Neuropatia periferica: sintomi, tipi e trattamento

Il sistema nervoso è cruciale nel nostro corpo, in quanto è collegato al coordinamento di quasi tutti i suoi processi e all'essere ovunque. Il suo funzionamento ottimale o scarso influenzerà la salute generale molto buona o la comparsa di uno o più sintomi, anche quando la quantità di nervi inizialmente colpiti è bassa.

In ONsalus commentiamo cos'è la neuropatia periferica: sintomi, tipi e trattamento . Una condizione nervosa molto complessa, sia nelle cause che possono causarlo, sia nei sintomi e nelle manifestazioni che produce nel nostro corpo.

Classificazione del sistema nervoso

Il sistema nervoso è classificato in vari modi. Il primo è la differenziazione tra il sistema nervoso centrale e il sistema nervoso periferico.

Il sistema nervoso centrale è costituito dal cervello e dal midollo osseo, che si estende lungo la colonna vertebrale all'interno. È il computer centrale del corpo, in collaborazione con il sistema endocrino, in particolare l'ipotalamo, l'ipofisi e le ghiandole pineale. Questo sistema nervoso centrale (SNC), dal cervello e attraverso il midollo osseo, invia i segnali al sistema nervoso periferico, che è responsabile della trasmissione di questi comandi alle diverse regioni del corpo (neuroni efferenti) e, a sua volta, raccoglie informazioni dal mezzo e inviarlo alla SNC per una corretta elaborazione (neuroni afferenti).

A sua volta, il sistema nervoso è classificato in sistema nervoso autonomo o vegetativo e somatico:

  • Il sistema autonomo è responsabile della regolazione di tutte quelle funzioni involontarie, ad esempio il processo digestivo.
  • Il somatico è quello che guidiamo volontariamente, ad esempio, volendo alzare un braccio.

Questi chiarimenti sono necessari per comprendere la neuropatia periferica e il motivo della sua complessità.

Neuropatia periferica: definizione e sintomi

La neuropatia periferica è un'insufficienza a livello del funzionamento dei nervi afferenti e / o efferenti, che può produrre vari sintomi, a seconda del tipo di nervo e dell'area interessata.

I sintomi più comuni sono i seguenti:

  • Atrofia o debolezza muscolare : quando i nervi interessati sono motori (sistema somatico).
  • Ipoestesia o anestesia : sensibilità ridotta in un certo senso, in particolare al tatto.
  • Disestesia : altri disturbi della sensibilità che possono comprendere sensazione di bruciore, formicolio, intorpidimento o dolore neuropatico.
  • Sensibilità posturale : difficoltà a sapere dove si trovano le diverse parti del corpo.
  • Disfunzioni del controllo dello sfintere : incontinenza fecale e urinaria.
  • Disfunzione nell'attività peristaltica : questi sono prodotti di danno al sistema nervoso autonomo. Esempio: difficoltà a passare il cibo una volta ingerito, costipazione e ostruzione intestinale.

Altri sintomi derivanti dalla condizione nel sistema autonomo sono:

  • Incapacità di regolare la pressione sanguigna
  • Difficoltà a sudare e / o respirare correttamente.

Questo cambiamento nella sensibilità e nel controllo dei muscoli e dei visceri di solito appare gradualmente. Nel caso specifico dei disturbi della sensibilità, questi sono generalmente graduali, a partire dalla periferia di un arto (mani o piedi) e si estendono verso il centro, come nel caso delle neuropatie idiopatiche.

Neuropatia periferica: tipi

Questa insufficienza può essere causata da un gran numero di fattori e, a seconda di tali cause, i tipi di neuropatia periferica differiscono:

  • Diabete : porta a una cattiva alimentazione di tutto il sistema, incluso quello nervoso.
  • Ipotiroidismo, malattie renali o qualsiasi condizione che produca un elevato accumulo di liquidi, che danneggi o blocchi i nervi.
  • Obesità : l'ostruzione dell'ossigeno dovuta all'eccesso di grasso può facilitare la neurodegenerazione.
  • Plexopathies : quelli che coprono un intero plesso nervoso. Sono la plessite ramificata e la plessite lombosacrale.
  • Infezioni : batteri, parassiti e / o virus possono causare questa condizione. Tra questi: citomegalovirus, herpes simplex e complesso, epatite B e C, HIV, lebbra e batteri della difterite.
  • Tumori cancerogeni : il tumore e la sua crescita possono influenzare direttamente la circolazione sanguigna e / o il tessuto nervoso.
  • Chemioterapie : in questo processo terapeutico si corre il rischio di danneggiare sia le cellule benigne che quelle maligne.
  • Infiammazione immunitaria demielinizzante : sindrome di Guillian-Barré e Miller-Fisher.
  • Abuso di droghe : agiscono direttamente sul sistema nervoso centrale e periferico e il loro consumo genera effetti negativi a breve e lungo termine.
  • Stress cronico e infiammazione di basso grado: consumano gradualmente il corpo, lasciandolo senza risorse.
  • Incidenti e lesioni : i più frequenti sono la sindrome del tunnel carpale e il nervo sciatico.
  • Neuropatia idiopatica : una che progredisce progressivamente dalla periferia (ad es. Mani e / o piedi). Non è nota alcuna causa o cura.
  • Fattori genetici ereditari, come la malattia di Charcot-Marie-Tooth .
  • Indotta dal freddo o dalle radiazioni.
  • Indotto da tossine : piombo, mercurio, platino, arsenico, tra gli altri.

Mononeuropatie e plurineuropatie

Questa è un'altra tassonomia, usata per differenziare la quantità di nervi colpiti, riferendosi alla mononeuropatia quando è solo una e alla plurineuropatia quando è più di una. La polineuropatia è il tipo più frequente. Esempi di mononeuropatie sono alcuni del tipo idiopatico cranico, come la paralisi di Bell e la nevralgia del trigemino.

Neuropatia periferica: trattamento

Proprio come ci sono così tanti tipi di neuropatie, gli strumenti per combatterli sono diversi. La cosa iniziale è che la causa deve essere combattuta, in modo da non applicare un trattamento completamente inutile.

Una volta soddisfatto questo requisito, il più comune è quello di assumere farmaci che aiutano a gestire il dolore del paziente. In questi casi, ricorriamo a:

  • Farmaci antidepressivi come gabapentin e amitriptilina.
  • Anticonvulsivanti come carbamazephan e lamotrigine.
  • In misura minore analgesici come ibuprofene e paracetamolo.

Nessuno di questi farmaci può essere usato in modo abusivo o senza controllo medico, poiché possono peggiorare la condizione.

Nel caso specifico delle neuropatie idiopatiche, la medicina ha solo trovato di mitigare i sintomi con questi farmaci, ma non la cura della malattia, che nel resto delle classificazioni raggiunge in media l'80% dei casi di cura completa della neuropatia.

Ci sono anche queste altre risorse:

  • Farmaci topici (capsaicina e lidocaina topica).
  • Cibo e nutrizione corretti.
  • Esercizio fisico costante.
  • Ozonoterapia
  • Agopuntura.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla neuropatia periferica: sintomi, tipi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di cervello e nervi.

Raccomandato

Tecniche di rilassamento respiratorio
2019
Lipotimia: cause, sintomi e trattamento
2019
Cos'è la psicologia ambientale: definizione, caratteristiche ed esempi
2019