Tipi di funghi della pelle e come eliminarli

Le infezioni cutanee da funghi sono molto comuni, ma sono piuttosto difficili da rilevare. Sono organismi microscopici che se moltiplicati possono causare lo sviluppo di un'infezione che provoca prurito, desquamazione, eruzioni cutanee, bruciore, dolore, ecc. A volte l'area interessata diventa rossa, causando la confusione dei funghi con una semplice eruzione cutanea. Esistono diversi tipi di infezioni fungine, che sono classificati in base alla parte o alle parti del corpo che colpiscono. Quindi puoi identificarli, nel seguente articolo di ONsalus, ti mostreremo tutti i tipi di funghi della pelle e come eliminarli.

Quali sono i tipi di funghi della pelle

Questo tipo di infezioni fungine può verificarsi in molte parti del corpo. Successivamente, dettagliamo i diversi tipi di funghi della pelle più comuni e i loro sintomi principali:

Piede d'atleta o tinea pedis

Un tipo di infezione fungina è ciò che comunemente conosciamo come il piede dell'atleta. Questo nome non significa che l'infezione possa essere patita solo dagli atleti. Colpisce le dita dei piedi anche colpendo le unghie. Provoca sintomi come prurito, arrossamento, bruciore, pelle squamosa, crepe bianche e danni significativi alle unghie. Questa infezione è di solito contratta in ambienti caldi o umidi come, ad esempio, bagni, piscine e spogliatoi pubblici, anche se può anche accadere a causa di scarsa igiene o mantenere i piedi umidi per lungo tempo.

candidosi

Un altro tipo di fungo è la candida albicans, che risiede in alcune parti del corpo, come la bocca, lo stomaco, la pelle e la vagina. Quando c'è un aumento eccessivo di questo fungo, può svilupparsi l'infezione chiamata candidosi. I sintomi possono variare a seconda della parte del corpo interessata, ma, di solito, si osservano lesioni cutanee biancastre, irritazione, prurito, dolore, ecc.

I bambini possono sviluppare eruzioni cutanee sulla pelle strofinando il pannolino, possono essere infettati da questo tipo di fungo.

Tinea Crural

La tigna crurale o inguinale è caratterizzata dall'area interessata: inguine e cosce. Di solito è più comune negli uomini che nelle donne, ma ciò non significa che siano esenti. Il problema inizia con una piccola eruzione cutanea e, successivamente, si forma un grano molto rossastro con pus.

tigna

Questa infezione fungina provoca un'eruzione rossastra a forma di anello su parti come gambe, braccia o viso. È molto contagioso e può essere contratto entrando in contatto diretto con una persona che ne soffre o con oggetti che sono stati contaminati.

Tigna del cuoio capelluto

Quando si verifica un'infezione fungina nel cuoio capelluto, si osserva la comparsa di chiazze rossastre sulla testa che causano prurito e squame. Può anche causare aree con pus e perdita di capelli nelle aree interessate, che ricresceranno una volta rimossa l'infezione.

Sebbene possa colpire persone di tutte le età, si verifica più frequentemente nei bambini che non hanno ancora raggiunto la pubertà.

Tinea versicolor

È un'infezione fungina causata dalla moltiplicazione del fungo ovale di pityrosporum, che di solito colpisce le aree più grasse o oleose del corpo. Provoca la comparsa di macchie o macchie sulla pelle, che inizialmente sono rossastre o marroni e che diventano più chiare nel tempo, oltre a prurito, desquamazione e aumento della sudorazione. Scopri maggiori dettagli nell'articolo Pityriasis versicolor: cause, sintomi e trattamento.

