Necessità di iscrizione

Murray lo definì il "desiderio di avere amici, stabilire relazioni reciproche o cooperare con gli altri". A livello comportamentale si riflette nelle azioni che portano a incontrare persone, mostrare amicizia o fare cose per compiacere gli altri. È necessario valutare il desiderio della persona di associarsi con gli altri, parlare, sforzarsi di risolvere le differenze, cooperare e mantenere una buona armonia, ecc.

Dall'approccio tematico, viene descritto come la preoccupazione di mantenere o ripristinare relazioni affettive con un'altra persona o gruppo di persone, non come un mezzo, ma come un fine. Le persone con un forte bisogno di affiliazione sembrano lavorare di più per integrarsi nelle reti di comunicazione interpersonale, effettuare più telefonate, scrivere più lettere e fare più visite.

Necessità di iscrizione

Affiliazione positiva contro negativa

Secondo Geen, alcuni ricercatori hanno considerato l'affiliazione un motivo per evitare o temere il rifiuto, piuttosto che un approccio positivo al contatto con gli altri a causa del loro valore intrinseco. Questa paura del rifiuto è stata usata per spiegare la relazione paradossale tra la necessità di affiliazione e impopolarità nel gruppo o la mancanza di successo sociale degli affiliati (sono relativamente più impopolari). Né esistono prove del fatto che i rapporti stabiliti dalle affiliate siano di qualità superiore. Questi risultati avrebbero spazio se l'affiliazione presa in considerazione fosse di tipo negativo: il desiderio di relazionarsi per non essere soli o non sentirsi respinti.

Boyatzis ha scoperto che il vero bisogno di affiliazione è correlato positivamente con il numero di amici intimi. Porterebbe a una ricerca più attiva di buone relazioni. La paura del rifiuto si correla con il grado di somiglianza tra le credenze della persona e i loro amici intimi. Rifletterebbe il desiderio di essere accettato dagli altri mentre il bisogno di affiliazione cercherebbe buone relazioni.

McAdams ha definito la ragione dell'intimità o del desiderio di stabilire buone relazioni interpersonali, in cui si sperimentano l'amore, l'intimità e lo scambio di comunicazioni. Viene inoltre valutato con il metodo tematico. Sebbene le ragioni dell'intimità e dell'affiliazione siano diverse e con differenti correlati di comportamento, hanno anche un certo grado di convergenza: da entrambi i motivi cerchiamo di stabilire relazioni interpersonali, sebbene ci sia una sfumatura differenziale: "la necessità di affiliazione rappresenterebbe principalmente un desiderio di non essere soli, mentre il motivo dell'intimità sarebbe associato più al divertimento del contatto e al desiderio di mantenerlo ". La ragione dell'intimità è positivamente associata ad alcuni indici di benessere soggettivo: nelle donne con rapporti personali sulla felicità e sulla soddisfazione della vita; negli uomini, positivamente in sicurezza e negativamente con livelli di tensione o ansia.

McKay ha fornito un sistema di punteggio TAT per valutare la fiducia e la sfiducia nelle relazioni di affiliazione. Le persone che hanno descritto le relazioni interpersonali come positive o divertenti e con un lieto fine, hanno ottenuto un punteggio elevato nella fiducia degli affiliati; espressioni di negatività e cinismo nei rapporti punteggiati dalla sfiducia affiliata. Questa misura valuterà la quantità di pensieri e sentimenti negativi nelle relazioni, il grado di preferenza per stabilire e mantenere relazioni positive o provare affetto o intimità in questi scambi e la convinzione che le persone dovrebbero fidarsi l'una dell'altra e aiutarsi a vicenda. b) Affiliazione e supporto sociale Il sostegno sociale cercherebbe di stabilire una transazione interpersonale, sebbene in questo caso sarebbe un mezzo per raggiungere un fine, per ricevere supporto.

Questo potrebbe essere:

  1. emotivo (empatia, amore, fiducia),
  2. strumentale (comportamenti volti a risolvere il problema del destinatario),
  3. informativo (utile per affrontare il problema personale)
  4. valore (rilevante per l'autovalutazione o il confronto sociale, esclusi gli aspetti affettivi).

