Osteopenia: sintomi, cause e trattamento

L'osteopenia non è una malattia in quanto tale, ma può essere dannosa per la persona che ne soffre, poiché può aumentare la probabilità di osteoporosi. Questi sono bassi livelli di densità ossea che sono al di sotto del normale. Tuttavia, non diventano così bassi da essere considerati osteoporosi. Di solito si verifica in uomini e donne di mezza età ed è molto comune nelle donne che stanno entrando nella fase nota come menopausa. Può anche essere genetico e alcune persone hanno una maggiore predisposizione a questa patologia. I sintomi di solito non sono apprezzati e di solito vengono scoperti per caso, in molti casi quando c'è una frattura e le ossa devono essere esaminate. Se vuoi saperne di più, in questo articolo di ONsalus ti diciamo cos'è l'osteopenia, quali sono i suoi sintomi e come trattarla.

Cos'è l'osteopenia?

La densità minerale ossea (BMD) è una misura che viene utilizzata per calcolare la quantità di materiale minerale nelle ossa. Normalmente vengono misurati fosforo e calcio, essendo questi i più comuni. Ecco perché parliamo del calcio che fa bene alle ossa. La densità ossea raggiunge il suo massimo all'età di circa 35 anni e da questa età inizia a diminuire.

La densità ossea viene calcolata utilizzando un parametro noto come T Score, che misura le deviazioni standard della BMD rispetto al valore medio della popolazione tra 20 e 39 anni dello stesso sesso. Cioè, sulla base di studi sulla popolazione di persone dello stesso sesso e di età compresa tra 20 e 39 (che la densità ossea è nel suo splendore) sono stati stabiliti valori normali di densità ossea. Quando misurano la densità ossea, ciò che i medici fanno è vedere la differenza tra i tuoi valori e quelli che hanno stabilito come normali e così possono diagnosticare se è normale o inferiore. Si dice che i valori normali comprendano un punteggio T compreso tra +1 e -1. L'osteopenia si verifica quando questi valori sono compresi tra -1 e -2, 5. Se il valore è inferiore a -2, 5 è considerato osteoporosi.

Le persone con osteopenia hanno una maggiore tendenza a soffrire di osteoporosi, ma ciò non significa che ne soffriranno tutte.

Cause di osteopenia

Le ossa sono costituite da due minerali principali che sono fosforo e calcio. Con l'invecchiamento del corpo della persona, le ossa perdono calcio e questo fa sì che diventino porose all'interno e quindi perdano densità, il che le rende più deboli.

Pertanto, principalmente la causa dell'osteopenia è una perdita di calcio dovuta all'invecchiamento ed è per questo che è più comune nelle persone di mezza età che iniziano a perdere densità.

Inoltre, un'altra causa che causa una bassa densità ossea è che quando le ossa invecchiano, si disintegrano e il corpo le assorbe mentre il nuovo osso cresce. Un giovane rigenera le ossa molto rapidamente, ma con l'età questo processo rallenta, quindi se il vecchio osso sta scomparendo ma quello nuovo impiega tempo per crescere, c'è un'irregolarità e la densità ossea sarà inferiore al normale.

Altre cause che possono causare l'osteopenia sono:

  • Alcuni farmaci come quelli usati per l'asma o la chemioterapia.
  • Una radiazione prolungata nel nostro corpo.
  • A volte può essere genetico ed è sofferto dalla nascita.
  • Disturbi alimentari o problemi metabolici.
  • Sostanze eccessive come fumo, alcol o bibite.

Sintomi di osteopenia

L'osteopenia non ha sintomi chiari e nella maggior parte dei casi le persone che ne soffrono non sanno di averlo fino a quando non vanno dal medico. Pertanto, è una patologia difficile da diagnosticare.

Non si avverte dolore o disagio, sebbene uno dei segni che può mostrare un'osteopenia sia il maggior numero di fratture. Se rompi le ossa più regolarmente del solito, potrebbe essere dovuto a una bassa massa ossea.

Trattamento dell'osteopenia

L'osteopenia deve essere trattata per evitare che porti all'osteoporosi. Per questo, il medico può prescrivere un trattamento farmacologico, tuttavia non è sufficiente con i farmaci.

Gran parte del trattamento dipende da te e dallo stile di vita e dalla dieta che porti, quindi ci sono alcune linee guida che dovresti seguire:

Prendi più calcio

Bassi livelli di calcio nelle ossa fanno sì che si indeboliscano e perdano la densità ossea, quindi è il fattore principale da considerare nell'osteopenia. Prendere più calcio può aiutare a rafforzarli. Lo yogurt, il formaggio o il latte, specialmente se hanno pochi grassi, sono ottimi per fornire calcio alle ossa. Se hai intolleranza al lattosio, puoi andare dal tuo medico per prescrivere un integratore di calcio. Alcune verdure come spinaci o broccoli sono anche ricche di calcio. Nel seguente articolo mostriamo quali alimenti sono più ricchi di calcio.

Per esercitare

L'attività fisica aiuta le ossa a diventare sempre più forti, oltre a rafforzare i muscoli e questo può prevenire le fratture. Ci sono buoni esercizi come correre, camminare, camminare veloce o salire e scendere le scale.

Se sei una persona anziana che non fa molto esercizio fisico, è consigliabile fare una passeggiata ogni giorno almeno mezz'ora o se non riesci a stare in piedi per quindici minuti. Ci sono anche parchi con palestre dove è possibile esercitare le ossa, ad esempio in quelli che hanno pedali su panche o scale.

Vitamina D

La vitamina D aiuta ad assorbire il calcio nelle ossa. Pertanto, è consigliabile assumere molta vitamina D, ad esempio sotto forma di succo d'arancia ogni giorno. Nel seguente articolo puoi scoprire quali sono gli alimenti più ricchi di vitamina D.

Evitare alcol, tabacco e bevande analcoliche

Come abbiamo visto prima, queste tre sostanze non fanno bene alle ossa, quindi più basso è il loro consumo, minore sarà la nostra densità ossea.

Come prevenire l'osteopenia

Se non hai una propensione a soffrire di osteopenia a causa di una delle cause che abbiamo visto prima (ereditaria, malattie rare, disturbi alimentari, assunzione di alcuni farmaci, ecc.), Puoi aiutare a prevenirlo.

Mangiare una dieta ricca di vitamina D e calcio, oltre a evitare il più possibile le sostanze tossiche menzionate e l' esercizio fisico regolare può aiutarti a migliorare le ossa e prevenire la mancanza di densità con il passare degli anni. È meglio farlo in età adulta per ottenere un livello migliore prima dei 35 anni, cioè quando inizia a scendere.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Osteopenia: sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Matico: a cosa serve, proprietà, benefici e controindicazioni
2019
Clinica Beltrán Carrillo
2019
Perché la pelle del pene è più scura
2019