Potere e autorità - Comportamento politico nelle organizzazioni

Il potere può essere considerato come: parte del modello razionale che considera le organizzazioni come strumenti razionali per raggiungere determinati fini collettivi. (Ci sono molti individui cooperanti nell'organizzazione e la variabilità spontanea del comportamento individuale deve essere contrastata.) Il potere come strumento di dominio politico di alcuni gruppi su altri. (Permette di raggiungere gli obiettivi di un determinato gruppo). L'organizzazione è considerata come un insieme di coalizioni in cui vi sono interessi, conflitti e attività devianti rispetto agli scopi stabiliti.

Potenza e autorità

Natura e caratteristiche del potere Il potere è la relazione tra due o più attori in cui l'azione di uno è determinata da quella di un altro o di altri. A volte è stato definito come il potenziale dei soggetti. È la capacità di una o più persone di influenzare il comportamento degli altri. È stata fatta una distinzione tra potere potenziale e potere reale (tra il potere e l'esercizio). Il potere è un aspetto (almeno potenziale) in tutte le interazioni sociali ed è caratterizzato dalla sua condizione di asimmetria, c'è anche una certa reciprocità, anche se non è sotto forma di equilibrio. Dimensioni che chiariscono la nozione di potere:

  • Intensità di potere, è il grado di influenza che A esercita su B, al fine di modificare la probabilità delle sue risposte.
  • Il dominio del potere, a seconda della sua estensione (numero di persone o gruppi su cui è esercitato).
  • La gamma di potenza è la gamma di risposte di B su cui A esercita potenza.

Le basi del potere Lawler, distingue tre basi in ogni relazione di potere: le risorse, la dipendenza e le alternative. Le risorse sono oggetti o eventi utili per un determinato soggetto o gruppo, il valore di potenza di tali risorse.

Garantisce solo se il soggetto o il gruppo ha una forte dipendenza da essi e non hanno altre alternative disponibili. L'esistenza di soluzioni alternative ridurrebbe la dipendenza da risorse controllate.

Indirizzo di alimentazione

Esistono due gruppi di fattori che spiegano più della metà della varianza degli aspetti di controllo e potenza:

  • Il grado di strutturazione delle attività organizzative.
  • Il grado di concentrazione dell'autorità.

Combinando questi due fattori hanno trovato la tendenza a raggrupparsi in quattro categorie:

  • Burocrazie totali; che esercitano il controllo attraverso la specializzazione dei compiti, l'istituzione di misure per questo e la centralizzazione dell'autorità.
  • Burocrazie del flusso di lavoro; Basano il loro controllo sulla specializzazione dei compiti e l'istituzione di meccanismi di controllo specifici.
  • Organizzazioni implicitamente strutturate; raggiungono il loro coordinamento attraverso un mutuo adattamento tra i membri (di solito sono piccoli).

L'alternativa centralizzante stabilisce una predominanza di una struttura verticale di poteri, l'alternativa che favorisce la specializzazione pone maggiormente l'accento sulle relazioni di potere orizzontali. Potere discendente verticale È la direzione del potere più studiata all'interno delle organizzazioni. La ricerca sulla partecipazione indica che la partecipazione ha scarso effetto sul cambiamento della distribuzione dominante del potere. Gli individui ai livelli superiori hanno più potere ed esercitano un maggiore controllo rispetto a quelli ai livelli inferiori. In molte situazioni, il potere ha un aspetto di auto-perpetuazione.

Potere laterale o orizzontale I membri esercitano un potere e un'influenza che non sono collegati alla loro posizione di potere formalmente definita all'interno dell'organizzazione. Questa disponibilità di potere e influenza è molto maggiore, se la sua posizione è potere strategico, cioè svolge funzioni cruciali nell'organizzazione. Il potere delle diverse subunità all'interno di un'organizzazione può essere spiegato in base al grado di dipendenza che ciascuno ha sugli altri.

Quelli con la capacità di soddisfare i bisogni degli altri e monopolizzare anche quella capacità hanno un potere maggiore. Fattori che influenzano un'unità in modo critico:

  • Incertezza, quelle unità che riducono maggiormente questa incertezza acquisiscono più potere.
  • Il monopolio di quell'abilità, se altri gruppi non possono sostituire le funzioni che l'unità potente svolge.
  • Centralità delle attività svolte da quell'unità, quando sono ampiamente collegate a quelle di altre unità e la loro detenzione influenza rapidamente e negativamente il loro funzionamento.
  • Un altro fattore da considerare è il grado di istituzionalizzazione, il potere cerca di perpetuare e mantenere se stesso e il grado di potere dipende gerarchicamente dal potere che è stato precedentemente detenuto.

Potenza e influenza ascendente

È il tentativo di influenzare una persona che occupa una posizione gerarchica superiore nell'organizzazione. Pertanto, la persona che cerca di esercitare l'influenza non può basarla su una posizione formale di autorità. Esistono diverse fonti: l'abilità nel commercio ha aggiunto alla difficoltà di sostituire l'individuo. Il grado di impegno e interesse mostrato nel lavoro.

Media collettivi come le coalizioni. La capacità di influenzare i livelli più alti da parte di un supervisore ha reso la sua supervisione più efficace e gli ha permesso di raggiungere un morale più alto nei suoi subordinati, una migliore comunicazione con loro e un aumento della loro produttività.

Comportamento politico nelle organizzazioni

Note caratteristiche del comportamento politico:

  • Tentativi di influenza sociale .
  • Sono discrezionali (non rientrano nelle aree vietate dall'organizzazione).
  • Sono progettati per promuovere e proteggere gli interessi personali o di gruppo.
  • Tentano contro gli interessi di altri individui e gruppi.

I mezzi utilizzati dipendono dalle risorse disponibili. Tali risorse includono vari tipi di potere su altre persone e caratteristiche della subunità. La variabile mediatrice tra risorse e media è l'intento e le affermazioni del soggetto. Le esigenze personali possono a loro volta essere influenzate dalla disponibilità di risorse .

Le intenzioni e le affermazioni dell'individuo determineranno i mezzi scelti. Nella percezione della situazione uno degli elementi centrali è il riconoscimento delle norme esistenti in questo campo.

Queste norme variano a seconda dei vari aspetti situazionali: le norme politiche variano a seconda della posizione all'interno dell'organizzazione, l'attività politica è più frequente tra i membri del personale che tra i membri della linea, è anche maggiore in quelle subunità in cui L'incertezza è maggiore.

Variabile che spiega le differenze nelle situazioni in base al loro "empowerment":

  • incertezza
  • L'importanza dell'attività
  • La pertinenza dell'argomento per i membri
  • Carenza di risorse

Le situazioni in cui l'attività politica è più rilevante sembrano combinare l'ambiguità situazionale con un sufficiente interesse personale per attivare l'individuo a considerare reazioni che esulano dai limiti del sistema di norme formali dell'organizzazione.

Oltre agli aspetti situazionali, vi è l'importanza delle caratteristiche personali: necessità di potere, propensione al rischio, ecc.

In sintesi, insieme all'esercizio del potere come mezzo strumentale per raggiungere gli scopi dell'organizzazione, è il suo uso per ottenere benefici o proteggere gli interessi personali. La dimensione del potere come fenomeno politico all'interno delle organizzazioni.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Potere e autorità - Comportamento politico nelle organizzazioni, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia sociale e organizzativa.

Raccomandato

5 cause di sofferenza
2019
Scroto pruriginoso: cause
2019
Tipi di madri tossiche e come trattarle
2019