Sindrome di Lima: che cos'è, sintomi, cause e trattamento

La sindrome di Lima è uno dei fenomeni più strani e complessi della mente. In questa sindrome, le persone che commettono un rapimento sviluppano sentimenti di simpatia e complicità nei confronti delle persone che si oppongono alla loro volontà, diventando preoccupate per il loro benessere. Questa è una delle sindromi su cui c'è molto da investigare e da sapere, ma se vuoi saperne di più su questa sindrome, continua a leggere il nostro articolo: Sindrome di Lima: che cos'è, sintomi, cause e trattamento .

Cos'è la sindrome di Lima?

La sindrome di Lima si riferisce a una reazione psicologica del rapitore, che sviluppa simpatia e un legame emotivo con la sua vittima . È una risposta paradossale in base alla quale il rapitore si immedesima nella vittima e si prende cura sia dei suoi bisogni che del loro benessere. Questa sindrome è sostanzialmente l'opposto della sindrome di Stoccolma, poiché in quest'ultima sono le vittime a sviluppare un legame emotivo e una complicità con i loro rapitori. A volte la sindrome di Lima e Stoccolma può verificarsi contemporaneamente, quando il legame tra il rapitore e il prigioniero è reciproco.

Sindrome di Lima: origine

La sindrome di Lima deve il suo nome a un evento che ha avuto luogo nella capitale del Perù, Lima, nel 1996. Il gruppo MRTA (Tupac Amaru Revolutionary Movement) ha preso in ostaggio centinaia di persone presso l'ambasciata giapponese nella città di Lima . Molti prigionieri avevano un grande valore economico, poiché provenivano dalla sfera politica, militare e diplomatica, quindi il gruppo MRTA avrebbe dovuto chiedere una grossa somma di denaro per il loro salvataggio. Tuttavia, nel giro di pochi giorni i rapitori hanno rilasciato le persone una per una, solo a causa dei sentimenti di simpatia e seguendo i legami generati verso di loro .

Esiste un'altra versione sull'origine di questa sindrome: uno psichiatra è stato rapito a Lima e, essendo questo conoscitore della sindrome di Stoccolma, ha applicato le sue conoscenze con il rapitore per ottenere compassione e simpatia.

Sintomi della sindrome di Lima

Oggi ci sono pochi dati e ricerche sulla sindrome di Lima. Ma, nonostante non siano stati considerati un disturbo, hanno identificato una serie di sintomi presenti nei rapitori che definiscono la sindrome di Lima:

  • Evitano di causare danni alla vittima.
  • Generano sentimenti di empatia e compassione verso la loro vittima.
  • Fanno diversi gesti di gentilezza nei confronti della persona che trattiene contro la sua volontà.
  • Sviluppano preoccupazione per il benessere fisico ed emotivo della vittima.
  • Concede un po 'di libertà alla vittima, anche a volte liberandola.
  • La persona che esegue il rapimento cerca e incoraggia la conversazione su vari argomenti come metodo di approccio.
  • A volte il rapitore può condividere con la vittima diversi dati ed esperienze personali, in un processo di apertura nei suoi confronti.
  • Può promettere alla vittima che non gli farà del male o addirittura proteggerlo, dal momento che il rapitore può sviluppare l'idea di essere una figura protettiva per la vittima.
  • Nella sindrome di Lima, il rapitore genera un'illusione con la quale si percepisce come un custode e un protettore del prigioniero .
  • Il rapitore si impegna a fondo per migliorare le condizioni della vittima durante il rapimento.
  • Nella sindrome di Lima, il rapitore può diventare davvero attratto dalla sua vittima .

