Tricofagia: cos'è, cause e trattamento

La sindrome tricofagica o di Rapunzel è un disturbo strano, singolare e molto raro. Le persone che soffrono di questo disturbo hanno la seria urgenza di mangiare i capelli senza fermarsi. Questo disturbo può portare a gravi problemi di salute a causa delle palle di pelo che si accumulano all'interno dello stomaco. Cosa fa sì che una persona finisca per inghiottirsi i capelli? A cosa è dovuto? Il tricofagia ha una soluzione? A queste domande verrà data risposta nell'articolo: Tricofagia: cos'è, cause e trattamento .

Tricofagia: che cos'è

La tricofagia, nota anche come sindrome di Rapunzel, è un disturbo psicologico che viene definito dall'atto di mangiare i capelli propri o altrui in modo compulsivo e incontrollato, diventando molto serio a causa di ostruzioni intestinali.

È un disturbo molto raro che colpisce le donne di età inferiore ai 30 anni, con un rapporto 4 a 1 rispetto agli uomini. Si stima in tutto il mondo che la tricofagia colpisca una percentuale molto piccola della popolazione. La prevenzione della tricofagia è compresa tra lo 0, 6% e l'1, 6% della popolazione totale, rendendo questo disturbo molto raro. La tricofagia può essere somministrata anche nei bambini.

Le persone che soffrono di tricofagia o sindrome di Rapunzel di solito sviluppano un rituale quando ingeriscono i capelli e che è difficile da controllare: giocano con i capelli, se i capelli sono lunghi lo mettono in bocca per assaggiarlo e poi lo strappano masticarlo fino a quando non lo inghiottono. I capelli che usano di solito sono il cuoio capelluto, ma in varie occasioni possono provenire da altre parti del corpo, come sopracciglia, ciglia o altre aree. Ci sono casi che non si limitano solo ai tuoi capelli, ma strappano anche i capelli dalle persone intorno a te.

Questo comportamento può verificarsi in qualsiasi momento, ma di solito è più grave quando la persona che ne soffre si trova di fronte a situazioni di stress .

Conseguenze della tricofagia

Il tricofagia, cioè, mangiare i capelli ha conseguenze. In realtà, è un disturbo che può avere gravi conseguenze mediche se non interviene. I capelli non possono essere digeriti dal tratto gastrointestinale umano, il che li fa iniziare ad accumulare palle di pelo nell'intestino, chiamate tricobezoari . Quando queste palle di pelo sono abbastanza grandi da intasare le pareti intestinali, si presentano i seguenti sintomi:

  • Mal di pancia
  • Vomita.
  • Perdita di peso e appetito.
  • La diarrea.
  • Costipazione.
  • Tensione addominale
  • Sanguinamento o perforazione intestinale.

Le palle di pelo sono un rischio per la salute e l'unico modo per eliminarle è dagli interventi chirurgici.

A lungo termine, le persone con tricofagia soffriranno di indebolimento dei capelli a causa della costante lacerazione come aree senza peli e irritazioni sul cuoio capelluto, che a loro volta genereranno più ansia e aumenteranno il loro comportamento.

Tricofagia: cause

La chiara causa della tricofagia è sconosciuta, ma i pazienti che soffrono di tricofagia sono stati associati a disturbi d' ansia , depressione e bassa autostima . La tricofagia di solito appare più frequentemente nei casi in cui il paziente ha anche tricotillomania.

Tricofagia e tricotillomania

Il disturbo tricofagico è altamente associato alla tricotillomania, un disturbo che appartiene ai disturbi ossessivo-compulsivi raccolti nel DSM-5 che è caratterizzato dal comportamento compulsivo dei capelli strappati. Gli studi sulla tricotolomania indicano che nel 30% dei casi viene sviluppata la tricofagia.

Di solito, l'ossessione della tricotillomania è accompagnata da alcuni disturbi psichiatrici come la depressione o l'ansia. Sebbene d'altra parte, gli studi associano la tricotillomania e la tricofagia nei casi di abuso sessuale nei bambini, abuso psicologico o disabilità intellettiva.

Tricofagia: trattamento

La sindrome di Rapunzel ha una cura? La tricofagia può essere curata? Sì. La chiave per essere in grado di trattare una persona con tricofagia è eliminare i comportamenti compulsivi di mangiare i capelli e ridurre le cause che li causano. È essenziale per questo che la persona con tricofagia partecipi a trattamenti psicoterapici. I trattamenti più comunemente usati per trattare la tricofagia o la sindrome di Rapunzel sono i seguenti:

  • Terapia comportamentale della privazione della risposta. Imparare ad evitare il comportamento di mangiare i capelli in esposizione a situazioni che li causano.
  • Terapia di inversione dell'abitudine. Consiste nel fornire alternative più funzionali e salutari su come rispondere all'ansia anziché all'ingestione di capelli. Ad esempio, ogni volta che appare la necessità di mangiare i capelli, fare una breve passeggiata o applicare tecniche di respirazione profonda.
  • Terapia comportamentale cognitiva Sarebbe usato per trattare i disturbi psicologici che potrebbero accompagnare e aggravare la tricofagia, come i disturbi d'ansia.

Come smettere di strapparti i capelli?

Nei casi in cui la tricofagia viene presentata insieme alla tricotillomania, le terapie sono molto simili a quelle sopra menzionate. Un'enfasi speciale verrebbe posta sulle terapie comportamentali per eliminare il comportamento di stiramento dei capelli. Includerebbe anche tutte le terapie incentrate sull'attenuazione dei sintomi dell'ansia, che è il principale fattore scatenante dei comportamenti compulsivi. Nel seguente articolo troverai esercizi di respirazione per calmare l'ansia.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Tricofagia: che cos'è, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Malattia di Hirschsprung: che cos'è, sintomi e trattamento
2019
Perché mi fa male la testa quando sudo
2019
Dieta per abbassare i trigliceridi
2019