Sclerosi laterale amiotrofica: sintomi, trattamento e aspettativa di vita

Esistono diverse patologie legate ai neuroni collegati ai muscoli, ma la più grave è la sclerosi laterale amiotrofica o la malattia di Lou Gehrig, in cui la struttura dei motoneuroni inizia a deteriorarsi progressivamente fino alla morte, influenzando la funzione del muscoli e qualità della vita del malato. È più comune nelle persone tra i 40 e i 70 anni e specialmente negli uomini, ma chiunque può svilupparlo indipendentemente dall'età.

La causa non è chiaramente nota o è stata scoperta una cura, ma con una diagnosi tempestiva, il trattamento può essere utilizzato per ridurre i sintomi e tenerlo sotto controllo per lungo tempo. Per questo motivo, se hai bisogno di maggiori informazioni sulla sclerosi laterale amiotrofica: sintomi, trattamento e aspettativa di vita, la forniamo a ONsalus.

Sclerosi laterale amiotrofica: che cos'è?

I motoneuroni o i motoneuroni fanno parte del sistema nervoso centrale e sono in contatto con le fibre muscolari, il cui obiettivo è quello di trasmettere gli impulsi nervosi per il movimento muscolare volontario. In questa patologia, senza sapere perché, i motoneuroni iniziano a degradarsi lentamente e col passare del tempo muoiono.

Non sono note cause specifiche della malattia, ma un fattore che potrebbe essere correlato è l'eredità genetica, poiché circa il 10% dei casi ha una storia familiare di malattia di Lou Gehrig. Potrebbero anche essere trigger:

  • Alcuni squilibri metabolici
  • Infezioni virali
  • Disturbi del sistema immunitario
  • Esposizione a sostanze tossiche

Tuttavia, nessuno di questi fattori è stato chiaramente dimostrato come un fattore di rischio che causa la sclerosi laterale amiotrofica.

Come è una condizione che altera i muscoli volontari, cioè quelli in cui decidiamo quando e dove spostarli come camminare, prendere un oggetto o parlare, i muscoli involontari non sono interessati, quindi non si verificano problemi cardiaci, perdita di movimento degli occhi o sfinteri.

Principali sintomi della sclerosi laterale amiotrofica

La sintomatologia della malattia di Lou Gehrig si sviluppa in modo irregolare, cioè il deterioramento può iniziare in un muscolo del corpo, di solito alle estremità, e successivamente interessarne un altro. Inoltre, anche il tasso di deterioramento è variabile, avanzando in modi diversi in ogni parte del corpo, indipendentemente da quando è iniziata la malattia e la muscolatura.

Per questo motivo, non è possibile generalizzare l'avanzamento della malattia, essendo importante prestare attenzione ai sintomi più frequenti della SLA, tra cui:

  • Debolezza muscolare È uno dei sintomi principali e diventa più evidente quando i motoneuroni viventi sono ridotti di oltre la metà. È possibile iniziare a notare movimenti goffi, come oggetti che cadono, spesso inciampi o addirittura la testa si inclina lateralmente a causa dei muscoli del collo deboli.
  • Perdita di destrezza . Il coordinamento è difficile da eseguire determinate operazioni manuali, ad esempio abbottonarsi la camicia, scrivere o pettinarsi.
  • Problemi di linguaggio Puoi iniziare con un discorso lento o rilassato, senza dire bene le parole o cambiare il tono della voce.
  • Riduzione del peso corporeo .
  • Muscoli tesi e rigidi . Questo impedisce il corretto riflesso dello stiramento muscolare, causando un riflesso esagerato.
  • Crampi muscolari
  • Contrazioni. Sono lievi contrazioni involontarie del muscolo che possono essere avvertite sotto la pelle.
  • Disfagia o difficoltà a deglutire . Può includere sbavature, sensazione di ritenzione di gola o episodi di soffocamento.
  • Mancanza di respiro o difficoltà respiratorie .
  • Labilità emotiva È composto da episodi incontrollabili di irritabilità, risate, pianti o altro e può essere dovuto a una maggiore reazione agli stimoli o senza una causa specifica. Si ritiene che si verifichi a causa di un'alterazione neuropsicologica, ma non significa casi di demenza o affetti intellettuali.
  • Paralisi. L'avanzamento dello stesso dipende dalle condizioni della persona e può essere totale entro un periodo da 2 a 5 anni.

Trattamento contro la sclerosi laterale amiotrofica

Per diagnosticare la malattia di Lou Gehrig, il medico si concentra su:

  • Esame fisico
  • Esami del sangue
  • Fluido cerebrospinale
  • Nel caso della storia familiare anche un'analisi genetica.

Inoltre, per escludere altre malattie con sintomi simili è necessario eseguire altri studi, come un'elettromiografia, una risonanza magnetica o una TAC del cervello e del collo.

Una volta effettuata la diagnosi, è essenziale iniziare immediatamente il trattamento per la sclerosi laterale amiotrofica, che si basa sul controllo e sulla riduzione dei sintomi, poiché è una malattia progressiva che non può essere curata. Pertanto, la supervisione e l'attenzione del caso devono essere svolte da un team multidisciplinare, tra cui specialisti come fisioterapisti, medici di riabilitazione, logopedisti, psicologi e terapisti occupazionali.

Finora, l'unico farmaco che gli specialisti raccomandano di ritardare la malattia, ma non la elimina, è riluzolo, poiché blocca la stimolazione del rilascio di glutammato, una sostanza che accelera eccessivamente il danno ai motoneuroni. Grazie al rallentamento considerevole della degenerazione, consente di prolungare la vita per un ulteriore periodo.

D'altra parte, per mitigare alcuni sintomi, viene utilizzata la somministrazione di farmaci se lo merita, mentre in altri potrebbe essere necessario utilizzare dispositivi specializzati, come una sedia a rotelle o un respiratore artificiale. Ciò dipenderà dai criteri dei professionisti, il cui trattamento dovrebbe essere adattato in base allo sviluppo della malattia dei motoneuroni. Inoltre, la terapia fisica è molto importante per stimolare i muscoli e i professionisti sono gli unici che possono offrire una guida con gli esercizi che meglio si adattano alla condizione.

Aspettativa di vita per la sclerosi laterale amiotrofica

A causa delle complicazioni dovute al progressivo deterioramento dei motoneuroni, l'aspettativa di vita stimata non è molto incoraggiante e tende ad essere variabile. In media, una persona con sclerosi laterale amiotrofica può vivere per 3 anni dalla diagnosi, mentre il 20% dei casi riesce a vivere per più di 5 anni e solo il 10% ha una sopravvivenza di oltre 10 anni; Tuttavia, esiste la possibilità che duri solo pochi mesi.

Sebbene la prognosi della vita dipenda sostanzialmente da come si sviluppa la malattia in ogni persona, il trattamento tempestivo è di solito di grande aiuto per prolungare il tempo di sopravvivenza in confronto se non si ricorre a un intervento medico, oltre a migliorare la qualità della vita . Pertanto, è importante cercare la diagnosi di sclerosi laterale amiotrofica non appena i sintomi diventano evidenti o c'è una storia familiare della malattia.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla sclerosi laterale amiotrofica: sintomi, trattamento e aspettativa di vita, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di cervello e nervi.

Raccomandato

Il mughetto orale è contagioso?
2019
Perché mi fanno male gli occhi quando li muovo
2019
L'analisi psicosociale in architettura
2019