Leucemia linfocitica cronica: cause, sintomi e prognosi

La leucemia linfocitica cronica è un tumore generato dall'eccessiva produzione di linfociti B, un tipo di globuli bianchi. Questo tipo di cancro si verifica quando le cellule prodotte diventano linfociti anormali invece di globuli bianchi sani che colano nel midollo osseo e nel sangue e riducono la presenza di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. I linfociti B sono responsabili della generazione di anticorpi che aiutano a combattere alcune infezioni. Pertanto, alcuni dei sintomi che possono allertare la malattia sono anemia, sanguinamento delle gengive o infezione . Questo tipo di tumore è caratterizzato dall'essere più presente negli anziani che nei giovani e in ONsalus spieghiamo le cause, i sintomi e i trattamenti in modo da sapere di più sulla leucemia linfatica cronica.

Cause di leucemia linfatica cronica

I medici sono stati in grado di distinguere tra due tipi di leucemia linfatica cronica che differiscono per la velocità con cui si sviluppano. Pertanto, mentre il primo tipo può svilupparsi molto lentamente e richiedere un trattamento molto più tardi, il secondo tipo porta a uno sviluppo più rapido del cancro e che produce effetti più gravi a breve termine.

Le cause di questo tipo di leucemia non sono note. Tuttavia, negli ultimi anni si è imparato molto da questa malattia sui linfociti normali e anormali. Una delle anomalie rilevate rispetto alla leucemia linfatica cronica è un'anomalia nei cromosomi . Una cellula umana contiene 23 coppie di cromosomi. In gran parte dei casi di questo tipo di leucemia, è stata rilevata un'anomalia in uno dei cromosomi che implica una perdita di una parte di esso. Mentre questi cambiamenti in uno dei cromosomi sono noti per essere importanti nella comprensione della malattia, i geni che possono essere coinvolti e il modo in cui producono la leucemia sono sconosciuti.

Un'altra causa associata è la divisione incontrollata dei linfociti B. Questi agiscono nel sistema immunitario quando rilevano una sostanza chiamata antigene, che di solito non si trova nel corpo umano. Il corpo agisce generando linfociti B ma questi continuano a riprodursi quando hanno già combattuto l'antigene.

Alcune mutazioni del DNA ereditate dai genitori possono anche essere collegate all'aumento del rischio di alcuni tipi di cancro. Tuttavia, non è comune influenzare quando si sviluppa la leucemia linfocitica cronica. In effetti, questi cambiamenti prodotti nel DNA di solito avvengono durante la vita della persona e non a causa di fattori ereditari.

Sintomi associati a leucemia linfatica cronica

Spesso, alcune persone non hanno alcun sintomo che può allertarli alla malattia. Di conseguenza, questo viene rilevato quando viene eseguito un esame del sangue o altri test medici di routine rilevando un gran numero di linfociti.

Alcuni dei sintomi correlati alla leucemia linfatica cronica possono essere confusi con altre malattie :

  • Debolezza. Sentirsi stanco
  • Febbre.
  • Sudorazioni notturne
  • Dilatazione dei linfonodi, come le tonsille.
  • Perdita di peso
  • Sensazione di essere pieno mangiando piccole quantità di cibo.

Quando la leucemia avanza generando un'altissima presenza di linfociti anomali, mancano globuli rossi, globuli bianchi e piastrine che causano altri sintomi:

  • Anemia L'anemia è causata dalla mancanza di globuli rossi responsabili del trasporto di ossigeno ai tessuti corporei. Quando una persona soffre di anemia, di solito si sente stanco e ha mal di testa.
  • Come accennato all'inizio dell'articolo, una diminuzione dei normali globuli bianchi aumenta il rischio di infezioni . Avendo un gran numero di linfociti, è possibile rilevare un elevato numero di globuli bianchi, ma questi non proteggono dalle infezioni come fanno i normali globuli bianchi. Pertanto, la presenza di infezioni come un semplice raffreddore o herpes labiale è comune, così come altre infezioni considerate più gravi.
  • Quando il numero di piastrine è ridotto, possono verificarsi ecchimosi, sangue dal naso e gengive sanguinanti.

Prognosi della leucemia linfatica cronica

La prognosi dopo aver rilevato la leucemia dipenderà principalmente dallo stato in cui si trova il cancro . Lo stato ci consente di conoscere il grado di diffusione del cancro e ci consente di applicare un trattamento basato su di esso. Questo stato dipende sostanzialmente dalle dimensioni del tumore e dalla diffusione del tumore.

Nel caso della leucemia linfatica acuta, di solito non c'è presenza di tumori, ma viene rilevato un alto livello di linfociti cattivi o cancerosi nel midollo osseo e nel sangue e può diffondersi ad altri organi come il fegato, i linfonodi e la milza

La prognosi dipenderà principalmente da una serie di fattori che influenzano il tempo necessario per superare la malattia:

  • Quando il modello di diffusione del midollo osseo è diffuso, cioè impreciso.
  • Età avanzata del paziente.
  • Se è un uomo.
  • Se la perdita che si verifica sul cromosoma si trova in 11 o 17.
  • Il tempo necessario per la riproduzione di un linfocita, generando linfociti più cancerosi.
  • Alti livelli di alcune sostanze nel sangue.

D'altra parte, alcuni dei fattori favorevoli alla previsione sono:

  • Il modello di coinvolgimento del midollo osseo non è diffuso.
  • Quando la perdita del cromosoma si verifica in 13.

Trattamenti che possono essere applicati

In generale, i pazienti con leucemia nella fase iniziale non necessitano di trattamento fino a dopo alcuni anni e possono condurre una vita normale. Alcuni dei trattamenti che possono essere eseguiti per combattere la leucemia linfatica cronica sono:

  • La chemioterapia. Ha lo scopo di eliminare le cellule tumorali attraverso i farmaci. Possono essere somministrati per via orale o endovenosa da incorporare nel flusso sanguigno. Nel caso della leucemia, è uno dei trattamenti più efficaci, poiché consente di raggiungere tutte le parti del corpo. Il problema è che questo trattamento comporta effetti collaterali come: perdita di capelli, perdita di appetito, nausea e vomito, ecc.
  • Anticorpi monoclonali . Il sistema immunitario ha bisogno di proteine ​​per generare anticorpi. Gli anticorpi monoclonali sono proteine ​​sintetiche che entrano nel corpo per combattere le cellule tumorali. Questa opzione è generalmente utilizzata in quei pazienti che sono considerati incapaci di tollerare gli effetti collaterali della chemioterapia.

Se vuoi saperne di più su altri tipi di leucemia, puoi accedere a questi articoli:

Leucemia mieloide acuta

Leucemia mieloide cronica

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili alla leucemia linfatica cronica: cause, sintomi e prognosi, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Sangue, cuore e circolazione.

Raccomandato

Congiuntivite allergica: sintomi e trattamento
2019
Informazioni su identità e cambiamento
2019
Dieta per pielonefrite acuta
2019