Perfezionismo in psicologia: cause e come superarlo

Perfezionismo è una delle parole usate nei contesti di tutti i giorni per descrivere quelle persone che non sono mai pienamente soddisfatte di ciò che fanno e sono molto attente nell'esecuzione dei compiti e dei loro dettagli. Tuttavia, il perfezionismo in psicologia è un tratto di personalità complesso con molte sfumature. Inoltre, ci sono numerose cause che potrebbero spiegarne l'origine, nonché una serie di strategie per una migliore gestione del perfezionismo. Se vuoi saperne di più sul perfezionismo, leggi il nostro articolo su: Il perfezionismo in psicologia: cause e come superarlo .

Perfezionista: significato

Etimologicamente, la parola perfezione deriva dal latino "perfectio", la cui traduzione sarebbe "azione di lasciare qualcosa finito". Il perfezionismo è un tratto di personalità complesso . In termini generali, è definito come l'applicazione di standard o criteri di prestazione elevati ed esigenti, in combinazione con un'autovalutazione negativa se i criteri stabiliti non sono raggiunti dalla persona.

È un tratto di personalità considerato multidimensionale, cioè composto da diversi aspetti o aspetti. Alcuni dei componenti che formano il perfezionismo o i sintomi del perfezionismo sono i seguenti:

  • Elevate esigenze personali, esiste una stretta relazione tra richiesta di sé e perfezionismo.
  • Grande preoccupazione per gli errori.
  • Dubbi sulle azioni.
  • Organizzazione.
  • Ordine.
  • Responsabilità.
  • Capacità di sforzo.

Il perfezionismo non è di per sé positivo o negativo, ma si ritiene piuttosto che alcune delle sue sfaccettature o componenti possano essere adattive o disadattive . Pertanto, la positività o negatività del perfezionismo dipenderà dal contesto, dall'intensità e dall'interazione con altri tratti della personalità.

Allo stesso modo, non è categorico, uno non ha o non ha perfezionismo, ma varia in misura maggiore o minore a seconda della persona.

Perfezionismo in psicologia

Storicamente, il perfezionismo è stato valutato e concettualizzato da un punto di vista negativo. Tuttavia, per anni è e continua ad essere oggetto di studio in psicologia a causa della sua complessità e varietà di manifestazioni. Attualmente, si ritiene che il perfezionismo possa essere diviso in due fattori: preoccupazioni del perfezionista e sforzi del perfezionista. Questi due fattori danno origine alla classificazione di due tipi di perfezionismo: il perfezionismo disadattivo e il perfezionismo adattativo, che sarebbero i due estremi di un continuum.

Preoccupazioni perfezionista

Il primo fattore è stato associato al perfezionismo negativo e disfunzionale . Comprende generalmente la preoccupazione di avere errori, perfezionismo socialmente richiesto o imposto, alta autocritica e discrepanza tra standard esigenti personali e risultati raggiunti.

È considerato disadattivo a causa dell'alta relazione tra questo perfezionismo e ansia, depressione, disturbi alimentari, disturbo ossessivo compulsivo, ansia sociale, ecc.

Questo tipo includerebbe persone con una personalità perfezionista che hanno reazioni esagerate di frustrazione, tristezza e / o rabbia per ciò che considerano un fallimento, non importa quanto piccolo. È un perfezionismo ossessivo in cui le persone monitorano e prestano un'attenzione eccessiva alle proprie prestazioni. Sono anche molto sensibili e vulnerabili a critiche ed errori. Tendono ad avere una bassa autostima e si percepiscono con poche abilità e capacità in generale.

Sforzi perfezionisti

D'altro canto, gli sforzi del perfezionista alludono all'aspetto positivo e più sano del perfezionismo. Si riferisce alla ricerca di risultati, al desiderio di raggiungere gli obiettivi prefissati e alla ricerca di miglioramento e miglioramento personale. Il perfezionismo adattivo è presente nelle persone con una personalità perfezionista caratterizzata dalla definizione di obiettivi elevati ma raggiungibili e dall'esistenza di criteri esigenti ma non eccessivamente rigidi. Hanno la tendenza all'ordine e all'organizzazione, la conoscenza dei propri limiti e persino alla ricerca di eccellenza e miglioramento personale, se non raggiungono i loro obiettivi, rimangono motivati ​​dallo sforzo e dall'ambizione, non cadono nell'autovalutazione negativa e nel sentimento di fallimento.

Pertanto, la personalità perfezionista può presentare fattori adattativi e disadattivi, non è negativa o positiva in sé. Tuttavia, il perfezionismo ossessivo può, da un lato, portare a problemi psicopatologici ed effetti sulla vita sociale. Poiché le persone con un perfezionismo eccessivo tendono ad essere ostili alle altre persone ed essere molto sensibili a ciò che fanno o dicono di loro.

Esiste anche un solido legame tra perfezionismo e ansia : le persone con un elevato perfezionismo hanno un eccesso di controllo e pianificazione dei comportamenti, nonché il confronto con altre persone, in cui tendono a percepirsi inferiori al resto.

