Trattamento per una rottura fibrillare

Le azioni quotidiane possono avvicinarci a una moltitudine di infortuni e incidenti, contro i quali esistono già soluzioni, ma dobbiamo essere informati almeno delle nozioni di base di detti infortuni e della loro capacità di far fronte per garantire un atteggiamento e un'azione adeguati nel caso in cui presentarci a noi stessi o per chiudere le persone.

Una delle lesioni più importanti e delicate, specialmente negli atleti ad alte prestazioni, è la rottura fibrillare o lo strappo muscolare. In ONsalus chiariamo il trattamento per una rottura fibrillare, nonché le precauzioni da prendere in considerazione durante il processo di recupero.

Cos'è una rottura fibrillare?

I nostri muscoli sono tessuti composti da fibre raggruppate insieme, che sono principalmente responsabili del movimento del corpo, facilitano l'adozione stabile di diverse posture e proteggono le ossa e gli organi interni.

Sebbene queste fibre siano naturalmente flessibili, veloci nella capacità di risposta e forti a seconda dell'uso che vengono date, dovrebbero essere riscaldate ogni volta che si eserciteranno. Inoltre, hanno i loro limiti naturali e, in determinate circostanze, possono essere irritati e persino infranti, limitando leggermente la nostra mobilità e le nostre prestazioni.

Dipende dalla rottura, possiamo parlare di rottura fibrillare totale (tutte le fibre muscolari) o parziale . Questi incidenti sono accompagnati da alcuni dei seguenti sintomi :

  • Dolore acuto
  • Dolore durante lo stretching, soprattutto quando sono lacrime parziali
  • Blocco dei movimenti in casi molto gravi, a causa della risposta di contrazione nei muscoli adiacenti.

Per quanto riguarda i segni clinici, ci sono:

  • Ematomi : ciò è dovuto alla fuoriuscita di liquidi. Se si forma una pallina, di solito indica che la rottura è parziale o moderata. Se c'è un ematoma viola o rosso, è che la lesione è più grave e ha maggiori probabilità di affrontare una lacrima totale.
  • Depressione o subsidenza nell'area durante lo stretching e la deformazione muscolare.

Rottura fibrillare: trattamento immediato

Prima di tutto, è necessario conoscere il pronto soccorso in caso di rottura fibrillare, poiché la corretta cura della lesione al momento dell'incidente sarà fondamentale per il rapido recupero, oltre ad evitare effetti negativi a lungo termine. Le risorse fondamentali sono:

  • Impacco di ghiaccio o freddo : riduce l'infiammazione acuta e la necessità di ossigeno dalle cellule colpite e circostanti, prevenendo così la morte cellulare e la perdita di sangue.
  • Compressione dell'area interessata con bende per ridurre la possibile deformazione e disallineamento delle fibre muscolari nel loro posto corretto.
  • Resto della zona muscolare interessata: se l'atleta o il ferito si mobilitano e la lesione è alle gambe, l'ideale è usare una barella o spostarla in posizione orizzontale, in modo che la persona non faccia alcuna pressione o forza con detto arto, compresa la forza applicata per evitare di calpestare il terreno.
  • Elevazione : oltre a garantire la posizione orizzontale nello spostamento, con l'elevazione dell'arto possiamo prevenire il sanguinamento o la fuoriuscita muscolare da un peggioramento, riducendo il volume di irrigazione dell'arto.
  • Massaggi drenanti : per mobilizzare il sangue versato ed evitare una grande fuoriuscita. Abbi cura di renderli molto fluidi e che non producono dolore.
  • Antinfiammatori non steroidei : per alleviare l'infiammazione e il dolore al momento dell'infortunio, se la persona non sopporta davvero il dolore.

Rottura fibrillare: trattamento a lungo termine

Il processo di trattamento di recupero deve essere esteso fino alla scomparsa del dolore acuto . Mentre il sintomo persiste, l'individuo deve astenersi da qualsiasi sforzo fisico che coinvolga l'area interessata, nonché da attività non supervisionate. Tuttavia, ciò non deve essere confuso con il fatto che specifici movimenti terapeutici non saranno necessari. Successivamente gli strumenti fondamentali:

  • Continua con i massaggi : sia il drenaggio che altri massaggi specifici applicati da un fisioterapista professionista sono sempre consigliati per ridurre ed eliminare i liquidi accumulati e facilitare la corretta rigenerazione delle fibre muscolari, sia nella qualità della fibra che nella sua posizione corretta.
  • Applicazione di intonaco caldo all'argilla: crea un fango argilloso con acqua minerale o essenze naturali e applicalo, posizionando un panno o un panno in mezzo, poiché il fango non deve mai toccare la pelle. Serve per rigenerare il muscolo e pulire l'area.
  • I massaggi a ponte : che cercano di avvicinare le fibre muscolari rotte, come avvicinare le due estremità di un filo spezzato, fungendo da orientamento al processo di rigenerazione.
  • Movimenti di stretching regolari : che possono causare disagio ma senza stimolare il dolore acuto. Sono importanti per indicare ai muscoli la direzione e lo spostamento che dovranno esercitare una volta recuperati, evitando a loro volta che i muscoli circostanti siano stentati.
  • Consumo di pesce e alimenti ricchi di Omega 3, EPA e DHA: ha dimostrato di avere maggiori effetti antinfiammatori e rigenerativi rispetto ai farmaci antinfiammatori non steroidei. Inoltre, sono una fonte proteica facilmente assimilabile.

Una volta superato il dolore acuto, l'individuo può riprendere gradualmente l'attività fisica senza richiedere troppo muscolo. La cosa più consigliabile è prendere questo processo sotto l'attenzione di un formatore professionista addestrato.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Trattamento per una rottura fibrillare, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Definizione di schindilosi
2019
Comportamento suicidario e sua prevenzione: metodi per il suicidio
2019
Progesterone basso: sintomi e trattamento
2019