Perché sento che mi manca l'aria

La mancanza di respiro, un sintomo noto a livello medico come dispnea, non è una malattia o un disturbo in sé, ma può essere dovuto a molte cause diverse. Ecco perché è importante osservare quando appare e quali sintomi sono correlati per essere in grado di determinare più precisamente a cosa è dovuto.

Ti chiedi perché sento che mi manca l'aria ? Nel seguente articolo di ONsalus spiegheremo le cause che possono causarlo, allo stesso modo, differenzeremo anche la mancanza di aria in base ai sintomi correlati che potresti avere.

È male che ti manchi l'aria?

Come abbiamo spiegato, la mancanza di respiro o la difficoltà respiratoria è nota a livello medico come dispnea . Questo può apparire in diversi modi, ad esempio la sensazione di annegamento, la sensazione di non coprire abbastanza aria o la mancanza di controllo nella respirazione. Tuttavia, il male che ti manca l'aria? A questo punto potresti capire perché ti manca l'aria e cosa lo sta causando.

Ci sono momenti in cui questo è qualcosa di completamente normale e non dovresti preoccuparti, ad esempio, se sei o ti sei appena esercitato, se sei in un posto molto caldo, purché sia ​​qualcosa di momentaneo. Tuttavia, quando appare inaspettatamente o appare su base ricorrente, è quando devi chiederti se c'è un problema di base che lo sta causando. In tutto l'articolo spiegheremo quali sono le ragioni a cui la dispnea può essere dovuta.

Mancanza di respiro a causa dell'ansia

L'ansia può manifestarsi in molti modi diversi, ma la mancanza di respiro è uno dei suoi sintomi principali . Soffocamento, pressione al torace e respiro corto sono un segno comune di ansia. Inoltre, a questo dobbiamo aggiungere l'iperventilazione.

Conosciamo come iperventilazione sia la respirazione molto profonda che la respirazione molto veloce, tuttavia, la conseguenza principale di ciò è che c'è una mancanza d'aria che provoca la caduta dei livelli di calcio e anidride carbonica nel sangue. Questo fatto provoca la costrizione dei vasi sanguigni, causando alcuni dei sintomi più tipici dell'ansia, ad esempio:

  • Tachicardie.
  • Pressione toracica
  • Intorpidimento degli arti.
  • Mal di testa.
  • Stordimento.

Perché sento che mi manca l'aria quando mi sdraio

Come abbiamo già spiegato, è molto importante identificare il momento in cui appare la dispnea. In questo caso, se ti manca l'aria durante il sonno, potresti soffrire di dispnea notturna parossistica, un disturbo che provoca un'interruzione improvvisa del sonno con mancanza d'aria, essendo necessario alzarsi per riprendere fiato

Questo è un problema che di solito colpisce le persone che hanno problemi cardiaci o polmonari, motivo per cui è necessario iniziare un adeguato trattamento medico per curare la malattia di base. Se questo è ciò che ti accade, nel seguente articolo di ONsalus parleremo in profondità della dispnea notturna parossistica: cause, sintomi e trattamento.

Perché sento che mi manca l'aria in gravidanza

Ti manca aria durante la gravidanza? Hai difficoltà a respirare normalmente? Tranquillo, è comune nel tuo stato, specialmente nelle ultime settimane e all'inizio della gravidanza, tuttavia, dipenderà dall'intensità con cui lo senti.

Durante la gravidanza l'utero si allarga, causando il sollevamento del diaframma e la pressione dei muscoli che ti aiutano a respirare. Ecco perché i problemi respiratori e la mancanza di respiro sono un sintomo comune nelle donne in gravidanza. Inoltre, altre sensazioni che potresti avere a seguito dell'aumento del diaframma sono:

  • Stordimento.
  • Stanchezza.
  • Insonnia.
  • Sensazione di soffocamento

Come in ogni aspetto della gravidanza, se noti questa sensazione con grande intensità dovresti andare dal ginecologo per valutare il tuo stato di salute, tuttavia, non dovresti essere eccessivamente allarmato perché, come ti abbiamo detto, senti che ti manca l'aria in gravidanza È normale