Il supporto sociale è l'aiuto (fisico, materiale o emotivo) proveniente da altre persone, a disposizione del soggetto per affrontare le proprie situazioni vitali e che, acquisirebbe un significato speciale di fronte a eventi negativi di qualsiasi tipo. Il supporto sociale avrebbe un effetto principale sul benessere fisico e percepito dal soggetto soprattutto in situazioni negative o stressanti, senza differenze tra le persone con un supporto sociale alto o basso in situazioni normali, positive o neutre. Secondo Hill, il ruolo del supporto sociale sarà modulato dalla necessità di appartenenza alla persona. Ha sviluppato la "Scala di orientamento interpersonale" per valutare la motivazione dell'affiliazione, con 4 fattori:

  1. supporto emotivo o simpatia
  2. attenzione o potenziale per aumentare l'attenzione dell'attenzione degli altri
  3. stimolazione positiva, cognitiva e affettiva piacevole
  4. confronto sociale o capacità di ridurre l'ambiguità acquisendo informazioni rilevanti per la persona.

Nello studio di Hill, tutte le persone hanno beneficiato del supporto materiale di fronte a eventi negativi, segnalando meno sintomi fisici o psicologici; Solo i poveri bisognosi di affiliazione hanno beneficiato del supporto emotivo. Gli anziani sono più influenzati dagli aspetti della relazione che dalla sua utilità per risolvere un problema. Non solo è importante se la persona ha il supporto, ma se lo cercheranno nel momento in cui ne hanno bisogno. Questa decisione comporta variabili del destinatario del sostegno e del donatore.

Dal destinatario: la necessità di affiliazione o interesse ad interagire con gli altri. Le persone in alto in questa esigenza sarebbero sensibili alla disponibilità di rilevanti ricompense sociali (come il supporto emotivo) e di sperimentare intense reazioni positive a loro. Si impegnerebbero di più in azioni dirette di ricerca di sostegno. Le donne tendono a trasmettere più preoccupazioni e problemi nelle loro interazioni; negli uomini lo stesso comportamento porterebbe a una valutazione più negativa. Dal donatore: un'importante variabile sarebbe espressività, intesa come la capacità di entrare in empatia e comprendere l'altro, o prendersi cura degli altri.

Affiliazione e salute McClelland

Ha scoperto che la motivazione dell'affiliazione può essere prospetticamente correlata alla pressione sanguigna. Gli affiliati mostrano una pressione arteriosa sistolica e diastolica più bassa. I soggetti con una motivazione di affiliazione bassa e uno stress auto-riferito mostrano segnalazioni di patologie a bassa gravità. Hanno anche una migliore funzione immunitaria, con livelli più elevati di cellule killer . La necessità di affiliazione sembra essere associata a indicatori sanitari positivi.

Far parte di un social network o avere persone che forniscono un buon supporto sociale può mitigare gli effetti dannosi dello stress. La relazione tra affiliazione e un migliore funzionamento immunitario sarebbe presente nel caso in cui si considerasse un'affiliazione positiva o sicura, perché le persone con orientamento positivo verso le relazioni possono avere un maggiore supporto sociale. Gli atteggiamenti cinici possono ridurre il potenziale effetto cuscinetto del supporto interpersonale. Uno dei componenti dell'ostilità è un cinismo o una sfiducia generale verso gli altri. Gli atteggiamenti cinici non beneficiano del supporto sociale, anche se il social network è disponibile.

Alti livelli di supporto sociale diminuirebbero la reattività o il cambiamento nel funzionamento fisiologico degli individui quando affrontano minacce o richieste della situazione, riducendo i rischi per la salute. Alti livelli di ostilità esacerberebbero la reattività allo stress, aumentando i rischi per la salute. d) Un esempio di ricerca di laboratorio È stato scoperto che in situazioni di laboratorio la presenza di un amico può ridurre la frequenza cardiaca manifestata prima di un fattore di stress.

In una situazione di gruppo in cui l'individuo è sfidato e persino minacciato, la presenza di una persona che lo sostiene, sebbene ignota del soggetto, eserciterà un effetto buffering o buffering sulla pressione sanguigna e sulle risposte della frequenza cardiaca manifestate dal soggetto. Il lavoro di Gerin, in cui un individuo viene sfidato e persino minacciato in presenza di una persona che lo sostiene, conferma il ruolo di sostegno sociale del sostegno sociale in situazioni di conflitto interpersonale.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Bisogno di affiliazione, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Psicologia della personalità e delle differenze.

Raccomandato

Perché l'acqua esce dal naso quando si piega
2019
Milza gonfia: cause, sintomi e trattamento
2019
Posso prendere l'aspirina con il mio ciclo?
2019