Cause del perfezionismo

Successivamente, spieghiamo alcune delle cause del perfezionismo o dei fatti che sono stati identificati come precursori del perfezionismo:

  • Predisposizione genetica, cioè c'è una presenza biologica del tratto di ansia della personalità.
  • Stile autoritario parentale e materno, quindi c'è un eccesso di richieste fin dall'infanzia. I bambini in questo ambiente familiare tendono a diventare molto esigenti e sviluppare una personalità perfezionista, dal momento che i genitori di solito puniscono gli errori e spesso in modo abusivo. Pertanto, i bambini imparano che gli errori non saranno tollerati e credono che l'unico modo per ottenere l'amore e l'approvazione dal padre e / o dalla madre sia attraverso l'eccellenza e il compiacimento.
  • Crescere in un ambiente in cui la lode viene ricevuta in modo eccessivo, in modo che la persona si abitui a questi alti livelli di lode e la loro autostima diventi dipendente da loro. Questa dipendenza genera un'elevata pressione interna per ottenere elogi esterni come meccanismo di difesa e mantenimento dell'autostima.
  • Ricevi umiliazioni, prese in giro e / o disprezzo fin dall'infanzia, in modo che la persona sviluppi bassa autostima e sentimenti di inutilità e fallimento che cerca di compensare attraverso alte prestazioni. Allo stesso modo, sviluppano una supervisione verso i propri comportamenti, con l'obiettivo di controllare che soddisfino i criteri autoimposti.
  • Confronti con gli altri. Crescere in una casa in cui alcuni membri, o più di uno, della famiglia hanno molto successo e i confronti vengono fatti costantemente. In questo caso, esiste un elevato standard di prestazioni all'interno della famiglia, oltre a criteri impegnativi, per i quali la persona genera un sentimento di inferiorità attraverso il confronto. Questo orientamento al confronto tende a rimanere nell'età adulta, quindi la persona verrà confrontata con le persone di successo, confronti in cui si sentiranno svalutati. Allo stesso modo, cercherà di assomigliare ad altri modelli idealizzati o prototipi di una persona, incapace di essere consapevole delle loro virtù e punti di forza.
  • Essere genitori con padri e / o madri perfezionisti può anche portare allo sviluppo del perfezionismo, dato che sono un modello e un riferimento per i bambini, che apprendono attraverso comportamenti di osservazione e stili di pensiero familiare.
  • Come nell'ambiente familiare, le scuole possono anche migliorare il perfezionismo attraverso standard accademici molto impegnativi, severi e autorevoli. Quindi gli studenti possono interiorizzare questi standard di domanda e applicarli in altre aree della loro vita.
  • Una bassa tolleranza alla frustrazione può anche influenzare il perfezionismo. La tolleranza alla frustrazione è legata alla tolleranza e all'accettazione di un certo livello di imperfezione. Se si sviluppa una bassa tolleranza alla frustrazione, è possibile che nessun risultato venga riconosciuto se non è completamente perfetto secondo i criteri stessi.
  • Alto nevroticismo, poiché le persone con alti livelli di nevroticismo hanno una predisposizione allo sviluppo di una personalità perfezionista. Questo perché il nevroticismo è legato alla tendenza alla colpa e alla preoccupazione, fattori che possono condurre a uno stile perfezionista.
  • Cultura della competitività, in cui le persone sono valutate in base ai loro risultati, risultati e successi. Ciò che è considerato di successo o non stabilito nella società dalla convenzione sociale. Pertanto, le persone cercano di raggiungere gli alti criteri di successo imposti esternamente e socialmente. L'adeguamento o meno a questi criteri esterni ha un grande peso nell'autovalutazione della persona. Incoraggia anche il confronto costante e si distingue dalle altre persone.

Come superare il perfezionismo

Non esiste un intervento specifico per il perfezionismo disadattivo, poiché non è classificato come un disturbo mentale. Tuttavia, è possibile eseguire un trattamento perfezionista orientato a lavorare quei componenti o elementi del perfezionismo che sono disfunzionali. Questo trattamento di solito affronta i pensieri e i comportamenti legati al perfezionismo, nonché lo sviluppo dell'autocommiserazione in relazione a errori e fallimenti. Nel seguente articolo troverai l'autocommiserazione e come applicarla.

Da un lato, l'intervento si concentra sulla persona che è in grado di identificare quei pensieri o distorsioni di pensiero che sono alla base del perfezionismo. Alcune di queste distorsioni cognitive sono il pensiero catastrofico (ad esempio, "se sbaglio a parlare, rideranno di me e non vorranno mai relazionarmi con me") o pensiero dicotomico o tutto o niente ("Ho avuto un fallimento sul lavoro, non sono riuscito a completa "). Dopo questa identificazione, la persona cerca di sostituire questi pensieri con altri più realistici e utili, sottolineando l'utilità di questi nuovi pensieri.

D'altra parte, si cerca che la persona sia in grado di prendere una prospettiva, percepire e giudicare se stessa dall'esterno e non dai propri standard. Esercizi orientati allo sviluppo dell'autocommiserazione in cui la persona con perfezionismo parla a se stessa e viene giudicata come farebbe con un'amicizia, sviluppando maggiore flessibilità e comprensione per se stessa.

Infine, la tecnica di esposizione a situazioni temute dalla persona può essere utilizzata per ridurre progressivamente questa paura e ansia. In queste esposizioni la persona commette piccoli errori di proposito e gradualmente, per affrontare la paura di essere imperfetti . A poco a poco, il disagio di fronte all'imperfezione dovrebbe diminuire e si sentono a proprio agio con un livello più alto di tolleranza per l'errore. Si consiglia di eseguire esercizi di rilassamento e respirazione per aiutare a ridurre i livelli di ansia. Anche con questa mostra vengono messi alla prova i pensieri catastrofici che i perfezionisti possiedono, perché vedono che le conseguenze disastrose che si aspettavano non si avverano.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili al perfezionismo in psicologia: cause e come superarlo, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Rimedi naturali per alleviare i nervi dello stomaco
2019
Benefici del miele di erica
2019
Cos'è la malattia della tiroide e quali sono i suoi sintomi
2019