Perché sento che manca il respiro e mi fa male la schiena

La sensazione di mancanza d'aria può essere un sintomo di alcune malattie polmonari, inoltre, questi tipi di malattie, spesso si manifestano anche con mal di schiena che può irradiarsi in altre aree del corpo. Alcune delle principali condizioni polmonari che possono causare questi sintomi sono le seguenti:

BPCO

La malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) è una malattia nei polmoni che è normalmente causata dal fumo. Questa abitudine sta danneggiando i polmoni, causando loro di perdere capacità e sviluppare condizioni come enfisema o bronchite cronica.

asma

L'asma è una malattia che provoca infiammazione e, di conseguenza, restringimento delle vie aeree, causando sintomi come mancanza di respiro, respiro sibilante, tosse o pressione.

polmonite

La polmonite o polmonite è un'infiammazione di origine infettiva del tessuto polmonare. Con questa infezione, gli alveoli possono essere riempiti con pus o altri liquidi che causano difficoltà respiratorie e ossigenazione dell'organismo.

bronchite

In questo caso stiamo parlando dell'infiammazione dei bronchi, una condizione che provoca sintomi come mancanza di respiro, senso di oppressione al petto o tosse con espettorazione. Possiamo distinguere tra due tipi di bronchite, acuta e cronica, essendo la differenza tra i due che il primo non si estende per più di 3 settimane, mentre il secondo può essere indefinito.

pneumotorace

Il pneumotorace è il risultato di una perforazione nel polmone, che provoca la fuoriuscita dell'aria e che questo organo non può espandersi normalmente quando viene ispirato. A sua volta, quest'aria si accumula nella cavità esterna dei polmoni, causando dolore al torace, schiena e difficoltà respiratorie.

Embolia polmonare

L'embolia polmonare è l'ostruzione, totale o parziale, dell'arteria polmonare. Di solito è causato da un coagulo che si è formato nella gamba che viaggia attraverso l'afflusso di sangue all'arteria polmonare. Mancanza di respiro, così come dolore alla schiena e al torace, sono alcuni dei principali sintomi dell'embolia polmonare.

Fibrosi polmonare

È il risultato di cicatrici del tessuto polmonare, un processo che li rende più spessi e più duri, perdendo le loro caratteristiche principali e condizionando la loro funzione. Alcuni dei sintomi che accompagnano questa malattia sono mancanza di respiro, tosse, stanchezza o dolore.

Edema polmonare

L'edema polmonare, popolarmente noto come polmoni inondati o acqua nei polmoni, è, come suggerisce il nome, l'accumulo di liquido in questo organo, impedendone il corretto funzionamento e riducendo la quantità di aria che possono inalare.

Tumore polmonare

Infine, tra le malattie polmonari che possono causare respiro affannoso troviamo il cancro ai polmoni. Una crescita tumorale in questo organo si manifesta anche con sintomi come perdita di peso, voce rauca, tosse accompagnata da sangue o dolore alla schiena e al torace.

Perché sento che mi manca l'aria dopo aver mangiato

Mangia troppo

Il sistema digestivo è il nostro secondo cervello, e questa non è solo una metafora, ma in questo organo vengono gestite molte emozioni e, durante la digestione, diventa un centro chimico molto sofisticato. La fame è il meccanismo che ci avvisa che dovremmo mangiare cibo, tuttavia, quando abbiamo ancora lo stomaco pieno e mangiamo o quando mangiamo troppo, questo può causare una saturazione del sistema digestivo che finisce per colpire altri organi del corpo. L' allargamento dello stomaco dal mangiare troppo renderà più piccolo lo spazio per i polmoni, causando mancanza di respiro e difficoltà respiratorie.

Mangia molto velocemente

Inoltre, questo è legato alla prima causa di cui abbiamo parlato nell'articolo: l' ansia . Ed è che quando siamo ansiosi o stressati tendiamo a mangiare di più, peggio e più velocemente . Tutti fattori decisivi per ciò che abbiamo appena detto. Quando mangiamo con ansia non solo mangiamo più cibi grassi che ostacolano la nostra digestione, ma mangiamo troppo velocemente, facendo sì che il nostro stomaco ci riempia di aria e ci causi difficoltà respiratorie.

