Prolasso uterino: cause, sintomi e trattamento

Un prolasso uterino si verifica quando l'utero o l'utero dalla sua posizione normale cade o scende nel canale vaginale e può anche sporgere all'esterno nel caso di uno stato molto avanzato, anche se questo non è comune. È una condizione che è più comunemente osservata nelle donne che hanno avuto diversi bambini, che hanno avuto nascite complicate e che hanno un'età compresa tra 40 e 60 anni. Al fine di evitare complicazioni e garantire la buona salute del sistema riproduttivo femminile, è essenziale mettersi nelle mani di uno specialista ai primi sintomi per prendere le misure appropriate e seguire il trattamento appropriato. In ONsalus spieghiamo in dettaglio quali sono le cause, i sintomi e il trattamento del prolasso uterino.

Cause del prolasso uterino

L'utero è un organo che è tenuto nel bacino da muscoli, legamenti speciali e altre strutture, tuttavia, quando questi tessuti si indeboliscono eccessivamente, l'utero può cambiare posizione e scendere considerevolmente nel canale vaginale, portando a che si chiama prolasso. Questa condizione può verificarsi per diversi motivi, ma la causa più comune è il trauma sofferto durante il parto, durante il quale possono verificarsi significativi cambiamenti muscoloscheletrici nell'area. Ciò si verifica soprattutto in nascite multiple, bambini grandi o pesanti, nascite complicate o troppo spesso.

Inoltre, altre cause di prolasso uterino o fattori che possono portare ad esso sono:

  • Menopausa: in questa fase, il corpo femminile subisce cambiamenti significativi a causa della diminuzione dei livelli di estrogeni e tra questi può esserci la perdita del tono muscolare e la debolezza del pavimento pelvico, che aumenta il rischio di prolpaso uterino.
  • Obesità: quando sei in sovrappeso, c'è una maggiore tensione nei muscoli di supporto del bacino e questo aumenta le probabilità di subire un prolasso.
  • Altre condizioni che possono causare un'eccessiva pressione su questi muscoli e, di conseguenza, una loro debolezza sono costipazione cronica e tosse prolungata che non si ferma.
  • Sebbene sia raro, il prolasso uterino può essere causato da un tumore nella pelvi.
  • Inoltre, va notato che ci sono donne che alla nascita hanno una maggiore debolezza del tessuto connettivo, quindi questo aggiunto a condizioni o fattori come sopra, li rende più vulnerabili a subire un prolasso.

Gradi di prolasso uterino

In base alla gravità del prolasso uterino, viene stabilita una classificazione di 4 gradi, che gli specialisti terranno conto nella diagnosi per determinare quale trattamento dovrebbe seguire ogni paziente:

  • Grado 1: la discesa dell'utero è lieve e non raggiunge l'ingresso della vagina.
  • Grado 2: il prolasso è moderato e raggiunge l'ingresso della vagina.
  • Grado 3: il prolasso è grave e l'utero sporge attraverso l'ingresso della vagina. In questo caso, la paziente può notare il nodulo quando si tocca o cammina, specialmente se fa sforzi fisici.
  • Grado 4: il prolasso è totale e l'utero è completamente fuori dalla vagina.

Sintomi del prolasso uterino

I sintomi che le donne che soffrono di prolasso uterino di solito manifestano sono i seguenti:

  • Sensazione di pressione o pesantezza nella regione pelvica o nella vagina.
  • Nota la presenza di un corpo estraneo nella vagina.
  • Dolore al basso ventre.
  • Lombalgia o dolore nella parte bassa della schiena.
  • Sporgenza (spostamento) dell'utero nell'apertura vaginale.
  • Scarico vaginale più abbondante.
  • Sanguinamento vaginale anormale
  • Dolore o disagio nei rapporti sessuali (dispareunia).
  • Perdite di urina o bisogno di urinare frequentemente e all'improvviso.

Con il prolasso uterino, i disturbi della vescica sono più frequenti, il che favorisce la sofferenza delle infezioni del tratto urinario. È anche importante notare che i sintomi menzionati possono essere aggravati o accentuati quando la donna è seduta, sta in piedi per un lungo periodo di tempo, fa esercizio fisico o porta oggetti pesanti.

Trattamento del prolasso uterino

Se si manifestano sintomi come quanto sopra, è essenziale consultare un medico o un ginecologo il più presto possibile per ricevere una diagnosi sicura e iniziare il trattamento appropriato. E dipenderà, come abbiamo detto, dal grado di gravità in cui si trova il prolasso e da altri fattori come l'età del paziente, la sua salute, il desiderio di avere figli in futuro, ecc.

In caso di prolasso lieve o moderato (grado 1 e 2), viene effettuato un trattamento conservativo al fine di mantenere i sintomi sotto controllo e alleviare il disagio associato. A questo proposito, lo specialista può raccomandare misure come le seguenti:

  • Dopo il trattamento con estrogeni nel caso di quelle donne ha recentemente superato la menopausa e ha sofferto di atrofia vaginale e debolezza nei muscoli del pavimento pelvico.
  • Nel caso in cui la paziente sia in sovrappeso o obesa, dovrebbe iniziare un piano di perdita di peso personalizzato e seguire una dieta equilibrata, sana e povera di grassi per mantenere un peso adeguato alle sue condizioni e al suo stato di salute.
  • L'esecuzione di esercizi che rafforzano la muscolatura del pavimento pelvico, come i cosiddetti esercizi di Kegel, può essere di grande aiuto per migliorare i casi lievi di prolasso e prevenirne la progressione e la complicazione.
  • Si consiglia inoltre di evitare di compiere grandi sforzi fisici e di sollevare o trasportare oggetti molto pesanti.
  • In alcune donne, lo specialista può prendere in considerazione l'uso di un pessario, che è un dispositivo a forma di filo che viene inserito nella vagina per aiutare a mantenere l'utero in posizione. In questo caso, il paziente deve essere informato sull'uso di tale dispositivo.

Al contrario, in quei casi di prolasso grave o totale (grado 3 e 4), di solito è necessario un intervento chirurgico per correggere il problema. Esistono alcune procedure chirurgiche, come la fissazione del sacrospinato, per cui l'utero è fissato e tenuto nella sua posizione originale con l'aiuto dei legamenti vicini; tuttavia, in altri casi può essere necessaria un'isterectomia, ovvero la rimozione dell'utero o parte di esso.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Prolasso uterino: cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di sistema riproduttivo femminile.

Raccomandato

Flebite: di cosa si tratta, tipi e trattamento
2019
Freddo comune: sintomi e trattamento
2019
Come lasciare che il tuo partner la ami
2019