Come prevenire la diffusione di funghi sulla pelle

Se siamo stati infettati da funghi, eliminarli può essere un compito disperato, oltre al prurito e al disagio che ci causano. Pertanto, è meglio prendere una serie di misure per prevenire la diffusione di funghi sulla pelle:

  • Indossa infradito o pantofole di gomma da quando lasci lo spogliatoio fino ad entrare in piscina. Sebbene di solito li mettiamo in relazione con le docce o il bordo delle piscine, i funghi possono essere ovunque e, quindi, non esiste una protezione migliore delle pantofole.
  • Dopo aver lasciato la piscina o la doccia, asciuga bene il tuo corpo, specialmente sui piedi, tra le dita o in quei punti in cui le pieghe appaiono sulla pelle, poiché è dove proliferano più facilmente.
  • Non rimanere a lungo con il costume da bagno bagnato dopo aver lasciato la piscina. Se non hai intenzione di prendere il sole, è meglio cambiarlo con uno secco per evitare i funghi.
  • Lasciare le scarpe in un luogo ben ventilato e cercare di non indossare le stesse scarpe per molto tempo o per diversi giorni di fila. Se non hai scelta, cambia spesso le calze.
  • Se qualcuno in famiglia ha un fungo del piede, non dovrebbe camminare a piedi nudi in giro per casa, in quanto li diffonderebbe.
  • I funghi sono molto contagiosi, quindi dovresti evitare di scambiare scarpe, calze o asciugamani con altre persone. Inoltre, se sei stato infettato, dovresti stare molto attento a non diffonderli da soli in altre parti del corpo, come accadrebbe se ti grattassi nell'area in cui hai il fungo e poi tocchi un'altra parte del corpo.
  • Se sei già stato infettato, segui le linee guida per il trattamento come indicato dallo specialista per eliminarle completamente.

Cause e sintomi del piede d'atleta

Il piede dell'atleta è un disturbo della pelle molto comune. I dermatofiti che causano il piede d'atleta e infezioni simili, chiamate infezioni da tigna, vivono nei tessuti morti dei capelli, delle unghie e degli strati esterni della pelle. Il piede dell'atleta può essere prodotto da altre infezioni fungine della pelle come la tigna inguinale.

Il corpo ospita una varietà di microrganismi, tra cui batteri, infezioni da dermatofiti, lieviti e funghi. Alcuni sono utili per il corpo, mentre altri possono, in condizioni appropriate, moltiplicarsi rapidamente e causare infezioni. Il fungo che causa il piede dell'atleta nasce in zone calde e umide. La suscettibilità alle infezioni è aumentata dalla mancanza di igiene, mancanza di sudore dell'area, calzature, pelle bagnata e lievi lesioni della pelle o delle unghie.

Questi tipi di infezione sono contagiosi e possono essere trasmessi per contatto diretto o per contatto, come scarpe, calze e superfici diverse. Può anche essere trasmesso dal contatto con animali domestici che trasportano il fungo. Il piede dell'atleta può durare a lungo o breve tempo e può tornare dopo il trattamento.

Alcuni dei suoi sintomi sono prurito e bruciore della zona. All'esame, l'area interessata apparirà rossastra e squamosa. L'area che circonda l'infezione è generalmente biancastra a causa della macerazione della pelle causata dall'ambiente umido. Può colpire le unghie e altre parti del piede. Se colpisce le unghie, di solito vengono lasciate scolorite, diventano più dense e si sbriciolano.

Come evitare i funghi ai piedi durante l'estate

Sicuramente, in estate è quando dobbiamo prendere più precauzioni per evitare diverse conseguenze negative sulla nostra salute: ustioni della pelle, disidratazione, avvelenamento, ma anche comparsa di funghi, molto comuni in questo momento. La ragione? Di solito visitiamo più frequentemente spazi pubblici come spiagge e piscine e i nostri piedi sono molto esposti quando indossiamo sandali, infradito o camminiamo a piedi nudi.

I funghi sono una malattia contagiosa che può diffondersi e peggiorare. Pertanto, è molto importante adottare una serie di misure per prevenire i funghi e rilevare se si è colpiti o meno, conoscerli di seguito:

  • Da un lato, è molto importante asciugare bene i piedi dopo il bagno, in particolare tra le dita dei piedi. Le zone umide sono inclini al loro aspetto.
  • È anche essenziale indossare una scarpa traspirante e non camminare mai a piedi nudi nei luoghi pubblici.
  • Sebbene molti non lo sappiano, è molto importante non abusare degli smalti. Se li usi anche, dovresti cambiarli frequentemente, poiché non lasciando che il sudore, corri il rischio che l'unghia diventi un fuoco che genera funghi.
  • Certo, è necessario non condividere alcun utensile igienico podiatrico o un asciugamano per asciugare i piedi.
  • D'altra parte, si consiglia di utilizzare calze fatte di fibre naturali e di cambiarle frequentemente, così come si dovrebbero evitare le calzature fatte di materiali sintetici e che sia regolato.
  • Ti consigliamo di lavare i piedi con sapone a pH neutro e di effettuare controlli regolari per verificare la salute dei tuoi piedi.

