Litiasi biliare: sintomi, trattamento e cause

Appena sotto il nostro fegato, c'è un piccolo organo chiamato cistifellea, che contribuisce alla digestione del cibo depositandosi al suo interno e rilasciando una sostanza chiamata bile nell'intestino, che contribuisce alla digestione dei grassi. In alcune persone, le pietre (corpi solidi simili alle pietre) possono formarsi all'interno della cistifellea o nei loro condotti, producendo una condizione anormale chiamata litiasi biliare.

Se sei interessato a saperne di più sulla litiasi da biliardo e sulle sue cause, sintomi e trattamenti, su ONsalus ti invitiamo a continuare a leggere.

Cause della litiasi biliare

La litiasi biliare è la formazione di calcoli nella cistifellea o nei dotti attraverso i quali viene trasportata la bile. Una pietra è un corpo solido cristallizzato formato dall'aggregazione di colesterolo, pigmenti o entrambi, e ciò si verifica normalmente quando si verifica un'alterazione della composizione della bile.

Il colesterolo è normalmente presente nella bile e quando c'è una sovrasaturazione del colesterolo nella bile e non può essere completamente dissolto, le molecole di colesterolo iniziano a aggregarsi tra loro, formando così il calcolo.

Lo stesso accade quando c'è troppa bilirubina, che è un pigmento componente biliare. Nei corpi formati dal colesterolo, dai pigmenti o da entrambi all'interno delle vie vescicolari della vescica, si depositano molecole di calcio e altri minerali che li inducono a solidificarsi. I calcoli possono avere dimensioni e forme diverse ed essere singoli o multipli.

Fattori di rischio della litiasi biliare

Ci sono alcuni fattori di rischio che possono rendere una persona predisposta a soffrire di questa condizione:

  • Età: nel corso degli anni, la cistifellea riduce la sua capacità di svuotamento, quindi i componenti trascorrono più tempo all'interno. Di solito è visto più spesso dall'età di 40 anni
  • Più frequente nelle donne: è dovuto a cambiamenti ormonali che alterano la degradazione degli elementi biliari. Il consumo di ormoni, come i contraccettivi o la terapia ormonale sostitutiva, e le gravidanze aumentano ulteriormente il rischio nelle donne
  • Obesità : normalmente un aumento di peso è correlato a un aumento del colesterolo, in modo che ciò avvenga in maggiore quantità all'interno della bile, aumentando il rischio di soffrire di litiasi renale.

Sintomi di litiasi biliare

La maggior parte dei casi di litiasi biliare non genera sintomi . Mentre a volte è correlato a nausea, fastidio addominale e indigestione quando si mangia grasso, questi sintomi sono molto aspecifici in quanto vi sono molte possibili cause.

Il sintomo più importante della litiasi biliare è noto come colica biliare, che è un dolore molto intenso che si trova nella parte destra dell'addome e talvolta si estende alla spalla destra. Questo dolore ha un esordio improvviso, di solito non dura meno di un'ora e scompare gradualmente dopo questo periodo.

Altri sintomi della litiasi biliare che possono verificarsi insieme a questo dolore sono quelli elencati di seguito:

  • Sudorazione (diaforesi)
  • Nausea.
  • Febbre.
  • Nei casi in cui la litiasi biliare è complicata, si possono verificare sintomi come infiammazione o infezione biliare, ostruzione del dotto biliare e infiammazione del pancreas.

Diagnosi di litiasi biliare

La maggior parte delle diagnosi di litiasi biliare sono accidentali, poiché essendo asintomatica, si trova al momento di fare ispezioni addominali per altri motivi.

Il principale metodo diagnostico è l' ecografia addominale, con la quale si possono vedere corpi solidi all'interno della cistifellea o dei suoi dotti. L'ecografia ha una certezza di circa il 95%, motivo per cui è un metodo diagnostico affidabile. Altri studi, come radiografie addominali, scansioni TC o risonanza magnetica, non sono affidabili quando si diagnostica una litiasi biliare.

Quando il sospetto di litiasi biliare è elevato ma l'ecografia è negativa, può essere indicata un'ecoendoscopia, che è un metodo diagnostico che combina la procedura di endoscopia con l'ecografia, creando così un'immagine di alta qualità degli organi interni.

Trattamento per la litiasi biliare

Nei casi in cui viene diagnosticata una litiasi biliare asintomatica, non viene indicato alcun trattamento, poiché in questi casi le pietre sono estremamente piccole e la possibilità di causare danni o disagi è minima.

Quando i calcoli biliari sono piccoli, può essere indicato l'uso di compresse di acido ursodesossicolico, che ha la capacità di disintegrare i calcoli biliari. Tuttavia, questo è un trattamento che può durare da 6 mesi a diversi anni, in quanto è un processo estremamente lento. Ci sono molte possibilità che, quando si sospende il suo consumo, le pietre riappaiono ed è generalmente indicato nei casi in cui vi è un sacco di rischio chirurgico per il paziente.

Gli episodi acuti di colica biliare possono migliorare con l' uso di analgesici comuni e spasmolitici e si raccomanda di non mangiare cibo e applicare calore.

Una tecnica innovativa è la litotripsia, che prevede la spruzzatura delle pietre mediante l'applicazione di onde d'urto per renderle più facili da eliminare.

A volte, è possibile rimuovere la pietra mediante un'endoscopia. Quando i precedenti trattamenti non hanno effetto, la chirurgia dovrebbe essere utilizzata per rimuovere la cistifellea attraverso una procedura chiamata colecistectomia, che viene eseguita mediante laparoscopia e quindi è un intervento chirurgico con una piccola invasione.

Inoltre, ti consigliamo di informarti sulla dieta per la litiasi biliare e sui trattamenti naturali più efficaci consultando gli articoli Dieta per calcoli biliari e rimedi domestici per calcoli biliari.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili alla litiasi biliare: sintomi, trattamento e cause, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria dell'apparato digerente.

Raccomandato

Esercizi di consapevolezza per i principianti
2019
Tipi di schizofrenia e loro caratteristiche
2019
Arte terapia e mondo online
2019