Non ho voglia di vivere cosa posso fare?

Non senti niente? Non è così strano come sembra. Non voler vivere è un sintomo della depressione, un disturbo che colpisce oltre 300 milioni di persone in tutto il mondo. Pertanto, in questo articolo: non mi va di vivere cosa posso fare? Spieghiamo i 10 passi da fare per cambiare l'umore. Provali!

Perché non ho più voglia di vivere?

Se ti trovi in ​​una situazione in cui il disagio è molto profondo, potresti aver avuto pensieri come "Non sento niente", o addirittura "Non ho voglia di vivere". Questa frase indica uno stato emotivo e psicologico che include:

  • Apatia : ti senti senza interesse o motivazione a fare piani o compiere azioni.
  • Abulia : ti senti senza energia o volontà di svolgere compiti o attività.
  • Stanchezza : ti senti esausto.
  • Disperazione : hai perso la speranza in futuro.

Perché non ho più voglia di vivere? Non voler vivere può accadere per diversi motivi:

  • Situazione stressante . È possibile che tu abbia subito un evento molto stressante nella tua vita, qualche cambiamento o perdita significativi e questo ti ha portato a presentare un disturbo adattivo o un disturbo depressivo.
  • Situazione traumatica . Una delle cause potrebbe essere quella di aver subito una situazione traumatica come un qualche tipo di abuso, abuso o violenza.
  • Personalità. È possibile che le esperienze della tua infanzia abbiano portato allo sviluppo di tratti della personalità tendenti a uno stato d'animo depresso. Questi tratti della personalità sono la dipendenza, l'autocritica e il pessimismo, tra gli altri.
  • Biochimica. Può essere che a causa di qualche alterazione organica, sia nella biologia che nella chimica del cervello, sia influenzata la regolazione dell'umore.
  • Ormoni. Può essere che a causa di cambiamenti ormonali la tua regolazione dell'umore sia compromessa. Gli ormoni possono cambiare a causa della gravidanza o della menopausa e anche a causa di disfunzioni delle ghiandole, come la tiroide, tra le altre cause.
  • Disease. Un'altra causa può essere affetta da una malattia, in particolare alcune malattie gravi o croniche.
  • Sostanze. Può anche essere dovuto all'uso di sostanze, sia droghe che droghe.

Ho la depressione? prova

La verità è che, se pensi "Non mi va di vivere", probabilmente hai un umore depresso . Quindi ho la depressione? Non è necessario, ci sono molti gradi per quanto riguarda l'umore. Puoi presentarti da uno stato d'animo depresso a causa di una situazione complicata nella tua vita, potresti avere sintomi depressivi o potresti avere un disturbo depressivo. In quest'ultimo caso sarà necessario soddisfare una serie di criteri. All'interno dei disturbi depressivi ci sono diversi tipi di disturbi con caratteristiche diverse che devono essere valutati e diagnosticati da professionisti accreditati della salute mentale.

Che cos'è la depressione?

La depressione è un disturbo dell'umore che colpisce sia i pensieri che le emozioni e il comportamento. La depressione è caratterizzata da tristezza e disinteresse. Tuttavia, può verificarsi in molte forme e con sintomi diversi.

Sintomi di depressione

I principali sintomi della depressione sono i seguenti:

  • tristezza
  • grido
  • disperazione
  • vuoto
  • irritabilità
  • stanchezza
  • apatia
  • abulia
  • anedonia
  • Problemi sessuali
  • Problemi di sonno
  • Appetito alterato
  • colpevolezza
  • Problemi di memoria
  • Problemi di concentrazione
  • Rallentamento psicomotorio
  • Pensieri sulla morte

Test di depressione

Esistono molti strumenti validi e affidabili per rilevare la depressione. Il più usato è il famoso inventario della depressione Beck. Puoi eseguire questo adattamento del test di depressione Beck in formato online.

