Perché nessuno mi parla a scuola

Il rifiuto scolastico causa molta sofferenza non solo alle persone colpite, ma anche ai genitori. Se tuo figlio attraversa una situazione del genere, cerca di rimanere calmo per non aumentare l'allarme sulla situazione. L'amicizia è un ingrediente vitale dello sviluppo di bambini e adolescenti. Tuttavia, in questa fase della vita, i gruppi sociali sono anche vulnerabili agli improvvisi cambiamenti nell'atteggiamento dei membri della banda o della classe. Forse tuo figlio ti ha chiesto in alcune occasioni: " Perché nessuno mi parla a scuola? " Ti aiutiamo ad affrontare la situazione con una prospettiva positiva senza allarmarti.

Cause per cui nessuno ti parla a scuola

In tale situazione, sono coinvolti diversi fattori, che analizzeremo di seguito:

  1. L'atteggiamento dell'aggressore e il silenzio dell'ambiente che gli conferisce forza. Il comportamento dell'aggressore tende a mostrare un complesso di superiorità, tuttavia, per comprendere l'atteggiamento dell'aggressore è anche importante approfondire il proprio ambiente familiare che molto spesso si riferisce a un sistema non strutturato.
  2. Dimensione della scuola Più è grande un centro accademico, più è probabile che si verifichi un caso del genere.
  3. Mancanza di autorità degli insegnanti. Qualcosa che non può essere motivato solo dall'esperienza pedagogica dell'insegnante, ma anche dall'attuale contesto sociale in cui la figura dell'insegnante non ha il riconoscimento che merita. Questa mancanza di autorità porta al problema di non essere risolto dai primi sintomi di allarme.
  4. Mancanza di autostima Sebbene sembri contraddittorio, chi inizia la situazione di indifferenza e isolamento, sottovaluta la vittima davanti agli altri dal loro stesso concetto di sé. Questo è uno dei motivi per cui per prevenire situazioni di questo tipo è essenziale formare i bambini nell'intelligenza emotiva.
  5. Gelosia e invidia . Sentimenti che portano al rifiuto quando i bambini osservano qualcosa nell'altro che desiderano avere.
  6. Sottovalutare la situazione nella sua fase iniziale porta al suo aggravamento. Quello che avrebbe potuto essere un evento isolato diventa un problema di maggiore portata.

Come comportarsi quando nessuno parla con tuo figlio a scuola

  1. Ascolta tuo figlio, senza trascurare ciò che gli accade. Comprendi il tuo dolore e la preoccupazione per ciò che sta accadendo. Tuttavia, non cadere in allarme. Ascoltalo e mostragli la tua comprensione.
  2. Prova a scoprire cosa sta succedendo nell'ambiente scolastico. Oltre ad ascoltare il bambino, si consiglia anche di parlare con il tutor. Inoltre, se hai fiducia con altri genitori di altri bambini in classe, parla con loro dell'argomento in modo diretto. Fidati di quei genitori con cui hai avuto buoni rapporti finora e ispira fiducia.
  3. Usa risorse pedagogiche . Ad esempio, selezionare libri e film che trattano il bullismo come veicoli utili per trasmettere un messaggio al bambino dall'empatia.
  4. Condividi le tue esperienze d' infanzia con tuo figlio. Crea memoria e condividi con lui un simile aneddoto del passato che hai vissuto tu stesso, poiché in questo modo si sentirà più unito a te.
  5. Favorisce i legami sociali al di fuori della scuola . Se il bambino ha difficoltà nei rapporti personali con altri bambini della sua età, porta a incontri sociali in altri contesti, ad esempio scuola di musica, lezioni di sport, laboratorio artigianale ... In questi spazi, il bambino coinciderà con altri compagni.
  6. Prendi appunti di quelle situazioni o aneddoti che descrivi (non farlo in loro presenza). In questo modo, eviti di dimenticare dettagli importanti che possono essere particolarmente significativi quando condividi queste informazioni con uno psicologo infantile se, infine, la situazione lo richiede. Inoltre, dato l'impatto emotivo del momento, puoi dimenticare alcuni dettagli. Per questo motivo, queste annotazioni possono aiutarti a ottenere l'obiettività nella situazione.

Analizza la situazione senza la prospettiva di colpa

Può darsi che un bambino si chieda perché nessuno gli parli a scuola. È una domanda che viene posta in modo logico e naturale da coloro che soffrono di questa situazione è che spesso si collega al sentimento di colpa. Quando una persona sperimenta una situazione di indifferenza di gruppo, sperimenta indirettamente un danno alla sua autostima che lo porta a dubitare di se stesso. Soprattutto, quando si tratta di una fase di sviluppo ed evoluzione come l'infanzia o l'adolescenza.

La situazione diventa significativa quando questa indifferenza è frequente, cioè quando lo studente percepisce questo isolamento in modo ricorrente. Poiché questo stadio della vita è anche definito dalla posizione della rabbia che si traduce in indifferenza ma che dura poco tempo e che è accompagnata da una successiva riunione.

Nulla giustifica che una persona non parli con nessuno a scuola. Questo è uno dei motivi per cui la domanda "perché" dovrebbe essere cambiata in "cosa fare d'ora in poi". Se sei uno studente che soffre di questa situazione, dillo a qualcuno di cui ti fidi, parla con un insegnante o con i tuoi genitori. È importante che tu comunichi questo fatto a un adulto perché ti aiuterà. E se sei un padre o una madre che soffre di questa situazione, parla con il tutor. Se la conversazione con il tutor non offre risultati, parla con il capo degli studi o il direttore del centro.

Perché è importante tenere queste conversazioni? Perché attraverso questa interazione, è possibile conoscere meglio il contesto della situazione poiché ci sono molte variabili che hanno generato questo panorama di indifferenza. Quindi, la domanda: "Perché nessuno mi parla a scuola?" acquisisce un significato maggiore facendo appello a terzi.

Come risolvere un caso di isolamento personale a scuola

La scuola è un sistema . Ciò che accade all'interno di quel sistema riguarda tutti i membri del gruppo. Per questo motivo, quando una persona soffre di indifferenza dagli altri, la risoluzione del conflitto implica il coinvolgimento di tutti i membri del gruppo verso un cambiamento di atteggiamento. E genitori e insegnanti possono generare una grande influenza positiva.

Per questo motivo, si raccomanda alle scuole di disporre di un protocollo d'azione per rispondere a questo tipo di situazioni, senza attendere che si verifichino. Cioè, è conveniente adottare un atteggiamento proattivo e non reattivo. A sua volta, è conveniente formare gli studenti nella prevenzione del bullismo, ad esempio, è conveniente tenere conferenze su questo argomento.

È importante evitare di posizionare la persona colpita da questa situazione nel ruolo di vittima in modo che, con il supporto necessario, riacquisti la fiducia in se stesso come protagonista.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché nessuno mi parla a scuola, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di problemi di socializzazione.

Raccomandato

Mia madre mi fa sentire in colpa: cosa devo fare?
2019
Puoi bere acqua prima di un esame del sangue?
2019
Posso prendere Cialis se sono iperteso?
2019