Cause della sindrome di Lima

Nelle sezioni precedenti abbiamo visto cos'è la sindrome di Lima e come si manifesta. Ma perché si verifica la sindrome di Lima? La sindrome di Lima è dovuta a un'interazione tra le caratteristiche interne del rapitore e le condizioni ambientali del rapimento. Tra le possibili cause o spiegazioni per questa risposta psicologica, sono state identificate le seguenti:

  • Nel caso in cui la persona faccia parte di una band o di un gruppo che commette il rapimento, questa persona potrebbe non essere d'accordo a effettuare un rapimento e farne parte, e aver ceduto a causa della pressione del gruppo e dell'appartenenza al gruppo. Potresti anche non essere d'accordo con la forma o il metodo con cui viene eseguita.
  • È possibile che il rapitore agisca a causa di una situazione di estrema necessità come una situazione economica molto grave.
  • Forse l'aggressore aveva premeditato di non voler danneggiare le vittime, questi sono semplicemente un mezzo per raggiungere qualcosa, sono uno strumento per raggiungere un fine.
  • È probabile che il rapitore finisca per sentirsi in colpa e metta in discussione le proprie azioni. A titolo di redenzione puoi preoccuparti del benessere della vittima.
  • La persona che effettua il rapimento può credere che non lo lascerà in vita o che ritiene di non essere in grado di trattenere la vittima per molto più tempo, quindi decide di rilasciarli.
  • È possibile che il rapitore non abbia mai compiuto altri atti criminali e abbia una grande capacità empatica .
  • La persona può rapire la sua vittima a causa di precedenti sentimenti di innamoramento o attrazione . Ecco perché, una volta in cattività, si prende cura del suo benessere, poiché il rapitore nutre sentimenti verso la sua vittima e cerca di sedurla e compiacerla.

Sindrome di Lima: trattamento

Al momento non esiste un intervento psicologico stabilito per la sindrome di Lima, perché non è considerato un disturbo da solo, così come c'è un deficit di ricerca al riguardo. Tuttavia, alcune delle chiavi necessarie per il trattamento sono:

  • È necessario valutare accuratamente e individualmente i motivi e le cause sottostanti l'azione di rapimento, poiché questi possono essere molto vari e, a seconda di questi, il profilo del rapitore è diverso.
  • Le persone con comportamento criminale spesso presentano alcuni disturbi mentali, come i disturbi antisociali della personalità o l'abuso di alcol e / o altre sostanze. Sarà necessario valutare ciascun caso individualmente per affrontare in modo specifico il problema delle persone con la sindrome di Lima e progettare un trattamento su misura per le esigenze, per raggiungere l'efficacia.
  • Rifletti sulle conseguenze a lungo termine per la vittima del rapimento, anche se la persona lo ha trattato correttamente e ottieni una comprensione dell'esperienza della vittima. L'empatia dovrebbe essere incoraggiata, dal momento che la persona può credere di non aver agito in modo dannoso, poiché ha agito gentilmente con la sua vittima. È importante che ci sia un cambiamento nel punto di vista dalla persona stessa alla persona rapita; incoraggiarlo a capire che l'altra persona che è stata privata della sua libertà e ha provato paura e angoscia per l'incertezza della situazione del rapimento.
  • È importante che la persona che rapisce generi una riflessione sulle sue azioni e sulle conseguenze delle stesse, arrivando ad accettarne la responsabilità.
  • Applicare tecniche di ristrutturazione cognitiva, tecniche il cui obiettivo è la modifica dell'interpretazione e della valutazione soggettiva. Attraverso il quale viene incoraggiato il fatto che la persona che ha perpetrato il rapimento sia consapevole della realtà e cessi di percepirsi solo come custode e protettrice, ma accetta e presume di aver partecipato a un rapimento. In questo modo, la persona cerca di creare un'immagine di se stesso che si adatti alla realtà.

Se lo hai trovato interessante e vuoi saperne di più, in questo articolo troverai 10 sindromi poco conosciute.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla sindrome di Lima: che cos'è, sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Cosa prendere per il raffreddore: paracetamolo o ibuprofene?
2019
Gengivite: cause, sintomi e trattamento
2019
Posso prendere l'ibuprofene e bere alcolici?
2019