Se pensi di avere la depressione o un disturbo depressivo, dovrai consultare un professionista per effettuare una valutazione e una diagnosi del tuo caso. Se hai la depressione, nella prossima sezione spiegheremo come uscire da una depressione profonda.

Non ho voglia di vivere cosa posso fare?

Se sei in una profonda depressione, è normale che tu abbia pensieri pessimistici a causa della stanchezza e della disperazione. Come uscire da una profonda depressione? Se hai il pensiero "Non mi va di vivere", dovresti sapere che l'essere umano è progettato per svolgere due funzioni di base:

  • Sopravvivenza.
  • La continuazione della specie.

Ciò significa che il nostro organismo è pronto a garantire la sopravvivenza propria e delle specie. Il nostro cervello è come una macchina che mira ad adattarsi all'ambiente e sopravvivere. Pertanto, è nella nostra natura voler vivere. Sapendo questo, cosa puoi fare se non hai voglia di vivere? Come sentirsi come vivere? Applicando i seguenti suggerimenti:

1. Fai qualcosa che ti faccia stare bene

La prima cosa che dovremmo fare di cattivo umore è migliorare le emozioni e il benessere positivi . Il modo più semplice e immediato è farlo attraverso i sensi. Alcune idee per questo sono:

  • Fai una doccia Con acqua fredda, calda o calda, tutto ciò che è più piacevole per te.
  • Mangia qualcosa che ti piace. Un gusto gradevole influenzerà l'umore. Con moderazione e seguendo una dieta sana, ovviamente.
  • Indossa abiti comodi e piacevoli al tatto.
  • Concediti un massaggio.
  • Buoni odori. L'aromaterapia difende l'influenza degli odori sullo stato emotivo. Usa una fragranza che trovi piacevole.
  • Sorridi e ridi. Sì, cerca un video divertente o un monologo. Puoi anche sorridere o ridere di proposito. La tua espressione facciale influenza l'elaborazione emotiva.

2. Fai qualcosa che ti piace

Successivamente, è importante applicare una tecnica chiamata attivazione comportamentale, che difende che attraverso il comportamento possiamo influenzare emozioni e pensieri. Pertanto, la prima cosa che puoi fare è scegliere un'attività che ti piace (fare una passeggiata, suonare una canzone e ballare, cucinare, ...). Deve essere un'attività semplice, che ti piace e che non richiede molto sforzo. Una volta scelta l'attività, fallo. Senza pensare. Non capovolgere. Fallo adesso. All'inizio potresti essere pigro, ma quando lo avrai fatto ti sentirai meglio.

3. Pianificare le attività

Quando hai iniziato ad attivare il tuo corpo, puoi prendere un calendario, scegliere alcune attività che desideri e contrassegnarle nei giorni in cui fai bene. Ha lo stesso obiettivo del punto precedente, di attivare il tuo corpo in modo che il corpo produca ormoni, i cui effetti saranno di aumentare il benessere e migliorare l'umore. Questi effetti influenzeranno anche i pensieri. Queste attività dovrebbero essere semplici, che non richiedono molto sforzo e, soprattutto, che ti piacciono . Successivamente, è possibile aumentare il livello di difficoltà e la frequenza delle attività.

4. Relativo

Cerca di interagire con gli altri in modo positivo. Siamo esseri sociali, viviamo nella società e dobbiamo comunicare, esprimere e condividere. Sebbene ciascuno in una misura diversa. A seconda delle tue preferenze e necessità, potresti avere contatti più o meno sociali, ma dovresti occuparti di quest'area della tua vita. Cerca di circondarti di persone positive, che contribuiscono alla tua vita e che la tua azienda contribuisce al tuo benessere. Se hai familiari o amici che soddisfano queste caratteristiche, resta con loro . Imposta i momenti per incontrarti.

