Preeclampsia: sintomi, cause, trattamento

L'ipertensione in gravidanza è una condizione che merita un'importante cura, poiché non essere adeguatamente controllati può portare a una delle complicanze più rischiose durante la gravidanza: la preeclampsia . Questa condizione, che appare solo nelle donne in gravidanza con ipertensione, di solito si manifesta nelle ultime settimane di gestazione sebbene possa comparire in qualsiasi momento dopo la settimana 20. In questo articolo di ONsalus spieghiamo in dettaglio i sintomi, le cause, il trattamento e le complicanze di preeclampsia .

Che cos'è la preeclampsia?

La preeclampsia è una condizione che si verifica durante la gravidanza nelle donne che hanno la pressione alta, manifestando altri sintomi come proteine ​​nelle urine e aumento di peso al di sopra del normale. Si verifica dopo la ventesima settimana di gestazione, essendo casi molto rari in cui si manifesta prima, il rischio di questa condizione è maggiore nelle donne in gravidanza con ipertensione arteriosa che si trovano nelle ultime settimane di gravidanza.

Nella maggior parte dei casi la donna mostra una lieve preeclampsia nelle ultime settimane di gravidanza, quindi il feto è già completamente formato e la data del parto è vicina. Tuttavia, ci sono casi in cui si verifica gravemente e a metà gravidanza, il che aumenta significativamente il rischio di complicazioni di salute sia per la madre che per il feto.

Quali sono le complicazioni di questa condizione?

La maggior parte delle donne che soffrono di preeclampsia lo manifestano vicino alla 37a settimana di gravidanza, in questi casi lo specialista valuterà le condizioni della madre e del feto e deciderà se è conveniente anticipare il parto per evitare complicazioni future o quali misure adottare a riguardo.

Tuttavia, quando questa condizione si manifesta a metà gravidanza e con un'intensità grave, possono esserci rischi e complicanze significativi che possono influire sulla salute della madre e del bambino.

Rischi per la madre

  • Contrazione dei vasi sanguigni che riduce il flusso sanguigno.
  • Una scarsa afflusso di sangue può influire sulla salute di organi come il fegato o i reni, influire sul loro funzionamento e può causare loro danni significativi.
  • Esiste il rischio di distacco della placenta e riduzione del liquido amniotico.
  • Raramente, una preeclampsia grave può portare all'eclampsia, una condizione in cui la madre soffre di convulsioni che possono portare a un coma e compromettere la vita del bambino. Per evitare ciò, è normale che se si soffre di grave preeclampsia, il medico prescrive il solfuro di magnesio, che aiuterà a prevenire le convulsioni.

Rischi per il bambino

  • Se l'afflusso di sangue è basso nell'utero, il bambino corre il rischio di avere un basso peso alla nascita a causa della mancanza di nutrienti durante la gravidanza.
  • In casi molto gravi e rari in cui non sono state ricevute le cure necessarie, può verificarsi la morte del feto.
  • Tutte le suddette complicazioni di solito portano al parto prematuro a causa della necessità per la madre di partorire e proteggere la salute di entrambi.

Fattori di rischio per lo sviluppo di preeclampsia

L'ipertensione in gravidanza è il fattore scatenante della preeclampsia e sebbene ogni donna possa manifestare questa condizione, ci sono gruppi con un rischio maggiore.

I fattori di rischio per la preeclampsia sono:

  • Avere la pressione alta prima della gravidanza.
  • Essere obesi
  • Che questa sia la tua prima gravidanza.
  • Avere più di 35 anni.
  • Avere sofferto di preeclampsia in una precedente gravidanza o avere una storia familiare di questa condizione.
  • Avere una gravidanza multipla.
  • Avere diabete o insufficienza renale

Se si combinano molti di questi fattori, è probabile che il medico monitori la pressione sanguigna molto più da vicino e vi inviti a seguire una dieta adeguata alle proprie condizioni, priva di sale o iodio al fine di ridurre le possibili complicanze.

Sintomi di preeclampsia

Di solito l' ipertensione in gravidanza viene rilevata dalla normale assunzione di pressione, da questo momento il medico eseguirà diversi test per determinare la presenza di preeclampsia, ad esempio:

  • Le analisi delle urine per rilevare la presenza di proteine, si manifestano nel sangue quando c'è scarsa afflusso di sangue alla placenta ed è un test determinante per la preeclampsia.
  • Esami del sangue per valutare la conta piastrinica e gli enzimi epatici.
  • Ultrasuoni ed ultrasuoni per determinare la crescita e lo stato di salute del feto.

Una volta stabilito che hai la pressione alta, il medico ti controllerà ad ogni visita. La preeclampsia lieve di solito non mostra segni, tuttavia alcuni dei suoi sintomi sono:

  • Improvviso aumento di peso che si verifica durante la notte o per un periodo di due giorni.
  • Aumento di peso di 1 chilo a settimana.
  • Grande gonfiore di mani, piedi e viso.

La preeclampsia grave può avere sintomi come:

  • Intenso mal di testa che non scompare.
  • Dolore addominale o alla spalla, in particolare sul lato destro del corpo.
  • Cambiamenti nella visione
  • Minzione meno frequente.
  • Nausea e vomito

Se si verificano molti di questi segni, è importante consultare un medico il prima possibile.

Trattamento preeclampsia

L'unico trattamento per la preeclampsia è il parto, che consentirà alla pressione sanguigna di tornare a livelli adeguati in poche settimane.

In caso di preeclampsia lieve che si verifica durante il secondo trimestre di gravidanza, alcune raccomandazioni dovrebbero essere seguite durante la gravidanza per evitare complicazioni fino a quando il feto si sviluppa sufficientemente per far avanzare il travaglio o il taglio cesareo, questi sono:

  • Ridurre l'assunzione di sale nella dieta.
  • Bevi molta acqua.
  • Vai a tutti i controlli medici.
  • Riposa preferibilmente sul lato sinistro del corpo.
  • Riposo a letto
  • Assumere farmaci per ridurre la pressione sanguigna nel caso in cui il medico lo consideri tale.

In casi particolari, il medico può richiedere di essere ricoverato in ospedale per tenerti sotto osservazione frequente. Se hai preeclampsia e sei nella 37a settimana di gravidanza, è probabile che il tuo medico decida di anticipare il parto o di avere un taglio cesareo. Nel caso in cui il medico rilevi una grave preeclampsia, sarà importante rimuovere il bambino il prima possibile per garantire il benessere di entrambi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Preeclampsia: sintomi, cause, trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

A cosa serve il retinolo?
2019
Alimenti che causano costipazione
2019
Disturbo esplosivo intermittente: di cosa si tratta, cause e trattamento
2019