Rimedi domestici per eliminare i funghi della pelle

Il fungo sulla pelle è un tipo di infezione molto popolare in gran parte della popolazione e che di solito produce molto prurito, bruciore, arrossamento e disagio. Le cause di questo problema comune sono diverse e possono variare dall'eccesso di sudore e umidità nell'area all'infezione stessa attraverso una ferita.

Nel caso in cui i funghi non siano molto gravi e sottosviluppati, ci sono una serie di rimedi casalinghi che possono aiutarti a combattere il problema in modo così fastidioso e doloroso naturalmente:

aceto

L'aceto è un prodotto naturale noto per essere un ottimo disinfettante, quindi è perfetto per l'uso come rimedio domestico per curare i funghi della pelle.

Per preparare questo rimedio, devi mescolare in una ciotola, un po 'di aceto con acqua e quindi immergere l'area interessata per circa 15 minuti. Dopo un po ', asciugare bene con un asciugamano e, in breve tempo, noterete un grande miglioramento delle condizioni della pelle.

aglio

L'aglio è un alimento noto per avere numerose proprietà davvero benefiche per la salute. Uno di questi è il suo grande potere antibatterico, quindi è perfetto per il trattamento dei funghi della pelle.

La prima cosa da fare è fare un po 'd'olio all'aglio, per fare questo, prendere un barattolo con olio d'oliva e mettere dentro una testa d'aglio. Lascia macerare per un paio di giorni. Una volta che l'olio è pronto, prendine un po 'e applicalo sulla zona interessata un paio di volte al giorno. Dopo alcuni minuti, sciacquare con acqua e asciugare con un asciugamano. Tra pochi giorni noterai un grande miglioramento.

limone

Il limone è un altro rimedio casalingo che puoi usare efficacemente per trattare i funghi della pelle. Basta usare un po 'di succo di limone nell'area dolorante. Sebbene inizialmente possa causare bruciore e prurito, questa sensazione è normale, poiché indica che il limone ha un effetto sui funghi. Il limone ti aiuterà a combattere questo problema, oltre a evitare un'eccessiva sudorazione.

Talco

Un altro rimedio casalingo popolare e usato è applicare un po 'di talco. Prima di indossare le scarpe, si consiglia di mettere un po 'di talco al loro interno per evitare sudore e umidità eccessivi sui piedi. Se hai già funghi, il talco ti aiuterà ad alleviare il bruciore e il prurito che producono i microrganismi in questione.

Gusci verdi

I gusci di noce verde sono anche un buon rimedio domestico contro i funghi. Quello che devi fare è aggiungere gusci di noce in acqua bollente, insieme alle sue foglie, e lasciar riposare fino a quando l'acqua è calda. Quindi, puoi applicare sulla pelle danneggiata lasciandola agire per circa 15 minuti.

Olio dell'albero del tè

E tra i rimedi domestici più efficaci per i funghi della pelle, c'è l'olio dell'albero del tè. Applicalo quotidianamente sulla pelle direttamente per uccidere i funghi. Le sue proprietà antifungine e antibatteriche lo rendono uno dei migliori rimedi per combattere questa infezione.

Ricorda che questi rimedi naturali per i funghi della pelle sono efficaci quando l'infezione in questione non è grave e poco sviluppata. Nel caso in cui i funghi siano più gravi, è meglio rivolgersi a uno specialista per aiutarti a porre fine a tale infezione. In questo caso Dovrai applicare un tipo di crema antifungina specifica per sradicare i microrganismi in questione.

Ricorda che una volta che il fungo scompare e hai di nuovo la pelle in perfette condizioni, dovresti fare una serie di cure per prevenire il ritorno di questi funghi. È importante pulirli regolarmente ed evitare la sudorazione eccessiva. Speriamo che questo trattamento per i funghi della pelle ti aiuti e lo avrai di nuovo in perfette condizioni.