5. Concentrati sul qui e ora

Concentrati sul presente, su ciò che hai adesso e su cosa puoi farci. Andare in giro per il passato o preoccuparsi per il futuro è controproducente. Come puoi concentrarti sul presente? Praticare la consapevolezza. Come farlo

  • Metti i 5 sensi in quello che stai facendo in questo momento.
  • Una cosa alla volta.
  • Quando i pensieri vengono sul futuro o sul passato, lasciali andare e tornare a quello che stai facendo qui e ora.

6. Metti in discussione le tue convinzioni

Dopo i primi punti, sei riuscito a ridurre il disagio e puoi pensare in modo più chiaro. Ricorda che le emozioni influenzano il pensiero e il comportamento e, quando siamo molto tristi o stanchi, i pensieri sono condizionati da quello stato. Una volta che hai lasciato questo ciclo, puoi avere pensieri più oggettivi. Quindi, è tempo di ristrutturare i tuoi pensieri. Rileva le tue distorsioni cognitive. Hai pensieri del tipo "Non faccio niente di buono", "Sono stupido", "Tutto va storto", "Gli altri sono meglio di me". Bene, è tempo di mettere in discussione questi pensieri: davvero, cosa pensi sia vero? Sicuramente no. Ma pensarci ha ripercussioni sul tuo sistema di credenze e quindi sul tuo comportamento e sul tuo umore.

Questo punto presenta una certa complessità. Pertanto, se non puoi farlo da solo, è del tutto normale e ti consigliamo di andare da un professionista.

7. Trova il significato della tua vita

Rifletti su ciò che è importante per te, su ciò a cui sei appassionato, su ciò che fai bene e così via. Qual è il significato della tua esistenza? Cosa vuoi contribuire al mondo, alla società, alla tua famiglia, al tuo lavoro, alle tue attrezzature da trekking, per esempio? Questa risposta è molto personale. Per trovarlo, puoi usare il metodo ikigai.

8. Fissare obiettivi

Quali cose vorresti provare? Vuoi imparare qualcosa di nuovo? Cosa vuoi ottenere nei prossimi mesi? Gli scopi e gli obiettivi devono essere chiari, specifici, realistici e raggiungibili. Stabilire un obiettivo, avere forza di volontà e realizzarlo genererà soddisfazione e un senso di benessere in te . Oltre a influire sulla tua autostima, migliora le tue abilità e capacità, il tuo concetto di sé e la percezione di autoefficacia.

9. Mantenere abitudini sane

Cerca di mantenere uno stile di vita sano implementando abitudini e routine sane. Quando sei triste e scoraggiato, la cosa più normale è che non hai voglia di fare niente, che non cucini, che non fai sport, che non ti prendi cura di te stesso. Ma pensa che se mangi male, non ti alleni, non ti prendi cura di te stesso, ecc., È probabile che il tuo umore peggiori. Inoltre, sarai anche più incline a soffrire di qualche altra malattia.

10. Abbi cura di te

Durante il processo, abbi cura di te. Come puoi farlo?

  • Conosci te stesso Pratica la conoscenza di te stesso per usare i tuoi punti di forza.
  • Rispetta te stesso. Sii onesto con te stesso e rispetta le tue decisioni, le tue preferenze, ecc.
  • Sii assertivo Esprimi la tua opinione rispettosamente, ma esprimila. Soprattutto, impara a dire di no.
  • Sii gentile con te stesso. Pratica autocommiserazione, non sei perfetto, nessuno lo è. Cerca di giudicarti meno e di trattarti bene, allo stesso modo in cui tratteresti un amico.
  • Grazie. Pratica i ringraziamenti ringraziando per quello che hai, invece di lamentarti per quello che non fai. La vita dipende dalla prospettiva da cui guardi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Non mi va di vivere, cosa posso fare?, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

A cosa serve l'idrossido di magnesio?
2019
Spondilolistesi: sintomi, cause e trattamento
2019
Mi sento molto stanco della vista: cause e trattamenti
2019