Pubalgia: sintomi, trattamento ed esercizi

L'usura del nostro corpo, a causa di un uso improprio o di numerosi incidenti che possono accaderci, presenta sempre la probabilità di sviluppare diverse lesioni nel nostro corpo, che dobbiamo rispettare e prenderci cura in modo che non si evolvano in condizioni e luoghi peggiori Mette seriamente in pericolo la nostra salute e qualità della vita.

Una di queste possibili conseguenze è lo sviluppo della pubalgia, cioè il dolore nell'area pubica che può iniziare come un semplice fastidio fino a quando non sono indicatori o causa di problemi o lesioni molto più gravi sia in detta area che anche negli organi e nelle funzioni circostanti sistemica. Per la sua complessità e importanza, spieghiamo in ONsalus cos'è la pubalgia: sintomi, trattamento ed esercizi .

Pubalgia: che cos'è

La parola pubalgia è composta da due parole: "pubis", l'osso pubico nei fianchi e "algia", un suffisso che significa dolore. Pertanto, la pubalgia è quella condizione in cui il dolore è afflitto nell'area pubica, in particolare nell'area ileopubiale, cioè appena tra la parte inferiore dell'addome e i genitali, e può estendersi ad altre parti dell'anca, dell'addome e delle gambe.

È un fastidio che può avere molteplici cause e fattori che intervengono nel suo aspetto, perché questa zona è un importante asse o centro di incontro e interazione di entrambe le ossa, i muscoli e il peso dei visceri del corpo. Pertanto, cose apparentemente semplici come una cattiva postura continua possono aprire la strada alla comparsa di questo dolore.

Cause di pubalgia

Estendendo un po 'di più sulle origini di una pubalgia, queste possono essere derivate dalle seguenti variabili o eventi:

  • Cattiva postura e disallineamento dell'anca : quelle persone con posture molto curve, in particolare quando mantengono continuamente una inadeguata retroversione pelvica (bacino piegato all'indietro).
  • Allenamento eccessivo e sforzi scarsi : le pubalgie sono disagi comuni nei professionisti del calcio, tra le altre discipline sportive, a causa della tendinite causata da un allenamento eccessivo dei muscoli pelvico, addominale e delle gambe.
  • Fratture e lesioni dell'osso pubico : prodotti di cadute e altri incidenti o osteoporosi.
  • Infiammazione intestinale e altri problemi nei visceri che interrompono la posizione naturale degli organi e in qualche modo causano pressione sull'area iliopubiale.

Pubalgia: sintomi

La pubalgia è un dolore che inizia nell'area ileopubiale, tra l'addome inferiore e i genitali, e tale dolore può estendersi a:

  • L'inguine: zona di unione delle cosce con il busto
  • Abs inferiore
  • L'anca
  • gambe

L' intensità del dolore dipenderà dalla causa della lesione e dalle posture che la persona può adottare, nonché con sforzi specifici una volta che l'area è già sufficientemente colpita. Il dolore acuto è più frequente nei casi avanzati o quando sono causati da fratture o lesioni derivanti da incidenti e impatti.

Il dolore della pubalgia causato dall'usura continua di solito inizia a manifestarsi con l'allenamento fisico e la pratica ad alta intensità. Man mano che peggiora, inizierà a manifestarsi in pratiche meno intense, quando si tossisce, nei warm-up e, nei casi più gravi, la pubalgia si farà sentire anche a riposo o a letto.

Pubalgia: trattamento

È molto importante prestare attenzione ai livelli di sforzo muscolare o di attivazione che vengono effettuati durante l'allenamento, osservando se le posture e i movimenti che eseguiamo durante lo sport o la routine quotidiana sono appropriati . Un esempio molto importante sono le prestazioni eccessive o croniche dei muscoli addominali, in particolare gli scricchiolii del busto, che indossano queste e altre aree e fibre muscolari, cosa che può eventualmente portare alla pubalgia.

In caso di pubalgie di lieve intensità, la pratica di esercizi come pilates, yoga o assistenza a un fisioterapista esperto può fornirti gli strumenti necessari. Tra quelle indicazioni che potresti trovare sono:

  • Applicazione di massaggi o automassaggio nella zona addominale per rilassare la zona addominale e la parte bassa della schiena.
  • Somministrazione di farmaci analgesici per alleviare l'infiammazione e il dolore. Questi non ti cureranno, ma renderanno il dolore che senti più passabile.
  • Cura del cibo, stile di vita e prescrizione di medicinali, fitoterapia e / o terapia ortomolecolare, nel caso in cui fattori del metabolismo e della salute intestinale, ad esempio, causino o intervengano parzialmente alla pubalgia.
  • Esegue esercizi incentrati su rilassanti tensioni nella zona lombare e pelvica che promuovono il disadattamento dei fianchi, nonché per il rafforzamento dei muscoli adduttori (lato interno delle gambe) e l'allungamento dei muscoli posteriori della coscia (parte posteriore delle gambe). Di seguito alcuni degli esercizi più consigliati.

Pubalgia: trattamento di fisioterapia

Come abbiamo accennato nel segmento precedente, prima di una pubalgia è necessario sia rafforzare che rilassare e allentare le tensioni nei diversi gruppi muscolari. A seconda del segmento di muscoli su cui vogliamo concentrarci, ci sono esercizi specifici:

Rafforzare i muscoli adduttori

Per questo ci sono palline medicinali, che puoi posizionare tra le gambe e fare pressione su di esse (come cercare di chiuderle). Inizia posizionando la palla sulle ginocchia e mentre vai avanti, posizionala sulle caviglie. Inoltre, nelle palestre ci sono macchine speciali per rafforzare questi muscoli.

Rilassamento dell'eccessiva tensione nell'area addominale e lombare / pelvica

Continua a eseguire movimenti di flessione spinale su quattro supporti (chiamati nello yoga gatto / mucca), inspirando quando si piega la schiena, sollevando la testa ed espirando quando si piega, abbassando la testa e dirigendo lo sguardo verso l'ombelico.

Quindi puoi fare un'altra posizione yoga chiamata cammello, dove ti siedi sulle ginocchia alla larghezza dei fianchi e indietreggi mantenendo le cosce in posizione verticale, fino a quando le mani non toccano i talloni. Respiri lì a lungo e in profondità diverse volte.

Rafforzamento e regolazione della schiena lombare

La tavola o le piastre consistono nel riposare sui gomiti e sui piedi con le gambe diritte verso il pavimento ed elevare il corpo in modo che sia dritto, tracciando una sola linea dalla testa ai piedi. Per mantenere questa postura, sarà necessario mantenere i glutei, la parte bassa della schiena e gli addominali contratti mentre respiri profondamente, e con ciò otterrai l'effetto desiderato.

Esiste una variante più semplice per i principianti in cui ti sdrai sulla schiena con le gambe alla larghezza dei fianchi e piegati (i piedi poggiano sul pavimento essendo vicini ai glutei, puoi persino prenderli un po 'con le mani). Da questa posizione inali mentre sollevi il busto fino a formare una linea retta dal collo alle ginocchia, contrai il pavimento pelvico quando ti alzi e poi espiri mentre abbassi delicatamente il pavimento.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Pubalgia: sintomi, trattamento ed esercizi, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Determinare i fattori di autostima
2019
Cos'è lo sviluppo personale e sociale?
2019
Soursop contro il cancro: benefici e come prenderlo
2019