Violenza domestica: che cos'è, tipi, cause e conseguenze

La famiglia è un'istituzione sociale che è concepita dalla società come uno spazio di sicurezza, pacifismo e calore. La famiglia può fornire supporto, amore e protezione. Tuttavia, è uno dei nuclei in cui si può subire un maggior numero di aggressioni, in parte a causa della considerazione della famiglia e dei suoi affari privati. Negli ultimi anni, questa violenza che ha luogo nel nucleo familiare è considerata un problema di salute pubblica che richiede consapevolezza e consapevolezza del pubblico. Se vuoi sapere cos'è la violenza domestica, continua a leggere il nostro articolo su: Violenza domestica: che cos'è, tipi, cause e conseguenze .

Che cos'è la violenza domestica?

In alcuni paesi occidentali, hanno iniziato a parlare e indagare sulla violenza che si verifica nelle famiglie negli anni 70. Fino ad allora, era un fenomeno invisibile e considerato una questione privata legata all'intimità familiare. Attualmente, la cosiddetta violenza domestica o intra-familiare è considerata e classificata come un problema di salute pubblica. Ma cos'è la violenza domestica?

Violenza domestica: definizione

La definizione di violenza domestica stabilisce che è quella violenza che si verifica tra membri appartenenti al nucleo familiare e alla sfera domestica . Questa definizione include sia le persone legate emotivamente o familiarmente con l'aggressore sia con coloro che vivono insieme, senza la necessità di legami familiari. La violenza domestica comprende quegli atti o omissioni che minacciano la vita, l'integrità, la libertà o lo sviluppo di abilità e personalità.

Nella violenza domestica ci sono due ruoli differenziati: la persona violenta, che è quella che impone la sua autorità e il suo potere, e la vittima, quella che subisce l'abuso. Normalmente, le persone più vulnerabili a questo tipo di violenza sono bambini, donne, anziani e persone con qualche tipo di problema fisico, psichico e / o sensoriale. Questa vulnerabilità è spiegata perché la violenza domestica implica generalmente un abuso di potere da parte dell'aggressore nei confronti della vittima o delle vittime, che considera vulnerabile. La vulnerabilità è associata a variabili quali età, sesso e disabilità. Anche così, la violenza domestica può essere esercitata da uomini e donne di qualsiasi età. La violenza domestica può cadere:

  • La persona che è stata o è stata una coppia (include la violenza tra donne e uomini e tra coppie omosessuali)
  • Figli e figlie
  • anziano
  • Fratelli o sorelle
  • Minori o persone con disabilità
  • Persone sotto tutela o custodia in centri pubblici e privati
  • Qualsiasi altro tipo di relazione familiare non menzionata sopra

È importante sapere che la violenza domestica non è limitata a uno o più atti di aggressione, ma che riflette un modo dinamico, di interagire e relazionarsi tra i membri della famiglia, quindi c'è una tendenza a ripetersi generazionalmente.

Violenza domestica: esempi

Per comprendere meglio cos'è la violenza domestica, la illustriamo con alcuni esempi di violenza domestica come:

  • Abuso di minori in cui il genitore, il genitore o il caregiver primario non soddisfa i bisogni alimentari e di igiene di base del bambino.
  • Quando un figlio adolescente ricatta per via emotiva e fisicamente aggrava i suoi genitori.
  • Una famiglia che vive con una persona anziana ed estrae denaro.

Questi sono alcuni esempi di violenza domestica per aiutarci a capire meglio in cosa consiste questo fenomeno, ma ce ne sono molti altri, data la complessità delle strutture di tipo familiare e i tipi di violenza che comprende.

Differenza tra violenza di genere e violenza domestica

Prima del 2004, in Spagna, la violenza di genere o la violenza contro le donne nei rapporti tra partner o ex partner era considerata violenza domestica. Nel 2004, l'attuale legge sulla violenza di genere, la legge organica 1/2004, del 28 dicembre, sulle misure di protezione integrale contro la violenza di genere, è approvata in Spagna, in modo che la violenza contro le donne da parte della coppia o ex partner maschile o simili relazioni emotive, cessa di essere considerata violenza domestica ed è considerata e chiamata violenza di genere.

Qual è la differenza tra violenza di genere e violenza domestica? La ragione della distinzione tra entrambi i tipi di violenza è che la violenza di genere risponde a un tipo di violenza strutturale, a un sistema patriarcale, all'esistenza storica della vera disuguaglianza tra uomini e donne e le donne ne soffrono. Semplice fatto di essere. Allo stesso modo, la violenza di genere non si manifesta solo nella sfera domestica, ma anche nell'ambiente istituzionale e non familiare, come molestie sul posto di lavoro, violenza sessuale, ecc.

