Mi sento molto gonfio: cause

L'infiammazione addominale, nonostante sia un disturbo che può verificarsi sia negli uomini che nelle donne, è molto più comune nelle donne, specialmente potenziata dai cambiamenti ormonali nel ciclo mestruale. Questo spiegherebbe solo perché ci sentiamo infiammati per alcuni giorni al mese, tuttavia non è la causa del frequente gonfiore. Questo tipo di disagio può essere causato da cattive abitudini alimentari, problemi gastrointestinali e persino determinate condizioni ginecologiche. Se ti senti molto gonfio e vuoi conoscere le cause e le soluzioni a questo problema, in ONsalus ti spieghiamo in dettaglio.

Sindrome premestruale

La sindrome premestruale è quel periodo che si verifica una volta che i giorni fertili culminano e fino all'arrivo del periodo. Durante questa fase il nostro corpo manifesta una serie di cambiamenti ormonali caratterizzati dall'aumento degli estrogeni, inoltre alcune donne hanno deficit nella produzione di prostaglandine, che danno origine a una serie di fastidiosi sintomi che caratterizzano la sindrome premestruale.

Gonfiore addominale, ritenzione di liquidi, aumento dell'appetito e gas e cambiamenti emotivi sono alcuni dei principali segni di questa condizione che possono essere combattuti con alcuni cambiamenti nella nostra dieta e abitudini quotidiane. Se hai notato che ti senti più gonfio anche 11 giorni prima che arrivi il ciclo mestruale, è molto probabile che la causa sia l'SPM.

Ma cosa fare in questa condizione? Nel nostro articolo sindrome premestruale: durata, cause e trattamento ti forniamo le chiavi per impedire a questi disagi di influenzare il tuo quotidiano.

Ritenzione di liquidi

La ritenzione idrica è un problema comune, soprattutto nelle donne, essendo una delle principali cause per le quali ci si sente molto gonfi. Questa condizione si verifica quando il nostro corpo, invece di eliminare il liquido attraverso l'urina e la sudorazione, lo accumula in aree del nostro corpo come l'addome, i piedi, le gambe o le mani, facendoci sentire molto più gonfi e pesanti di normale.

Questa condizione si verifica nelle donne che non bevono la quantità giornaliera raccomandata di liquido di almeno 2 litri, che seguono una dieta ricca di sale o zucchero, che hanno problemi circolatori e che conducono anche una vita sedentaria. Altre condizioni come gravidanza, menopausa, problemi renali o cardiaci possono anche favorire la ritenzione idrica.

Per combattere questo problema è importante bere una buona quantità di liquido al giorno, mangiare una dieta sana ed equilibrata mangiando frutta e verdura e mangiare sale in quantità moderate, allenarsi frequentemente e almeno 3 volte a settimana ed evitare l'abbigliamento. di vestiti molto attillati che possono aumentare il problema.

Una cattiva alimentazione e abitudini alimentari inadeguate

Ma non necessariamente i motivi per cui ti senti più gonfio hanno a che fare con qualsiasi condizione particolare, anche i cibi che scegli e il tuo modo di mangiare potrebbero causare questo problema. L'accumulo di gas intestinali che causano infiammazione e pesantezza addominali è causato da una dieta inadeguata e dalle abitudini alimentari che danno origine a questo problema.

Alcuni dei motivi per cui il tuo addome può essere gonfio sono:

  • Segui una dieta ricca di alimenti che aumentano i gas come legumi, carciofi, funghi, cibi fritti, cavoli, broccoli, bevande gassate, dolci e latticini interi.
  • Mangiare troppo velocemente, che aumenta la presenza di aria nello stomaco causando infiammazione.
  • Non masticare correttamente il cibo, questo rende la digestione molto più pesante, aumentando l'infiammazione.
  • Gomma da masticare frequentemente e per lunghi periodi, che aumenta anche la presenza di gas nello stomaco permettendo all'aria di entrare nello stomaco.

Per risolvere questo problema è importante bilanciare la nostra dieta e ridurre la presenza di alimenti che aumentano i gas. È anche importante mangiare lentamente e lentamente, masticare bene il cibo e senza accompagnarlo con bevande analcoliche, evitare l'assunzione di gomme da masticare o caramelle, nonché allenarsi frequentemente per garantire il nostro benessere gastrico.

costipazione

La costipazione si verifica quando i movimenti intestinali non si verificano come previsto o quando sono troppo duri, causando disagio al paziente. Se vai in bagno tre volte o meno a settimana o se la frequenza è più alta, ma nel farlo devi fare un grande sforzo perché i movimenti intestinali sono eccessivamente duri, causando disagio e dolore, quindi stiamo affrontando un caso di costipazione.