Come eliminare i funghi sulle mani

La cura delle mani rimane il problema in sospeso di molte persone. Non solo per una questione di estetica, poiché le mani sono la nostra migliore lettera di accompagnamento, ma anche per un problema di igiene e salute. Le mani pulite possono evitare molti problemi e malattie, come un'infezione fungina.

Bruciore alle dita, infiammazione, macchie, prurito, unghie gialle ... Questi sono i sintomi più frequenti che possono indicare che abbiamo un problema ai funghi sulle nostre mani. Sai come porre fine a questa infezione?

Se preferisci i rimedi naturali, prova l' aceto di mele. Riempi una ciotola a metà con acqua e il resto con aceto di mele. Metti le mani nella ciotola una o due volte al giorno per alcuni minuti, quindi risciacqua e asciuga la pelle. Idealmente, ripeti questo rituale per due o tre settimane. Questo perché l'aceto di mele contiene un acido acetico che aiuta a bruciare i funghi, ma senza danneggiare la pelle e le unghie.

Un altro rimedio naturale per i funghi delle mani, che passa di generazione in generazione, si trova nel frigorifero di qualsiasi casa: lo yogurt Si scopre che i fermenti di yogurt hanno proprietà fungicide. Il trucco è molto semplice, devi solo diffondere tutte quelle parti della tua pelle che sono colpite da funghi con yogurt. Lasciare agire per mezz'ora e ripetere questo processo ogni giorno fino alla scomparsa dei funghi.

Funghi sul cuoio capelluto

Hai mai sofferto di funghi? Sebbene i più comuni di solito compaiano sui piedi, la verità è che possono essere trovati in diverse parti del corpo, come il cuoio capelluto.

Le infezioni fungine del cuoio capelluto sono principalmente causate da funghi del gruppo dei dermatofiti, che colonizzano solo le strutture con cheratina, cioè epidermide, capelli e unghie. In questi casi, sono chiamati tigna del cuoio capelluto. La sua ricezione naturale è nella pelle e nei peli dell'uomo e degli animali e nel suolo ricco di tali rifiuti, da cui possono essere infettati esseri umani e animali.

Il gruppo di persone che è maggiormente a rischio di contrarre questa infezione sono i bambini, in particolare dall'allattamento al seno all'età scolare, con la tendenza a diffondersi ad altri bambini. Naturalmente, nella maggior parte dei casi viene trasmesso attraverso gli animali. D'altra parte, è un'infezione rara negli adulti.

I sintomi della tigna del cuoio capelluto sono la caduta dei capelli nelle aree circolari; lesioni arrotondate, ben delimitate da pelle arrossata e gonfia e con un grado variabile di desquamazione; aree con i capelli tagliati a filo con il cuoio capelluto, che si staccano facilmente quando vengono tirati; comparsa di aree rosse del cuoio capelluto con formazione di punti di pus e successiva comparsa di croste giallastre. Alcune lesioni possono essere infettate da batteri e possibile estensione delle lesioni al viso o al resto del corpo. In alcuni casi, i linfonodi nel collo o nel collo possono gonfiarsi e diventare dolorosi. Inoltre, possono verificarsi altri sintomi come febbre, mal di testa o vomito.

Per evitare la comparsa di funghi sul cuoio capelluto, è essenziale evitare il contatto con animali che mostrano segni di infezione. Ma se finalmente ti infetti, dovresti trattarti con un farmaco per via orale, a causa della necessità che il medicinale penetri nel follicolo pilifero. Pertanto, i trattamenti topici utilizzati come unico trattamento sono inefficaci. In alcune occasioni, potrebbe essere necessario eseguire un trattamento con corticosteroidi o contemporaneamente con antibiotici e corticosteroidi.

Nel seguente articolo di ONsalus, mostriamo diversi rimedi casalinghi per i funghi della testa.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Tipi di funghi sulla pelle e come eliminarli, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di pelle, capelli e unghie.

Raccomandato

Come scegliere il lubrificante vaginale
2019
Pubalgia: sintomi, trattamento ed esercizi
2019
Benessere psicologico come risultato delle relazioni persona-ambiente
2019