D'altra parte, la violenza domestica si riferisce ad attacchi da parte di relazioni familiari e / o convivenza la cui causa non è la posizione di disuguaglianza delle donne, ma piuttosto le dinamiche familiari. Questo è il motivo per cui la violenza domestica include aggressioni da parte di un partner di donne agli uomini e tra coppie dello stesso sesso, sia tra donne che tra uomini, ma non la violenza degli uomini contro le donne, che è la violenza di genere.

L'affermazione della denominazione della violenza di genere alla violenza contro le donne deriva dalla necessità di renderla visibile come una violenza la cui origine è in un sistema ineguale e le cui manifestazioni non si limitano alla sfera domestica. Pertanto, la violenza contro le donne in qualsiasi campo e la violenza domestica hanno eziologie o cause diverse, meccanismi e caratteristiche funzionali, quindi è essenziale distinguere entrambi i termini per una prevenzione e un approccio specifici ed efficaci. Pertanto, è importante conoscere la differenza tra violenza di genere e violenza domestica.

Violenza domestica: tipi

I principali tipi di violenza domestica o manifestazioni sono i seguenti:

  • Violenza del partner: comprende la violenza fisica, psicologica e / o sessuale ripetutamente da una persona a un'altra con la quale è romanticamente legata romanticamente. La motivazione di questa violenza è di esercitare il controllo sulla vittima, che provoca danni alla persona maltrattata. All'interno della violenza domestica di una coppia, la violenza esercitata da una donna su un uomo e tra coppie omosessuali, che siano coppia, ex coppia, che vivano o meno insieme.
  • Violenza esercitata dai genitori nei confronti di figli e figlie: il cosiddetto abuso di minori comprende anche tutti gli atti che possono ostacolare il corretto sviluppo del minore. L'abuso su minori comprende entrambi gli atti di abuso, come negligenza o omissione che minacciano la salute e l'integrità dei bambini. Gli atti possono essere compiuti sia dai genitori, come principali badanti o da qualsiasi istituzione che subentra. In questa violenza, oltre alla negligenza fisica, emotiva e sessuale è inclusa . La negligenza consiste nell'omissione dell'azione, che ignora le cure di base necessarie per il bambino. La negligenza estrema è l'abbandono nell'infanzia, che può essere fisico o emotivo.
  • Violenza filio-genitoriale: si tratta della violenza di figli o figlie nei confronti dei genitori o degli adulti che esercitano le loro funzioni in quanto tali. È una delle violenze che è aumentata maggiormente negli ultimi anni. Le possibili cause specifiche di questa violenza sono i cambiamenti nel funzionamento della famiglia, le difficoltà normative da parte dei genitori, i genitori in crescita, l'evitamento di conflitti in cerca di equilibrio e armonia nella famiglia e la cosiddetta "sindrome dell'imperatore", Pertanto, i bambini sviluppano sempre più atteggiamenti egocentrici e tirannici nei confronti dei genitori o responsabili delle loro cure.
  • Violenza contro gli anziani: questo tipo di abuso comprende azioni volontarie che causano danni a una persona anziana e l'inazione o l'omissione che lo priva dell'attenzione e dei diritti fondamentali. Viene fatta una distinzione tra violenza fisica, psicologica e sessuale, nonché negligenza e violenza economica . La negligenza è l'abbandono della cura dei bisogni fondamentali della persona. La violenza o l'abuso economico comprende azioni come appropriazione e profitto di beni economici e materiali, contraffazione e coercizione nella firma di documenti, ecc. I fattori di vulnerabilità di questa violenza includono avere più di 75 anni, essere una donna, avere una disabilità e la presenza di una malattia mentale negli anziani.
  • Violenza tra fratelli o sorelle: all'interno della violenza domestica, è uno degli abusi meno visibili, probabilmente perché sia ​​i padri che le madri non lo riconoscono o identificano come violenza domestica e, quindi, hanno una maggiore tendenza ad essere negato. Una differenza di potere è di solito percepita tra fratelli o sorelle quando esiste questa violenza, di solito a causa del fattore età. Le forme di violenza sono simili a quelle del bullismo.

Cause di violenza domestica

È difficile stabilire le cause della violenza domestica perché comprende diversi tipi di violenza domestica, come abbiamo visto nella sezione precedente. La violenza domestica è eterogenea e multifattoriale, tuttavia, i seguenti fattori possono essere identificati come fattori di rischio nell'aumento della violenza e delle tensioni nella famiglia:

