti al minuto

Le aritmie che rappresentano il minor rischio per la salute sono quelle che si verificano negli atri del cuore, anche le più comuni. Di solito queste aritmie possono essere trattate con l'assunzione di farmaci e di solito non alterano la frequenza cardiaca tanto quanto si verifica nella fibrillazione ventricolare.

Qualsiasi condizione che altera il funzionamento e il ritmo del cuore è una condizione che deve essere trattata, monitorata e controllata da uno specialista, quindi la diagnosi in tempo e l'assunzione di farmaci sono fondamentali per evitare che qualsiasi tipo di aritmia possa provocare una complicazione importanti come embolie, infarti e ictus.

Ci sono anche alcuni fattori di rischio che possono aumentare la probabilità che una persona con aritmia abbia complicazioni, come soffrire di diabete, insufficienza cardiaca, aterosclerosi, ipotiroidismo, obesità, ipertensione e fumo. È necessario controllare o correggere eventuali fattori che possono peggiorare l'aritmia affinché rimangano una condizione non così pericolosa.

Il trattamento delle aritmie dipenderà dal tipo di aritmia della persona e dall'intensità con cui percepisce i suoi sintomi. Di solito queste condizioni suggeriscono l'assunzione giornaliera di farmaci come antiaggreganti o antiritmici per evitare che la frequenza cardiaca sia troppo bassa o troppo veloce o per prevenire episodi seguiti da aritmia.

  • L'ablazione cardiaca viene utilizzata per distruggere parti del cuore che causano ritmi anomali del battito.
  • Il pacemaker aiuta a svolgere il compito del pacemaker naturale, il nodo SA. Questo dispositivo consente di identificare quando il ritmo cardiaco è irregolare, molto lento o molto veloce e invia un segnale al muscolo per iniziare a battere normalmente.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Le aritmie sono pericolose?, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Sangue, cuore e circolazione.

Raccomandato

Matico: a cosa serve, proprietà, benefici e controindicazioni
2019
Clinica Beltrán Carrillo
2019
Perché la pelle del pene è più scura
2019