Malattia di Lyme: sintomi e trattamento

La malattia di Lyme, nota anche come borreliosi di Lyme, è una malattia infettiva causata dai batteri Borrelia Burgorferi che colpisce varie parti e organi del corpo. Il primo caso di malattia di Lyme è stato diagnosticato nel 1975 in Connecticut, negli Stati Uniti. Viene trattata una malattia trasmessa attraverso il morso di una zecca infetta.

Si manifesta sempre nelle stagioni calde e si sviluppa in più fasi, interessando il sistema neurologico e il cuore. La maggior parte dei casi può essere trattata efficacemente con antibiotici. In ONsalus ti diciamo in dettaglio le cause, i sintomi e il trattamento della malattia di Lyme.

Cause della malattia di Lyme

La causa della malattia di Lyme nell'uomo sono le punture di zecche quando trasportano i batteri Borrelia Burgdorferi. Dato il nome dei batteri, questa malattia è anche chiamata borreliosi di Lyme.

Per trasmettere questi batteri al sangue, la zecca deve essere attaccata al corpo per 24-36 ore. A loro volta, questi insetti acquisiscono i batteri quando mordono topi o cervi infetti.

Poiché il focus della trasmissione sono le zecche, i fattori di rischio per la malattia di Lyme includono:

  • Esegui attività all'aperto che richiedono un'esposizione con le zecche - giardinaggio, escursionismo, caccia - specialmente nelle aree in cui si sono verificati casi di malattia di Lyme.
  • Trovato in estate o in primavera, poiché il 100% dei casi si verifica durante la stagione calda.
  • Prossimità e contatto prolungato con animali domestici.

Come si sviluppa la malattia di Lyme?

La malattia di Lyme si sviluppa in tre fasi:

  • Fase 1 Inizia giorni o settimane dopo l'infezione. Questa fase è nota come precoce e localizzata, poiché l'infezione non si è ancora diffusa in tutto il corpo.
  • Fase 2 Inizia settimane o mesi dopo il morso. Questa fase è anche chiamata malattia di Lyme di prima diffusione, è il periodo in cui i batteri iniziano a diffondersi in altre parti del corpo.
  • Fase 3 . Può svilupparsi mesi o anni dopo l'infezione. In questa fase, chiamata diffusione tardiva, i batteri si sono già diffusi in tutto il corpo.

Sintomi della malattia di Lyme

A seconda dello stadio dell'infezione, possono verificarsi alcuni sintomi o altri. I sintomi possono apparire e scomparire, ma ciò non significa che la malattia di Lyme sia scomparsa, è necessario trattare uno specialista per prevenire la diffusione dei batteri nel cervello o nel cuore.

Nel primo stadio della malattia di Lyme, chiamato precoce e localizzato, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Febbre e brividi.
  • Malessere.
  • mal di testa
  • Dolori articolari e infiammazione.
  • Torcicollo.
  • Dolori muscolari
  • Eritema migratorio: macchia rossa sulla pelle sotto forma di coccarda al posto del morso di zecca. Questa eruzione si espande lentamente e può essere piatta o leggermente elevata.

Nella seconda fase, di diffusione precoce, si aggiungono ai sintomi della borreliosi di Lyme, oltre a quelli della fase precedente:

  • Problemi cardiaci (palpitazioni, battiti irregolari).
  • Problemi respiratori e dolore toracico.
  • Problemi neurologici (linguaggio alterato e visione offuscata).
  • Allucinazioni.
  • Movimenti imbarazzanti
  • Paralisi facciale o debolezza nei muscoli del viso.

Nella terza fase della diffusione tardiva, che si sviluppa mesi o addirittura anni dopo il morso, si verificano i seguenti sintomi (in aggiunta a quanto sopra):

  • Disturbi neurologici più gravi (confusione, disturbi del sonno, perdita di memoria).
  • Artrite permanente
  • Intorpidimento muscolare e formicolio.

Diagnosi della malattia di Lyme

Per verificare la presenza di anticorpi contro i batteri Borrelia Burgdorferi, è possibile eseguire un esame del sangue . L'ELISA è di solito usato per la malattia di Lyme, ma nelle prime fasi dell'infezione gli esami del sangue possono essere normali.

Quando l'infezione si è già diffusa in diverse parti del corpo c'è la possibilità di fare altri test per rilevare i problemi che comporta nel cuore o nel sistema neurologico, come indicato dai sintomi delle fasi successive:

  • Elettrocardiografia.
  • Ecocardiografia.
  • RM del cervello.
  • Tocco spinale: la puntura viene eseguita nella parte bassa della schiena per esaminare il liquido cerebrospinale.

Trattamento della malattia di Lyme

Il trattamento della malattia di Lyme può essere designato solo da uno specialista, quindi è necessario andare in ufficio ed eseguire test diagnostici convenienti, anche quando i sintomi iniziali scompaiono.

Se viene diagnosticata la malattia di Lyme, viene seguito il seguente trattamento:

  • Ciclo di antibiotici da 10 giorni a 4 settimane in dosi che dipendono dai sintomi e dallo stadio in cui si sviluppa l'infezione.
  • Vengono generalmente utilizzati antibiotici come ceftriaxone, penicillina, diossiciclina e cefuroxima.
  • Antidolorifici come l'ibuprofene per alleviare l'infiammazione.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla malattia di Lyme: sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di pelle, capelli e unghie.

Raccomandato

Rapporto tra atteggiamento e comportamento - Psicologia sociale
2019
Cos'è la distimia: definizione, sintomi e trattamento
2019
Rimedi domestici per russare nei bambini
2019