Malattia infiammatoria pelvica: sintomi, cause e trattamento

La malattia infiammatoria pelvica (PID) è un'infiammazione e un'infezione dell'utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie che compromette la salute di questi organi riproduttivi femminili e di solito è causata da un'infezione batterica. Il più delle volte è una complicazione di alcune malattie sessualmente trasmissibili mal trattate, motivo per cui è così importante proteggersi adeguatamente durante i rapporti sessuali ed eseguire periodicamente gli esami ginecologici necessari. Allo stesso modo, è essenziale trattare la PID in anticipo e con farmaci adeguati per evitare possibili complicazioni e presentare difficoltà a rimanere incinta o altri gravi problemi di salute. Per conoscere tutti i dettagli su questa condizione, in questo articolo di ONsalus spieghiamo quali sono i sintomi, le cause e il trattamento della malattia infiammatoria pelvica, nonché le misure di prevenzione appropriate.

Sintomi della malattia infiammatoria pelvica

In alcuni casi, la malattia infiammatoria pelvica (PID) non provoca sintomi o questi sono molto lievi, quindi è possibile che la donna colpita non sia a conoscenza delle sue condizioni fino a quando non viene sottoposta a un esame ginecologico. Tuttavia, in altri casi l'infezione può essere sintomatica e causare una serie di sintomi che possono variare in gravità da una donna all'altra e in base all'origine del problema. Ecco i sintomi più comuni di PID:

  • Dolore nell'addome inferiore: inizialmente può essere lieve e aumentare gradualmente di intensità, nonché accentuarsi quando si eseguono movimenti o si esercita una pressione sull'addome.
  • Febbre: può essere variabile, vale a dire mantenere a 38 ° C o aumentare fino a raggiungere 40 ° C.
  • Scarico vaginale anormale con un odore sgradevole.
  • Dolori e sanguinamento durante i rapporti sessuali.
  • Sanguinamento vaginale tra i periodi mestruali.
  • Disagio o bruciore durante la minzione.

Oltre a quanto sopra, possono verificarsi altri sintomi come nausea e vomito, brividi, debolezza, minzione frequente, perdita di appetito, irregolarità mestruali e crampi mestruali molto dolorosi o che durano più a lungo del solito.

Cause e fattori di rischio di malattia infiammatoria pelvica

La malattia infiammatoria pelvica è causata da un'infezione batterica, che di solito inizia nella vagina e nella cervice e successivamente si estende all'utero, alle ovaie o alle tube di Falloppio.

Nella maggior parte dei casi, la PID è una conseguenza di malattie a trasmissione sessuale, come la clamidia e la gonorrea, che si contraggono facendo sesso con persone infette, perché durante il contatto sessuale, questi batteri entrano nel corpo femminile diffondendosi alla cervice e causando l'infezione. In alcuni casi, l'infezione è causata da più di un microrganismo alla volta, quindi sono polimicrobici.

Oltre a queste infezioni a trasmissione sessuale che sono la causa più frequente di PID, ci sono anche casi in cui i batteri responsabili entrano nel corpo della donna per altri motivi o condizioni, come durante il parto, quando si inserisce un dispositivo intrauterino (IUD), durante un aborto o un aborto spontaneo e durante una biopsia endometriale.

Fattori di rischio

Ci sono donne che hanno maggiori probabilità di ottenere PID rispetto ad altre, quindi dettagliamo quali sono i fattori di rischio:

  • Essere una donna sessualmente attiva e avere 25 anni o meno.
  • Avere più di un partner sessuale.
  • Non usare il preservativo durante il rapporto sessuale.
  • Avere un STD e non essere trattato correttamente.
  • Avendo subito il PID prima.
  • Usa il lavaggio
  • Recente posizionamento dello IUD.

Diagnosi della malattia infiammatoria pelvica

Prima di manifestare uno dei sintomi menzionati nella prima sezione, è essenziale andare dal ginecologo il prima possibile. Non esiste un test medico specifico per diagnosticare la malattia infiammatoria pelvica, ma il suo rilevamento verrà effettuato combinando l'esame fisico del paziente, la sua storia medica e i risultati di vari esami medici.

Attraverso un'esplorazione della regione pelvica e del tocco vaginale, il ginecologo può cercare e analizzare sintomi come sanguinamento dalla cervice, secrezione vaginale, dolore durante la palpazione della cervice o estrema tenerezza nelle ovaie, nell'utero o nelle tube di Falloppio. Inoltre, è possibile che alcuni test medici, come ultrasuoni, esami del sangue e colture della vagina e della cervice, possano essere raccomandati.

Trattamento della malattia infiammatoria pelvica

Essendo una malattia causata da un'infezione batterica, il trattamento della PID consiste nella somministrazione di antibiotici. Questi devono essere presi seguendo attentamente le istruzioni mediche e rispettando sempre sia la dose raccomandata che la durata del trattamento, poiché deve essere continuato anche se i sintomi sono scomparsi.

Oltre a quanto sopra, è importante che il paziente interessato informi i suoi recenti partner sessuali delle condizioni di questa infezione in modo che possano essere testati e anche iniziare un trattamento tempestivo se necessario. Allo stesso modo, i rapporti sessuali devono essere sospesi fino a quando l'infezione non è completamente guarita e il medico lo indica.

In generale, la maggior parte dei pazienti con PID può essere curata con un trattamento ambulatoriale, ma se i sintomi sono molto gravi, potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale e gli antibiotici verranno somministrati per via endovenosa. Solo nei casi in cui si verifica un ascesso delle ovaie o delle tube di Falloppio, sarà necessario un intervento chirurgico.

Complicanze dell'EIP

Quando l'infezione non viene trattata come necessario e non viene diagnosticata in anticipo, può progredire considerevolmente e portare a complicazioni come:

  • Infertilità.
  • Gravidanza ectopica
  • Dolore pelvico cronico
  • Ostruzione delle tube.

Come prevenire la malattia infiammatoria pelvica

L'unico modo per prevenire la malattia infiammatoria pelvica è evitare di fare sesso con una persona infetta. Pertanto, è essenziale utilizzare un preservativo in tutte le relazioni per ridurre il rischio di infezione e garantire che l'altra persona non soffra di alcun tipo di malattia a trasmissione sessuale.

D'altra parte, è importante sottoporsi a periodici esami ginecologici e sottoporsi a regolari esami delle malattie veneree.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili alla malattia infiammatoria pelvica: sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Sistema riproduttivo femminile.

Raccomandato

Esercizi di consapevolezza per i principianti
2019
Tipi di schizofrenia e loro caratteristiche
2019
Arte terapia e mondo online
2019