  • Le dinamiche e la struttura familiare hanno un peso schiacciante, di solito si verifica in famiglie strettamente correlate tra loro, a causa dell'isolamento familiare e della mancanza di altri legami sociali significativi. Allo stesso modo, è frequente nelle famiglie in cui alcuni membri della famiglia cercano di influenzare e imporre i loro valori e idee e nelle famiglie in cui vi sono differenze generazionali e sessuali.
  • Gli stili di risoluzione dei conflitti si basano su modelli violenti e offensivi, da un lato, e sull'imposizione di idee e valori attuati autorevolmente, dall'altro. Questi atteggiamenti nei confronti dei conflitti familiari sono fattori precursori e predittori di violenza domestica. Esiste quindi una cultura della violenza all'interno della famiglia.
  • La comparsa di un evento stressante come la disoccupazione o la presenza di persone a carico può aumentare la tensione nella famiglia. Allo stesso modo, se dall'inizio è una famiglia con difficoltà nella gestione dello stress, questo nuovo evento può probabilmente scatenare la violenza domestica.
  • La mancanza di risorse economiche, sociali, lavorative e abitative è un'altra causa di violenza domestica, in quanto generano situazioni stressanti e stressanti, che possono finire per essere violentemente risolte.
  • La mancanza di competenze emotive da parte di vari membri della famiglia o dell'aggressore. La mancanza di autostima, empatia, abilità sociali, calore, ecc. Rende difficile stabilire relazioni pacifiche e sicure tra le persone appartenenti al nucleo familiare.
  • Per quanto riguarda l'aggressore, di solito è una persona con scarsa autostima e sicurezza, che crea frustrazione, così come una mancanza di controllo degli impulsi e carenze emotive. Proveniente da una casa violenta, avere problemi emotivi e abuso di alcol o altre droghe sono altri fattori di rischio nell'aggressore.
  • La trasmissione intergenerazionale della violenza domestica, attraverso la quale vengono interiorizzati i modelli educativi e di gestione dei conflitti, le dinamiche familiari e i modelli di pensiero, è considerata uno dei principali fattori precursori della violenza intrafamiliare.

Conseguenze della violenza domestica

La violenza domestica provoca gravi problemi per la salute delle vittime. Allo stesso modo, l'impatto emotivo non è limitato solo alle vittime della violenza domestica, ma anche al resto delle persone che vivono con questa situazione. Quali sono le conseguenze della violenza domestica? Per una migliore comprensione delle conseguenze, le differenzeremo in base a chi è vittima di questa violenza:

Conseguenze della violenza domestica nei minori

Nei bambini le conseguenze sono devastanti a causa dell'età e del momento evolutivo in cui si verifica questa violenza, sia che ne siano soggetti o che siano testimoni della violenza domestica.

  • A livello fisico: compaiono difficoltà di sviluppo e crescita, problemi legati al sonno e alla fame, mancanza di controllo dello sfintere, mal di testa e dolori di stomaco, ecc. Anche ferite e lesioni se subiscono direttamente violenza.
  • A livello emotivo: vengono identificati l'ansia e la depressione, i problemi di autostima, lo stress post-traumatico o l'ansia da separazione dagli altri membri della famiglia. Nel seguente articolo troverai informazioni sulla depressione infantile.
  • A livello cognitivo: difficoltà di apprendimento e concentrazione, scarse prestazioni scolastiche e maggiore difficoltà nello sviluppo verbale e generale.
  • A livello comportamentale: prevalgono lo sviluppo di comportamenti antisociali e aggressivi, nell'adolescenza, i comportamenti criminali, l'alcool e altri abusi di sostanze, nonché i comportamenti autodistruttivi.

Conseguenze della violenza domestica negli adulti

Negli adulti, le conseguenze della violenza domestica si distinguono su tre diversi livelli:

  • A livello fisico: ferite, lesioni, colpi, ustioni e una maggiore vulnerabilità allo sviluppo di malattie a causa dell'indebolimento del sistema immunitario. Mal di testa, stomaco, nausea, ecc. Possono verificarsi a causa della situazione di violenza subita.
  • A livello psicologico: stress post-traumatico, ansia, depressione, bassa autostima, senso di colpa, vergogna, disfunzioni sessuali ...
  • A livello sociale e comportamentale: isolamento sociale, sentimenti di sfiducia e ostilità, abuso di sostanze, tentativi di suicidio, ecc.

Conseguenze della violenza domestica negli anziani

Gli anziani e le persone con qualsiasi tipo di disabilità sono considerati gruppi vulnerabili, inoltre tendono ad avere una dipendenza fisica ed economica con l'aggressore, che aggrava la situazione di violenza.

  • A livello fisico: lesioni, colpi, ecc. Che possono lasciare gravi conseguenze. Anche malnutrizione, disidratazione, mancanza di igiene, cure, cure mediche e, in generale, situazione di abbandono fisico.
  • A livello emotivo: sentimenti di impotenza, solitudine, inutilità e senso di colpa, carenze emotive, nonché depressione e ansia.
  • A livello sociale: completo isolamento dall'ambiente, limitato alla famiglia e talvolta all'aggressore.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla violenza domestica: che cos'è, tipi, cause e conseguenze, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia sociale.

Raccomandato

Rimedi naturali per alleviare i nervi dello stomaco
2019
Benefici del miele di erica
2019
Cos'è la malattia della tiroide e quali sono i suoi sintomi
2019