La mancanza di movimento regolare nell'intestino è prodotta nella maggior parte dei casi da tre fattori scatenanti:

  • Una scarsa assunzione di fibre.
  • Una vita molto sedentaria.
  • Basso consumo d'acqua

Aumentare l'assunzione di fibre attraverso cereali, pasta e pane integrale, frutta, verdura e legumi ti aiuterà a migliorare significativamente il transito intestinale. È anche importante allenarsi frequentemente più volte alla settimana e idratarsi correttamente per garantire un buon movimento intestinale. Rilevare anche quegli ingredienti che migliorano la costipazione e quelli che lo alleviano è essenziale, quindi ti invitiamo a leggere i nostri articoli alimenti che causano costipazione e rimedi casalinghi per costipazione, che sicuramente ti aiuteranno.

Sindrome dell'intestino irritabile

Conosciuto anche come colon irritabile, è una condizione cronica in cui i cambiamenti del ritmo intestinale sono caratterizzati da periodi di diarrea, costipazione, infiammazione addominale, gas e vari disturbi gastrici. Sebbene non vi sia una causa specifica per questa condizione, è noto che alti livelli di stress e tensione emotiva possono innescarla, poiché riescono a alterare il corretto funzionamento dell'intestino causandone la compressione o la contrazione.

Nel nostro articolo sull'intestino irritabile: cause, sintomi e trattamento, ti offriamo tutte le informazioni necessarie su questa condizione. Ridurre lo stress, aumentare l'assunzione di fibre e seguire le appropriate raccomandazioni mediche e dietetiche, sono la soluzione migliore per superare questa condizione, quindi visitare un gastroenterologo se si sospetta che la sua presenza sia essenziale.

Intolleranze alimentari

L'intolleranza al glutine o la celiachia, l'intolleranza al lattosio o al fruttosio, nonché vari problemi gastrointestinali derivanti da cattiva digestione o scarsa tolleranza a determinati alimenti, possono essere la causa dell'infiammazione addominale .

Sebbene un'intolleranza alimentare debba essere rilevata da un gastroenterologo, possiamo aiutare lo specialista, per raggiungere questo obiettivo si consiglia di tenere un diario alimentare che consente di rilevare in quali casi avvertiamo il disagio e se sono collegati a un alimento specifico o a un gruppo di alimenti. Se sospetti che questo sia il problema, non esitare a consultare il medico.

Alcuni problemi ginecologici

A volte i motivi per cui ci sentiamo molto gonfi non sono collegati a condizioni gastriche o problemi di ritenzione di liquidi, ma piuttosto a patologie ginecologiche .

Le ovaie policistiche o i fibromi uterini sono condizioni che possono causare disagio e infiammazione. Questi sono accompagnati da sintomi come periodi mestruali irregolari, mestruazioni dolorose, pressione nell'area dell'addome e in alcuni casi rapporti sessuali dolorosi. Alla luce di questa tabella, la raccomandazione è di visitare un ginecologo per rilevare eventuali patologie che potrebbero causare questi disagi.

Vai da un medico per una diagnosi

In generale, ogni volta che ci sentiamo troppo gonfi senza una causa apparente, è consigliabile visitare un medico. Tuttavia, è vero che alcuni cambiamenti nella nostra dieta e abitudini possono porre fine al problema, quindi possiamo attuare le raccomandazioni fornite in questo articolo per vedere se presentiamo un miglioramento.

In caso contrario, una visita dal gastroenterologo o dal ginecologo, a seconda dei casi, può essere utile. Inoltre, dobbiamo rivolgersi a uno specialista di emergenza se:

  • Il gonfiore presenta sintomi come vomito, diarrea o febbre.
  • L'addome si sente tenero al tatto.
  • Non è possibile mangiare o bere.
  • Incapacità di evacuare per diverse ore accompagnata da gas disgustosi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Mi sento molto gonfio: cause, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Benessere.

Raccomandato

Rimedi naturali per alleviare i nervi dello stomaco
2019
Benefici del miele di erica
2019
Cos'è la malattia della tiroide e quali sono i suoi sintomi
2019