Sangue accumulato nello stomaco

Ma questo non è l'unico motivo per cui potresti non avere fiato dopo aver mangiato . Un'altra possibile ragione è che, dopo aver mangiato cibo, la maggior parte del sangue arriva allo stomaco per riuscire a fare bene la digestione. Pertanto, c'è meno quantità per ossigenare il resto del corpo, di conseguenza, il nostro corpo chiede più aria per ossigenare il corpo, motivo per cui puoi sentire che ti manca l'aria dopo aver mangiato.

Allergie alimentari

Finalmente possiamo trovare allergie alimentari, tuttavia, in questi casi non ti succederà sempre, ma apparirà all'improvviso solo dopo aver mangiato alcuni cibi. Il fatto è che quando mangiamo un alimento a cui siamo allergici, provoca una reazione nel nostro corpo che, tra gli altri sintomi, provoca il restringimento delle vie aeree e, quindi, provoca difficoltà respiratorie.

Perché sento che manca il respiro e mi fa male il cuore

Prima di tutto devi essere chiaro che il cuore non fa male. Parliamo spesso di dolore al cuore o forature nel cuore, tuttavia, in questo organo non sentiamo dolore ma, al massimo, quando una malattia colpisce, irradia quel dolore ad altre aree come il torace, il collo, la schiena, La mascella o il braccio.

Il secondo chiarimento che deve essere fatto è che, spesso, i dolori causati da una condizione cardiovascolare sono confusi con i sintomi derivati ​​dall'ansia . Come queste malattie, l'ansia può causare respiro corto e dolore al cuore (cioè al torace o al braccio). Ecco perché è importante consultare un medico e, se escludiamo qualsiasi disturbo cardiovascolare, dare la verità e trattare l'ansia.

Dopo aver fatto queste avvertenze, ci sono diverse malattie legate al cuore che possono causare mancanza di respiro e altri sintomi correlati. Di seguito ti spieghiamo:

Insufficienza cardiaca

Di solito è una malattia cronica, sebbene possa apparire acutamente, tuttavia, si verifica quando il cuore non è in grado di pompare correttamente, facendo sì che il sangue non arrivi in ​​modo efficiente e, di conseguenza, che il corpo non possa ossigenarsi .

cardiomiopatia

Non è uno, ma comprende un gruppo di malattie che si verificano nel muscolo cardiaco, causando un aumento delle dimensioni, un aumento della densità o una rigidità muscolare.

Infarto

Conosciuto anche come infarto, è causato dal blocco di un'arteria, che fa sì che il sangue non raggiunga il cuore correttamente e non si sblocchi, provoca la morte del tessuto cardiaco. In questo articolo parliamo dei principali sintomi di un infarto.

aritmia

Le aritmie sono le alterazioni che si verificano nella frequenza cardiaca, cioè nel ritmo al battito del nostro cuore. Esistono diversi tipi, tuttavia, di solito possiamo distinguere tra tachicardie - quando batte più velocemente del normale o bradicardia - quando batte più lentamente del normale.

miocardite

Di solito ha un'origine batterica, sebbene possa anche essere causata da un virus, ed è definita come l'infiammazione del muscolo cardiaco, impedendo a questo organo di svilupparsi correttamente. La miocardite è una malattia potenzialmente letale, motivo per cui dovrebbe essere trattata il più rapidamente possibile.

pericardite

Se nel caso precedente abbiamo parlato del muscolo cardiaco, nel caso della pericardite ciò che è infiammato è il pericardio, cioè la membrana che copre il cuore. Spesso è molto difficile chiarire quale sia la causa esatta, tuttavia, è sempre dovuta a un'infezione, di origine virale, fungina o batterica.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché sento di avere il respiro corto, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di polmoni e vie respiratorie.

Raccomandato

Grafologia nella selezione del personale
2019
Urografia escretoria: che cos'è e come prepararsi
2019
Rimedi per l'impotenza maschile
2019