Quali sono i processi cognitivi di base

L' attività mentale del cervello che svolgiamo tutti gli esseri umani si chiama cognizione. Quando parliamo di cognizione, intendiamo l'interpretazione interna delle informazioni che abbiamo memorizzato nel cervello, che ci consente di catturare e avere un'idea di una cosa, come sapere quali sono le sue qualità e natura.

Quindi la cognizione si realizza quando facciamo associazioni basate su un fatto, un'osservazione o una situazione. Senza queste qualità, gli esseri umani non sarebbero in grado di avere un contatto con ciò che ci circonda e non potremmo immaginare nulla. In questo articolo, analizzeremo in dettaglio quali sono i processi cognitivi di base e la loro funzione.

Processi cognitivi di base e superiori

Un esempio di cognizione sarebbe quando riflettiamo sui vantaggi e gli svantaggi di prendere un qualche tipo di decisione, come decidere se cambiare lavoro o trasferirsi in un altro paese, scegliere la carriera da studiare, ecc. . Apparentemente, noi umani pensiamo a quel genere di cose senza alcuno sforzo, tuttavia ci sono alcune attività mentali in background come in questo caso i processi cognitivi di base che ci aiutano ad analizzare tutte quelle informazioni accumulate nel nostro cervello.

I processi cognitivi di base sono i seguenti:

  1. percezione
  2. attenzione
  3. memoria
  4. pensiero
  5. lingua

Quali sono i processi cognitivi superiori?

Definiamo processi cognitivi superiori come l'unione o l' integrazione di informazioni che provengono da processi cognitivi di base. Un esempio molto ovvio di un processo cognitivo superiore è l' apprendimento poiché è la combinazione di processi come attenzione, memoria e pensiero.

Successivamente, definiamo tutti i processi cognitivi di base in base alla psicologia.

1. Percezione

È un processo mentale in cui organizziamo tutte le informazioni che provengono dall'ambiente o dall'interno di se stesse per dare finalmente un significato. L'interpretazione che gli esseri umani fanno del mondo che ci circonda è determinata principalmente dalla personalità individuale di ciascuno, dalla struttura biologica del nostro cervello, dai nostri interessi e dalle esperienze che abbiamo acquisito durante la nostra vita. La percezione può essere suddivisa in:

  • Percezione visiva La percezione visiva si riferisce alla capacità che dobbiamo interpretare tutte le informazioni che percepiamo attraverso la vista. Questa percezione ha iniziato a svilupparsi dai bambini quando abbiamo aperto gli occhi per la prima volta e abbiamo iniziato a guardarci intorno analizzando tutto ciò che ci circonda. Generalmente quando siamo bambini diamo circa 10 milioni di sguardi intorno a noi, il che significa che quando raggiungiamo il nostro primo anno di vita, abbiamo già una grande quantità di informazioni. Con il passare degli anni, accumuliamo attraverso i nostri occhi una grande quantità di ricordi ed eventi, che ci aiutano a generare le nostre rappresentazioni mentali.
  • Percezione uditiva Si tratta della capacità degli esseri umani di interpretare le informazioni che riceviamo attraverso le orecchie grazie alle frequenze emesse dal suono e dall'aria.
  • Percezione tattile. Sono tutte quelle informazioni che percepiamo attraverso la nostra pelle attraverso il tocco. L'area del cervello che è responsabile dell'esecuzione di questo processo è chiamata lobo parietale.
  • Percezione olfattiva Questa percezione si riferisce alla capacità degli esseri umani di interpretare le informazioni che ci arrivano dall'esterno attraverso l'olfatto. Le aree del cervello che sono responsabili dell'esecuzione di questa funzione sono il bulbo olfattivo e la corteccia piriforme.
  • Percezione gustativa Questa percezione si riferisce alla capacità che abbiamo di interpretare le informazioni che ci arrivano attraverso il contatto di determinate sostanze chimiche con le nostre papille gustative.

2. Attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo di base fondamentale ed estremamente importante perché grazie ad esso possiamo diventare consapevoli di ciò che sta accadendo nel nostro ambiente selezionando solo quegli stimoli che saranno utili e lasciando da parte quelli che non ci sono utili in determinati momenti . Quando prestiamo attenzione e ci concentriamo su una cosa, ci riferiamo ad attenzione focalizzata, tuttavia quando ci occupiamo di più di una cosa alla volta, parliamo di attenzione divisa.

Generalmente, quando la nostra attenzione è divisa, ci può essere una certa perdita di informazioni a causa di un maggiore sforzo mentale e diverse fonti di informazione sono in concorrenza tra loro. Come metafora possiamo dire che stiamo "beccando" alcune informazioni da ciascuna fonte.

3. Memoria

La memoria è un processo cognitivo di base estremamente importante perché ha la funzione di ricevere, interpretare e archiviare tutte le informazioni che raggiungono il nostro cervello. Quindi si può dire che la memoria è un processo fondamentale per lo sviluppo dell'apprendimento e persino per gli esseri umani avere un'identità individuale. Siamo in grado di generare memorie a causa dei cambiamenti generati dai neuroni attraverso la trasmissione sinaptica in alcune aree del cervello, come nell'ippocampo.

Possiamo classificare la memoria in due tipi: memoria a lungo termine e memoria a breve termine.

  • La memoria a lungo termine è responsabile della memorizzazione di tutti quei ricordi, esperienze e / o conoscenze per lungo tempo
  • D'altra parte, la memoria a breve termine memorizza solo temporaneamente le informazioni.

Relazione tra processi cognitivi di base

Puoi dire che esiste una relazione tra attenzione e memoria perché quando attraversiamo una situazione, possiamo analizzarla o meno con maggiore attenzione a seconda dell'attenzione che le prestiamo. Quindi possiamo concludere che molti dei problemi di memoria sono effettivamente causati dal fatto di non prestare attenzione alle informazioni che ci vengono offerte.

4. Pensiero

Il pensiero è il compito di elaborare tutti i tipi di immagini, idee, esperienze, suoni, simboli, ecc. grazie alla stimolazione di vari componenti del sistema nervoso.

Secondo il modello cognitivo in psicologia, attraverso il pensiero possiamo davvero manipolare e trasformare tutte le informazioni che abbiamo memorizzato nella memoria. Il pensiero analizza, valuta, classifica, confronta, esprime giudizi e sa come applicare correttamente tutte le conoscenze che abbiamo tenuto a mente per risolvere i problemi e creare nuove cose sfruttando tutte le informazioni. Le aree del cervello che sono responsabili delle funzioni svolte dal pensiero sono il talamo, la formazione reticolare e il sistema limbico, che a loro volta hanno determinate caratteristiche che determinano il tipo di pensiero che la persona avrà. I pensieri possono diventare positivi, negativi, piacevoli, spiacevoli, ecc. e a seconda di loro puoi provare diverse emozioni.

5.Lenguaje

Tutti gli elementi che fanno parte del linguaggio, come frasi, frasi, suoni di lettere, sillabe, parole, si incastrano tra loro per offrirci informazioni con il loro significato. Lo studio del linguaggio si riferisce alla ricerca di quegli elementi che lo rappresentano e che compongono una grammatica del linguaggio. La lingua può essere preservata nel tempo ed è stata trasmessa di generazione in generazione nella società in quanto ci consente di esprimere i nostri pensieri, idee, emozioni e sentimenti agli altri.

Questa attività che a prima vista può sembrare così semplice ma estremamente complessa, ci consente di avere relazioni interpersonali, tutto materializzando alcuni simboli che spiegano i nostri stati emotivi. Il termine grammatica si riferisce a un insieme di regole che si basano su idee che fanno parte di un discorso, si riferisce anche alla somma delle conoscenze che ognuno di noi ha sulla struttura del nostro linguaggio. Le aree del cervello coinvolte nel linguaggio sono l'area di Broca e Wernicke.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Quali sono i processi cognitivi di base, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia di base.

riferimenti
  1. Gloria Fuenmayor, GF (1970, 1 gennaio). Percezione, attenzione e memoria come processi cognitivi usati per la comprensione testuale. Estratto il 25 novembre 2018 da //www.redalyc.org/articulo.oa?id=170118859011

Raccomandato

Rimedi domestici per la sciatica
2019
Lipedema: che cos'è, cause, sintomi e trattamento
2019
Tipi di amnesia: cos'è e caratteristiche
2019